BOSENTAN

Stampa Pagina

09 May 2019

NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO
Bosentan
 
NOMI COMMERCIALI
Bosentan Accord, Bosentan Aurobindo, Bosentan DOC Generici, Bosentan Medac, Bosentan Mylan, Bosentan Sandoz, Bosentan Sun, Bosentan Teva, Bosentan Zentiva, Tracleer. 
 

A COSA SERVE
Bosentan viene utilizzato per il trattamento dell'ipertensione arteriosa polmonare sia primitiva (idiopatica e familiare) sia secondaria ad altre malattie (es. sclerodermia, shunt sistemico-polmonari congeniti e sindrome di Eisenmenger).
Bosentan viene utilizzato anche per ridurre la formazione di nuove ulcere alle dita dei pazienti affetti da sclerosi sistemica.

PERCHÉ È IMPORTANTE CHE IL BAMBINO LO PRENDA
È importante che il bambino assuma Bosentan per ridurre i sintomi dovuti all'ipertensione arteriosa polmonare come dispnea (fiato corto), capogiri, senso di svenimento, dolore al torace gonfiore alle gambe e, talvolta, anche all'addome. Inoltre, Bosentan aiuta il bambino affetto da ipertensione arteriosa polmonare aumentando la capacità di svolgere attività fisica.

IN CHE FORMA È DISPONIBILE
Il farmaco Bosentan è disponibile in:

- Compresse rivestite con film da 125 mg; da 62,5 mg;
- Compresse dispersili da 32 mg.

QUANTO DEVE PRENDERNE
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico

QUANTE VOLTE LO DEVE PRENDERE
È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose. 

COME DEVE PRENDERLO
Le compresse di Bosentan rivestite con film possono essere assunte a stomaco pieno o vuoto con un bicchere d'acqua.
Le compresse dispersibili devono essere sciolte in un cucchiaio con un po' d'acqua facendo attenzione che la compressa sia sciolta prima che il bambino la ingerisca: è bene dopo la somministrazione, porre un altro po' d'acqua sul cucchiaio e farla assumere al bambino per essere sicuri che tutto il farmaco sia stato assunto. È consigliabile far bere al bambino anche un bicchere l'acqua.

IN QUANTO TEMPO FA EFFETTO
Non è possibile stabilire quanto tempo sia necessario perché si manifestino i benefici dati dall'azione di Bosentan. È importante la completa aderenza alla terapia prescritta dal medico per ottimizzare l'effetto del farmaco.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIÙ IMPORTANTI
Gli effetti collaterali più comuni dati dall'utilizzo di Bosentan sono: infezioni delle vie aeree superiori (naso faringite e sinusite), anemia, reflusso gastroesofageo, diarrea, dolori addominali, costipazione, mal di testa, svenimento, ipotensione, rossore, dolore agli arti, gonfiore, ritenzione idrica e dolore toracico.

COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
L'assunzione di una dose eccessiva di Bosentan può causare un abbassamento eccessivo della pressione sanguigna. I sintomi del sovradosaggio sono nausea, vomito, abbassamento della pressione, vertigini, sudorazione e visione offuscata. Se ci si accorge che il bambino ha assunto una dose eccessiva di Bosentan è bene rivolgersi immediatamente al proprio medico curante o al pronto soccorso più vicino.

PUÒ PRENDERE ALTRI MEDICINALI
È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco.
Il Bosentan, quando somministrato contemporaneamente, può interagire con:

- Ciclosporina A, tacrolimus e sirolimus (immunosoppressori);
- Glibenclamide, (ipoglicemizzante orale);
- Contraccettivi orali;
- Warfarin (anticoagulante orale);
- Simvastatina (ipolipemizzante orale);
- Chetoconazolo (antifungino);
- Rifampicina (antibiotico);
- Sildenafil (antipertensivo polmonare);
- Digossina (farmaco utilizzato per il trattamento dell'insufficienza cardiaca);
- Lopinavir + ritonavir (antiretrovirali).

COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Se ci si rende conto di aver saltato una dose, si deve somministrare al bambino la dose dimenticata, senza mai somministrare una dose doppia per ovviare alla dimenticanza.

COSA SUCCEDE SE IL BAMBINO VOMITA
Se il bambino vomita entro 30 minuti dall'assunzione di Bosentan, è necessario che assuma nuovamente la dose. Se, invece, sono trascorsi più di 30 minuti dalla somministrazione, può tranquillamente prendere la dose seguente all'orario prestabilito.

ALLATTAMENTO
Non è noto se il Bosentan passi o meno nel latte materno. L'allattamento al seno non è quindi raccomandato durante il trattamento con Bosentan.

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
Il trattamento con Bosentan può causare un'alterazione degli indici di funzionalità epatica (ALT/AST): di solito questa anomalia si manifesta nelle prime 26 settimane di trattamento e tende a normalizzarsi con il proseguire della terapia. Il trattamento con Bosentan provoca una riduzione dei livelli di emoglobina nel sangue. Pertanto, all'inizio del trattamento il medico imposterà il piano di monitoraggio sia dei livelli di emoglobina che degli indici di funzionalità epatica (ALT/AST).
Le donne in età fertile non devono iniziare il trattamento con Bosentan a meno che non assumano un metodo contraccettivo affidabile e abbiano ottenuto un risultato negativo al test di gravidanza effettuato prima dell'inizio del trattamento.

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
Conservare Bosentan compresse rivestite con film da 125 e 62,5 mg a temperatura ambiente non superiore a 30 °C e Bosentan compresse dispersibili da 32 mg a temperatura non superiore ai 25°C, in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglietto illustrativo.


a cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli, Michela Lombardo
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: