Broncoscopia

Questo esame diagnostico permette al medico di valutare la trachea e l'albero bronchiale: vediamo insieme la metodologia, i centri e quando necessita di degenza
Stampa Pagina

22 February 2018

CHE COS'È
La broncoscopia è una metodica che consente di esplorare le vie aeree mediante l'introduzione, all'interno dell'organismo, di uno strumento rigido (broncoscopio) o flessibile (fibrobroncoscopio-videobroncoscopio).

COME SI ESEGUE
Si effettua in anestesia generale monitorizzando i parametri vitali del paziente.
Si pone il bambino in posizione supina con il capo iperesteso e si procede all'introduzione dalla bocca della strumentazione rigida o dal naso della strumentazione flessibile, passando attraverso la laringe e la trachea per andare a visualizzare l'albero respiratorio fino a dove è esplorabile con lo strumento utilizzato.>
Entrambe le strumentazioni rigide o flessibili consentono, oltre alla possibilità di esplorare l'albero respiratorio e quindi di fare una diagnosi mirata, di poter operare mediante sofisticate attrezzature introdotte attraverso canali di servizio creati all'interno degli strumenti stessi. 
Grazie a queste tecniche diagnostiche ed operative è possibile in molte patologie dell'età pediatrica evitare una chirurgia maggiormente aggressiva che comporterebbe l'apertura del collo e/o del torace per accedere a strutture quali laringe, trachea, bronchi e polmoni. 

QUANDO È INDICATA
La broncoscopia è un trattamento ideale per diversi scopi:

- Per la diagnosi e il trattamento di molte malformazioni delle vie aeree (laringe, trachea, bronchi, polmoni);
- Per la diagnosi ed il trattamento delle patologie infettive laringo-tracheo-bronchiali (es. lesioni tubercolari);
- Per la diagnosi ed il trattamento di patologie neoformative laringo-tracheo-bronchiali (es. angiomi);
- Per la rimozione dei corpi estranei accidentalmente inalati e potenzialmente pericolosissimi;
- Per il monitoraggio e lo studio dei pazienti sottoposti a trapianto polmonare.

NECESSITA DI DEGENZA
Dipende dalla patologia per la quale si effettua, dalla sua gravità e dalle metodiche endoscopiche utilizzate che sono varie e diversissime tra loro. 
Il tempo di degenza è mediamente di circa 3 / 7giorni.

DOVE VIENE EFFETTUATA
L'endoscopia delle vie aeree è una metodica molto sofisticata che richiede training formativi specifici in centri altamente qualificati, con un'équipe anestesiologico-infermieristica dedicata. È quindi consigliabile rivolgersi sempre a centri di riferimento specifici per l'età pediatrica.


a cura di: Sergio Bottero
Unità Operativa di Chirurgia delle Vie Aeree
in collaborazione con: