AZITROMICINA - USO ORALE

Stampa Pagina

17 March 2020


NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO

Azitromicina

NOMI COMMERCIALI
Azacid, Azeptin, Aziprome, Azitredil, Azitroerre, Azitromicina ABC, Azitromicina Accord, Azitromicina Almus, Azitromicina Aurobindo, Azitromicina Doc Generici, Azitromicina EG, Azitromicina Eurogenerici, Azitromicina Germed, Azitromicina Krka, Azitromicina Mylan, Azitromicina Mylan Generics, Azitromicina Pensa, Azitromicina Pfizer, Azitromicina Pharmeg, Azitromicina ratiopharm, Azitromicina Sandoz, Azitromicina Teva, Azitromicina Zentiva, Azitrox, Azylung, Batif, Macrozit, Portex, Rezan, Ribotrex, Tetris, Trozamil, Trozocina, Zimacrol, Zindel, Zitrobiotic, Zitrogram, Zitromax, Zitromax Avium 600, Zitronova.

A COSA SERVE
L'Azitromicina è un antibiotico appartenente alla categoria dei macrolidi. Gli antibiotici macrolidi agiscono interferendo con la sintesi proteica di alcuni microbi che causano infezioni e, di conseguenza, bloccano la crescita e la moltiplicazione del microbo.

PERCHÉ È IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA
È importante che il bambino assuma questo medicinale prescritto dal medico in modo che vengano debellati i batteri e si liberi dall'infezione (es. infezioni respiratorie, otiti medie).

IN CHE FORMA È DISPONIBILE

- Compresse rivestite con film da 500 mg;
- Polvere per sospensione orale 200 mg/5 ml.

QUANTO DEVE PRENDERNE
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico.

QUANTE VOLTE AL GIORNO LO DEVE PRENDERE
È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose.

COME DEVE PRENDERLO
Le compresse e la sospensione di Azitromicina possono essere somministrate per bocca, indifferentemente a stomaco vuoto o dopo i pasti. L'assunzione di cibo prima della somministrazione dell'Azitromicina può attenuare gli eventuali effetti indesiderati di tipo gastrointestinale causati dal farmaco.

Compresse rivestite
Le compresse di Azitromicina devono essere deglutite con un bicchiere d'acqua o succo di frutta. Il bambino non deve masticare le compresse.
Le compresse di Azitromicina possono contenere lattosio monoidrato. I bambini affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio o da malassorbimento di glucosio-galattosio, non devono assumere questo medicinale.

Sospensione orale
Per la preparazione della sospensione orale è necessario agitare il flacone che contiene la polvere prima di aggiungere acqua. Utilizzare l'apposito dosatore posizionato sul tappo di chiusura della confezione e riempirlo con acqua fino alla tacca; versare l'acqua dal dosatore nel flacone; agitare bene affinché tutta la polvere passi in sospensione.
Prima della somministrazione è necessario agitare sempre la sospensione. Una volta che la sospensione è stata ricostituita, è necessario somministrare l'Azitromicina utilizzando il dosatore graduato presente nella confezione (cucchiaino graduato o siringa graduata).
La sospensione di Azitromicina ricostituita deve essere utilizzata entro massino 5 giorni dalla ricostituzione.
Si consiglia di riportare sul flacone la data di preparazione della sospensione in modo da rispettare la data di scadenza.
La sospensione di Azitromicina può contenere saccarosio che è controindicato nei bambini diabetici e nei bambini affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio.

QUANTO CI VUOLE PER FARE EFFETTO
L'effetto terapeutico dell'Azitromicina dovrebbe comparire dopo circa due giorni dall'inizio della somministrazione. È importante proseguire la terapia prescritta dal medico con Azitromicina nonostante il miglioramento dei sintomi senza interrompere improvvisamente la terapia.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIÙ IMPORTANTI
Come tutti i medicinali, l'Azitromicina può causare effetti indesiderati. Gli effetti collaterali più comuni riguardano: mal di testa, vomito, dolore addominale e diarrea, ipersensibilità, effetti tossici sul fegato.

COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
È improbabile che una dose eccessiva di Azitromicina possa causare effetti collaterali gravi. Se si somministra troppa Azitromicina al bambino è opportuno contattare il medico, il farmacista o portare il bambino al più vicino pronto soccorso.

PUÒ PRENDERE ALTRI MEDICINALI
È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco. In effetti l'Azitromicina può interagire con altri farmaci.
I bambini in terapia con Azitromicina e antiacidi non devono assumere i due farmaci contemporaneamente poiché si è notata una riduzione dei livelli di Azitromicina nel sangue.
In caso di somministrazione concomitante di Digossina e Azitromicina si è notato un aumento dei livelli di Digossina nel sangue.
Livelli sanguigni aumentati di Ciclosporina sono stati riscontrati in caso di contemporanea somministrazione di Azitromicina.
L'ergotismo è un particolare tipo d'intossicazione provocata dal consumo eccessivo, intenzionale o accidentale, di alcaloidi derivanti dallo sclerozio del fungo Claviceps purpurea, conosciuto con il nome di ergot. A causa della possibile insorgenza di crisi, è sconsigliato l'uso concomitante di Azitromicina e di medicinali a base di alcaloidi dell'ergot come Ergotamina e derivati.

COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Se ci si dimentica di somministrare una dose al bambino, somministrare la dose dimenticata a condizione che manchino almeno 12 ore dalla somministrazione della dose successiva. Se il bambino sta dormendo, non è necessario svegliarlo per somministrare la dose dimenticata.

COSA SUCCEDE SE MIO FIGLIO VOMITA
Se il bambino vomita entro 30 minuti dopo l'assunzione di una dose di Azitromicina, somministrare nuovamente la stessa dose.
Se il bambino vomita oltre 30 minuti dopo l'assunzione di una dose di Azitromicina non è necessario somministrare al bambino un'altra dose. Attendere fino alla successiva somministrazione come da prescrizione medica.

ALLATTAMENTO
È stato riscontrato che l'Azitromicina passa nel latte materno in minima quantità. È stata riportata un'aumentata frequenza di stenosi ipertrofica del piloro nei neonati di madri in terapia con antibiotici del gruppo dei macrolidi. Tuttavia questi dati non sono stati confermati. La somministrazione di una singola dose di Azitromicina è considerata sicura ai fini dell'allattamento.

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
È bene evitare la somministrazione di Azitromicina in caso di ipersensibilità al principio attivo, all'Eritromicina, a uno qualsiasi degli antibiotici macrolidi come la Claritromicina o ai ketolidi come la Telitromicina, la Solitromicina, la Moditromicina e la Cetromicina, o a uno qualsiasi degli eccipienti elencati nel foglietto illustrativo del farmaco.

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
È opportuno conservare le compresse rivestite e la polvere per la sospensione orale nella confezione originale in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Non conservare a temperatura superiore ai 25°C. Quanto alla polvere di Azitromicina per sospensione orale, una volta aggiunta l'acqua, la sospensione va conservata in frigorifero fra 2° e 10°C dove rimane stabile per un periodo di 5 giorni. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in un luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglio illustrativo.


a cura di: Antonella Sabia, Tiziana Corsetti
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: