Chirurgia Epato-Bilio Pancreatica e dei Trapianti di Fegato e Rene

Responsabile: MARCO SPADA


L'Unità Operativa di Chirurgia Epato-Bilio Pancreatica e dei Trapianti di fegato e rene si occupa del trattamento chirurgico delle malattie del fegato, delle vie biliari e del pancreas.

 

Le principali patologie epatiche curate sono: 

 

  • Tumori maligni e benigni: epatoblastoma, epatocarcinoma, emangioma ed emangioendotelioma, sarcoma, adenoma, amartoma mesenchimale, iperplasia nodulare focale.
  • Cisti epatiche: cisti semplici e complesse, cisti da echinococco.
  • Malformazioni vascolari congenite: shunt porto-sistemici intra-epatici ed extra-epatici; fistole artero-venose.
  • Cavernoma portale ed ipertensione portale: interventi di shunt meso-Rex e shunt porto-sistemici.
  • Traumi del fegato.

 

Le principali malattie delle vie biliari trattate sono: 

 

 

Le principali patologie del pancreas curate sono:

 

 

Gli interventi chirurgici eseguiti comprendono resezioni a carico di fegato, pancreas e di vie biliari per neoplasia, interventi ricostruttivi sulle vie biliari per patologie benigne o iatrogene, shunt meso-Rex e porto-sistemici.

 

Gli interventi sono eseguiti con approccio laparotomico o laparoscopico qualora la sicurezza del paziente e la radicalità chirurgica, per le patologie neoplastiche, lo consentano. La metodica laparoscopica offre numerosi vantaggi al paziente, in termini di accorciamento dei tempi di degenza e ridotto utilizzo di farmaci antidolorifici. Garantisce inoltre un migliore risultato cosmetico, grazie alle ridotte dimensioni delle cicatrici.

 

Ogni anno vengono svolte più di 250 procedure di chirurgia epatobiliopancreatica, con un utilizzo della laparoscopia in più del 50% dei casi di chirurgia di maggiore complessità e nel 100% degli interventi di medio-bassa complessità. 

 

Grazie all'organizzazione dell'attività, l'Unità Operativa garantisce tempi molto brevi di valutazione e di attesa per le procedure chirurgiche, sia di bassa sia di alta complessità.

 

SEDI E CONTATTI

Roma Gianicolo

Piazza Sant'Onofrio, 4

Padiglione Pio XII – Piano 2

Padiglione Ford – Piano 0

 

----------

Email: chirurgiaepatobiliare@opbg.net

 

Telefono: (+39) 06 6859 2863
Dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 15.40

 

Fax: (+39) 06 6859 3841

 

COME SI ACCEDE

L'Unità svolge la sua attività in regime di Ricovero Ordinario, di Day Hospital e in regime ambulatoriale.

 

Le prestazioni ambulatoriali sono prenotabili con impegnativa tramite Centro Unico Prenotazioni (CUP) oppure contattando telefonicamente o per e-mail la segreteria.

 

L'Unità Operativa si occupa del trattamento chirurgico delle malattie del fegato, delle vie biliari e del pancreas ed è uno dei centri italiani con il maggiore volume di attività e con i migliori risultati di cura per quanto riguarda i tumori del fegato e del pancreas, l'atresia delle vie biliari, le malformazioni vascolari intra ed extraepatiche e il trattamento chirurgico del cavernoma portale e dell'ipertensione portale mediante il confezionamento di shunt Meso-Rex e shunt porto-sistemici.

 

Per ogni paziente preso in carico viene definito un piano diagnostico-terapeutico, discusso in sede multidisciplinare con tutti gli specialisti necessari (epatologi, oncologi, anatomopatologi, radiologi e radiologi interventisti), che garantisce la scelta terapeutica più indicata tra tutte quelle disponibili.

 

Attraverso un approccio gestionale interdisciplinare e interdipartimentale i pazienti con malattia complesse come quelle oncologiche e malformative (ad es. atresia delle vie biliari) vengono seguiti nel percorso di diagnosi, trattamento chirurgico e monitoraggio post-trattamento, assicurando la continuità di cura. Accanto al chirurgo sono presenti gli altri specialisti, anche di altri dipartimenti, di volta in volta essenziali per la migliore gestione della malattia.

 

L'Unità Operativa di Chirurgia Epato-Bilio Pancreatica insieme a quella di Epatogastroenterologia e Nutrizione e di Chirurgia Neonatale sono uno dei centri di riferimento italiani per la definizione delle linee guida per il trattamento delle malattie colestatiche pediatriche.

 

L'Unità Operativa si contraddistingue per l'uso estensivo della chirurgia laparoscopica anche negli interventi complessi per malattie tumorali. Garantendo un'elevata sicurezza del paziente e la radicalità oncologica, la laparoscopia permette di aumentare la precisione degli interventi chirurgici, riduce la degenza ospedaliera e accelera i tempi di recupero.

 

Negli interventi di chirurgia minore vengono effettuati interventi a bassissima invasività come la colecistectomia single-port.

 

L'Unità Operativa è membro dell'Italian Group of Minimally Invasive Liver Surgery (IGoMILS), punto di riferimento in questo ambito chirurgico e scientifico.

 

Un'area di alta complessità gestita dall'Unità Operativa è quella della cura dei pazienti affetti da ipertensione portale, in particolare da cavernoma della vena porta e da malformazioni vascolari del fegato o shunt porto-sistemici congeniti. Qui, l'approccio multidisciplinare di chirurgo, epatologo, radiologo ed endoscopista consente il corretto inquadramento diagnostico (ecografia, portografia, TAC, angiografia) e la programmazione dei trattamenti indicati (legatura di varici esofagee, shunt meso-Rex, shunt porto-sistemico, occlusione endovascolare, trattamento ibrido radiologico-chirurgico).

 

In collaborazione con il Dipartimento di Cardiochirurgia, con le Unità di Epatologia e Clinica dei trapianti, Radiologia, il laboratorio di Anatomia Patologica e con l'Unità di Epatologia del Dipartimento di Scienze Mediche del Policlinico Tor Vergata viene gestito il paziente con malattie del fegato e con tumori del fegato secondari a trattamento di malformazioni cardiache complesse (intervento di Fontan).

 

Il personale dell'Unità Operativa è membro di numerose società scientifiche, enti ed associazioni, grazie alle quali viene garantito l'aggiornamento professionale. All'interno di alcune di queste istituzioni il personale ricopre o ha ricoperto posizioni di governance, a conferma del riconosciuto valore clinico, scientifico ed accademico dei programmi di trapianto dell'ospedale.

 

Società Italiana di Chirurgia Pediatrica (SICP)

Società Italiana di Gastroenterologia Epatologia e Nutrizione Pediatrica (SIGENP)

Società Italiana di Video-Chirurgia Infantile (SIVI)

Italian Group of Minimally Invasive Liver Surgery (IGoMILS)

European Society for Pediatric Gastroenterology Hepatology and Nutrition (ESPGHAN)

Associazione Nazionale Italiana Bambini Epatopatici Cronici (ANIBEC): nasce dalle esperienze di vita di pazienti affetti da patologie epatiche terminali per promuovere e sostenere la ricerca sul trapianto epatico pediatrico

Associazione Italiana Studio Fegato (AISF)

 

L'Unità Operativa collabora in ambito clinico, scientifico e accademico con numerose istituzioni.

Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale, Università degli Studi di Pavia – Dr. Marco Spada, professore a contratto e convenzione in rete formativa.

Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma – Convenzione fuori rete formativa.

Unità di Chirurgia Pediatrica, Ospedale Universitario di Brescia - Trattamento chirurgico delle patologie malformative vascolari dell'addome.

Unità di Epatologia del Dipartimento di Scienze Mediche del Policlinico Tor Vergata, Roma – Gestione multidisciplinare dei pazienti con epatopatia secondaria a trattamento di malformazioni cardiache.

Master di II livello in Chirurgia Epatobiliopancreatica, Università di Tor Vergata, Roma – Dr. Marco Spada, docente.

Master di II livello in Chirurgia Neonatale, Università di Tor Vergata, Roma

 

L'Unità Operativa partecipa a progetti e registri scientifici volti al miglioramento delle conoscenze e della qualità.

Network italiano della Società Italiana di Gastroenterologia Epatologia e Nutrizione Pediatrica (SIGENP) sull'atresia delle vie biliari

International Registry on Congenital Porto-Systemic shunts

 

Per gli studenti di medicina e chirurgia l'Unità offre la possibilità di frequenza di formazione e compilazione tesi. 

 

Per i medici laureati la frequenza è consentita in qualità di visitatore.

 

Per i medici in formazione specialistica in Chirurgia Generale o Chirurgia Pediatrica che intendono effettuare un periodo di formazione in Chirurgia Epatobiliare e Trapianti Addominali è attiva la convenzione in rete formativa con la Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale dell'Università di Pavia.

 

Inoltre, l'Unità può stipulare convezioni extra-rete formativa. Attualmente è attiva quella con la Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

 

Il personale dell'Unità Operativa è parte del corpo docente della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Generale dell'Università di Pavia, del Master di II livello in Chirurgia Epatobiliopancreatica e del Master di II livello in Chirurgia Neonatale dell'Università Tor Vergata di Roma e della Scuola Italiana di Chirurgia Mini-Invasiva del Fegato.