CAPTOPRIL

Stampa Pagina

30 May 2019

NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO
Captopril 

NOMI COMMERCIALI
Captopril EG, Captopril Mylan Generics, Captopril Ratiopharm

A COSA SERVE
Il Captopril è indicato per il trattamento dell'ipertensione, insufficienza cardiaca, in combinazione a diuretici e qualora appropriato, a digitale e betabloccanti. Viene inoltre utilizzato nel trattamento o prevenzione dell'infarto del miocardio e nella nefropatia diabetica del Tipo I. 

PERCHÉ È IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA
Il Captopril, come vasodilatatore alleggerisce il lavoro che il cuore deve svolgere, in modo che risenta meno dei sintomi dell'insufficienza cardiaca, caratterizzata da difficoltà di respirazione, perdita di appetito e rallentamento dell'accrescimento. 

IN CHE FORMA È DISPONIBILE
Compresse da 25 e 50 mg.

QUANTO DEVE PRENDERNE
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico

QUANTE VOLTE AL GIORNO LO DEVE PRENDERE
È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose. 

COME DEVE PRENDERLO
Compresse

Le compresse di Captopril devono essere ingerite con un bicchiere d'acqua, latte o succo di frutta. Il bambino non dovrebbe masticare le compresse. Si può triturare la compressa e mescolarla successivamente con una piccola quantità di cibo morbido come yogurt, miele o marmellata. Anche in questo caso è necessario che il bambino ingerisca subito senza masticare.
Le compresse di Captopril contengono lattosio. I bambini affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio o da malassorbimento di glucosio galattosio non devono assumere questo farmaco.
Non si deve somministrare il Captopril se il bambino è allergico al principio attivo o ad uno dei suoi componenti elencati nel foglietto illustrativo.

QUANTO CI VUOLE PER FARE EFFETTO
Il Captopril esplica la sua azione di abbassamento della pressione sanguigna in 15-30 minuti

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIÙ IMPORTANTI
I più comuni effetti indesiderati del farmaco possono essere tosse secca, disturbi del sonno, alterazioni del gusto, vertigini e dispnea, prurito con o senza rash, ed alopecia.

COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
Se il bambino si sente svenire o ha le vertigini, è freddo e sudato, o ha una frequenza cardiaca troppo lenta o troppo rapida, o inizia a respirare rapidamente, bisogna contattare il medico o portare immediatamente il bambino in ospedale poiché è probabile che sia stata somministrata una dose eccessiva di Captopril.

PUÒ PRENDERE ALTRI MEDICINALI
È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco.
Si possono avere abbassamenti della pressione sanguigna in caso di somministrazione di Captopril con antidepressivi triciclici, antipsicotici ed anestetici. I corticosteroidi possono diminuire l'effetto vasodilatante del Captopril. Si può avere una riduzione dei leucociti nel sangue se il Captopril viene somministrato insieme ad allopurinolo, procainamide, agenti citostatici o immunosoppressori. L'alluminio idrossido, il magnesio idrossido o il simeticone possono ridurre l'assorbimento del Captopril. Si può avere un maggiore rischio di iperkaliemia (aumento dei livelli di potassio nel sangue) se somministrato insieme alla combinazione antibiotica di Trimetoprim e Sulfametossazolo (cotrimoxazolo) o ad altri farmaci contenenti potassio o che possono aumentarne i livelli nel sangue (ad esempio lo spironolattone). Infine, prima di somministrare il farmaco Captopril al bambino, è importante informare il medico nel caso assuma farmaci antidiabetici, poiché il Captopril potrebbe aumentarne l'effetto ipoglicemizzante (abbassamento dei livelli di glucosio nel sangue).
Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono riportate tutte le interazioni con altri medicinali.

COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Se ci si dimentica di somministrare una dose non è necessario far assumere il farmaco, ma si deve attendere la somministrazione successiva.
Non somministrare mai una doppia dose di Captopril.
Non si deve mai interrompere improvvisamente la somministrazione del farmaco.

COSA SUCCEDE SE MIO FIGLIO VOMITA
Se il bambino vomita entro 30 minuti dopo aver assunto una dose di Captopril è opportuno somministrare nuovamente la stessa dose.
Se, invece, il bambino vomita dopo più di 30 minuti dall'assunzione della dose di Captopril non è necessario somministrare un'altra volta la stessa dose; attendere fino all'orario della dose successiva.
Non somministrare mai una doppia dose di Captopril.

ALLATTAMENTO
Non è noto se il Captopril passi nel latte materno, pertanto, l'allattamento al seno è sconsigliato durante il trattamento con Captopril.

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono riportate tutte le principali controindicazioni alla somministrazione del farmaco.

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
È opportuno conservare le compresse di Captopril in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Non conservare a temperatura superiore ai 30°C. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in un luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglio illustrativo.


a cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli, Leonardo Vallesi
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: