Acaro della polvere

Molti adulti e bambini sono allergici agli acari della polvere che si nascondono nelle lenzuola e in oggetti impolverati. Di seguito i 10 modi per combatterli
Stampa Pagina

19 maggio 2016

COSA SONO GLI ACARI E DOVE SI TROVANO
Le specie dell'acaro della polvere più diffuse sono rappresentate dal Dermatophagoides pteronyssinus e dal Dermatophagoides farinae, che si nutrono principalmente di forfora umana. Questi organismi invisibili ad occhio nudo prediligono il materiale lettereccio (materasso e cuscino) e i materiali impolverati come tappeti, tende, libri, pupazzi di peluche.

COME COMBATTERLI

1. Rivestire completamente tutti i materassi e cuscini, presenti nella camera con fodere antiacaro, tessuto a trama fitta, impenetrabile agli acari. Su tali fodere, lavate ogni 4-6 mesi a 60°C, passare una volta alla settimana, al cambio lenzuola, un panno umido ben strizzato per eliminare la polvere in superficie; 
2. Rivestire anche i piumoni con copertura antiacaro oppure sostituirli con coperte (sintetiche) lavabili a 60°C; 
3. Ventilare gli ambienti domestici. Tenere aperte le finestre della camera del bambino per alcune ore al giorno può essere sufficiente per abbassare efficacemente l'umidità interna e sfavorire così la sopravvivenza degli acari;
4. Togliere tappeti, peluche, moquette in camera da letto e possibilmente ricoprire i pavimenti con linoleum o piastrelle;
5. Rendere lo spazio della camera da letto facile da pulire: evitare le imbottiture, sostituire i tendaggi pesanti e le veneziane con tende leggere e lavabili a 60°C. I peluche devono essere lavati ogni 2 settimane a questa temperatura dopo un soggiorno in freezer per 24 ore;
6. Utilizzare un aspirapolvere dotato di filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air); 
7. Il fumo attivo e passivo rappresentano una fonte di inquinamento molto più pericolosa del traffico automobilistico e delle attività industriali. Non fumare mai in casa. Chi fuma fuori casa deve comunque lavarsi le mani, i denti e cambiarsi d'abito prima di entrare a stretto contatto con il bambino per evitare il fumo passivo detto di terza mano, altrettanto pericoloso di quello di prima mano; 
8. Sostituire la carta da parati con vernice lavabile;
9. Evitare in casa irritanti aerei come fumo di tabacco, odore di vernici e colori, vapori di combustione di carbone e legna, odori intensi di fiori, profumi forti, cosmetici, odori di smacchiatori a secco. Se la casa è dotata di riscaldamento ad aria o di aria condizionata, i filtri devono essere puliti accuratamente mentre è controindicato l'utilizzo di umidificatori;
10. Evitare aria secca o troppo umida. Areare le stanze durante le attività domestiche che producono umidità (cucina, doccia). Si consiglia inoltre di evitare di stendere i panni bagnati in casa.


a cura di: Alessandro Giovanni Fiocchi
Unità Operativa di Allergologia
in collaborazione con: