Buon compleanno Peter Pan

Stampa Pagina

12 November 2014

In occasione dei 20 anni dalla sua fondazione, l'associazione Peter Pan, impegnata quotidianamente nel sostegno e nell'accoglienza delle famiglie con bambini malati di cancro che vengono a curarsi a Roma al Bambino Gesù, ha organizzato una conferenza stampa alla Camera dei Deputati su "Le Case di Petr Pan: un modello di integrazione socio-sanitaria", moderata dal giornalista e scrittore Gian Antonio Stella.

Tra i partecipanti, con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il sottosegretario al ministero del lavoro e delle politiche sociali Luigi Bobba, c'era anche il presidente dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Giuseppe Profiti, che ha sottolineato il "contributo insostituibile offerto negli anni da Peter Pan, con tutte le altre associazioni, alla costruzione di quell'articolato sistema di sostegno e vicinanza alle famiglie che chiamiamo terapia dell'accoglienza".

"Sul piano della qualità delle cure – ha spiegato Profiti – il sostegno offerto da Peter Pan consente di favorire il processo di deospedalizzazione dei piccoli pazienti oncologici, che possono essere ospitati anche per lunghi periodi in un ambiente confortevole con il proprio nucleo familiare. L'animazione svolta dai volontari e il servizio di sportello in Ospedale offrono ai pazienti e ai loro genitori informazione e costante accompagnamento. Nel 2013 hanno usufruito di alloggio gratuito nella Casa di Peter Pan 130 nuclei familiari provenienti dal Bambino Gesù, per un totale di 630 accessi diversi e oltre 21.000 notti. Da gennaio a fine ottobre 2014 gli accessi sono stati 441 (per 123 famiglie), per un totale di oltre 18.000 notti. Circa un quinto di tutte le famiglie afferenti all'Ospedale ospitate a titolo gratuito sono accolte da Peter Pan, su un totale di oltre 100mila notti garantite nell'ultimo dalla rete di accoglienza del Bambino Gesù per circa 4500 famiglie. A Peter Pan, come alle altre associazioni che lavorano con l'Ospedale, va tutta la nostra riconoscenza e la nostra gratitudine".