ETANERCEPT

Stampa Pagina

10 October 2019

NOME FARMACO/ PRINCIPIO ATTIVO 
Etanercept

NOME COMMERCIALE
Enbrel

CHE COS'È
Fa parte dei farmaci biologici. È una molecola che lega il Tumor Necrosis Factor (TNF). Il TNF è una piccola proteina prodotta da cellule del sistema immunitario e da cellule presenti nel tessuto articolare che gioca un ruolo molto importante nel processo infiammatorio tipico delle artriti in età pediatrica.   

A COSA SERVE
Etanercept agisce riducendo il processo infiammatorio alla base di alcune malattie:

- Artrite idiopatica giovanile poliarticolare;
- Artrite reumatoide;
- Spondilite anchilosante;
- Artrite psoriasica;
- Psoriasi a placche.

PERCHÉ È IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA
La terapia con Etanercept, riducendo o spegnendo il processo infiammatorio, è in grado di spegnere l'infiammazione con miglioramento dei sintomi e degli esami di laboratorio. 

IN CHE FORMA È DISPONIBILE

- 25 mg polvere e solvente per soluzione iniettabile;
- 25 mg soluzione iniettabile in siringhe preriempite;
- 50 mg soluzione iniettabile in siringhe preriempite;
- 50 mg soluzione iniettabile in penna preriempita;
- 10 mg polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso pediatrico.

QUANTE VOLTE AL GIORNO LO DEVE PRENDERE
Una volta alla settimana.

QUANTO DEVE PRENDERNE
Il dosaggio sarà indicato dal reumatologo curante. La dose dipende dal peso corporeo e può arrivare fino ad un massimo di 50 mg nell'adulto, da iniettare 1 volta alla settimana.  

COME DEVE PRENDERLO
Iniezione per via sottocutanea. Ciò significa che viene iniettato attraverso un ago corto e sottile nel tessuto adiposo appena sotto la pelle. Le iniezioni si possono fare a livello della parte superiore della coscia, sull'addome, sulla parte superiore del braccio o sui glutei.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIÙ IMPORTANTI
Le reazioni avverse più comunemente segnalate sono le reazioni nel sito di iniezione (dolore, prurito e arrossamento, a livello del sito di iniezione). Le infezioni sono piuttosto rare e usualmente rispondono alla normale terapia antibiotica.

PUÒ PRENDERE ALTRI MEDICINALI
Non sono state osservate interazioni con cortisonici, farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), analgesici e Methotrexate. L'associazione di Etanercept con altri farmaci biologici (es. Anakinra e Abatacept) o altri farmaci bloccanti il Tumor Necrosis Factor (TNF) non è raccomandata perché aumenta il rischio di infezioni gravi e di neutropenia (basso numero di granulociti neutrofili).

COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
Non sono state osservate dosi-limite di tossicità. Si consiglia comunque di contattare il pediatra se venisse iniettata una dose superiore a quella prescritta.  

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
Il trattamento con Etanercept non deve essere effettuato in pazienti con infezione in atto, comprese le infezioni croniche o localizzate. In pazienti trattati con Etanercept sono stati riportati rari casi di riattivazione della tubercolosi per cui, prima di iniziare il trattamento, tutti i pazienti devono essere sottoposti a screening per tubercolosi. 
Si raccomanda, prima di iniziare la terapia con Etanercept, di completare appena possibile le vaccinazioni secondo i protocolli vaccinali standard. Durante il trattamento con Etarnecept è consigliabile non eseguire vaccinazioni con virus vivi attenuati.   
Le pazienti in età fertile devono essere informate della necessità di utilizzare misure contraccettive appropriate per evitare l'instaurarsi di una gravidanza durante e fino a tre settimane dopo l'interruzione del trattamento con Etnercept. Non è raccomandato in gravidanza.

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
Conservare in frigorifero (tra 2°C e 8°C). Non congelare. 


a cura di: Emanuela Sacco 
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: