GABAPENTIN

Stampa Pagina

27 June 2019

NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO
Gabapentin

NOMI COMMERCIALI
Gabapentin ABC, Gabapentin Almus, Gabapentin Alter, Gabapentin Aurobindo, Gabapentin DOC Generici, Gabapentin EG, Gabapentin Hexal, Gabapentin Mylan Generics, Gabapentin Pensa, Gabapentin Pfizer, Gabapentin Ranbaxy, Gabapentin Sandoz Gmbh, Gabapentin Tecnigen, Gabapentin Teva Pharma, Gabapentin Zentiva, Keneil, Neurontin.

A COSA SERVE
L'utilizzo di Gabapentin è indicato per il trattamento dell'epilessia, da solo o in associazione ad altri farmaci anticonvulsivanti, e per il trattamento del dolore neuropatico periferico come la neuropatia diabetica e la nevralgia post erpetica.

PERCHÉ È IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA
È importante che il bambino assuma Gabapentin per controllare l'insorgenza delle crisi epilettiche o per ridurre il dolore neuropatico.

IN CHE FORMA È DISPONIBILE
Il farmaco Gabapentin è disponibile in capsule da 100 mg, 300 mg e 400 mg.

QUANTO DEVE PRENDERNE
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico. Inoltre, è importante non interrompere bruscamente la terapia.

QUANTE VOLTE AL GIORNO LO DEVE PRENDERE
È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose. 

COME DEVE PRENDERLO
Le capsule di Gabapentin possono essere assunte con o senza cibo. Le capsule devono essere assunte intere e con un'opportuna quantità di liquidi.

IN QUANTO TEMPO FA EFFETTO
Non è possibile stabilire quanto tempo sia necessario perché si manifestino i benefici dati dall'azione di Gabapentin. È importante la completa aderenza alla terapia prescritta dal medico per ottimizzare l'effetto del farmaco.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIÙ IMPORTANTI
Gli effetti collaterali più comuni dati dall'assunzione di Gabapentin sono: 

- Polmonite e infezioni respiratorie, urinarie, otite e infezioni virali;
- Riduzione dei globuli bianchi nel sangue;
- Riduzione o aumento dell'appetito;
- Disturbi del comportamento come ostilità, confusione, instabilità emotiva, depressione, ansia e nervosismo;
- Disturbi del sistema nervoso come sonnolenza, capogiri, atassia (progressiva perdita della coordinazione muscolare), convulsioni, ipercinesia (attività motoria involontaria e non coordinata), amnesia, tremori, mal di testa, parestesia (alterazione della sensibilità come intorpidimento), nistagmo (movimenti involontari e ritmici degli occhi) e alterazione dei riflessi motori;
- Disturbi della vista, vertigini;
Ipertensione (aumento della pressione sanguigna);
- Dispnea (alterazione del respiro);
- Disturbi gastrointestinali come nausea, vomito, diarrea, dolore addominalestipsi, flatulenza;
- Gengivite, disordini dentali e bocca secca, gonfiore del viso;
- Gonfiore facciale, eruzioni cutanee, prurito, acne e porpora (formazione di lividi in seguito a traumi);
- Impotenza;
- Gonfiore, alterazioni dell'andatura, stanchezza, dolore, malessere e sindrome influenzale;
- Aumento di peso;
- Ferite accidentali, fratture e abrasioni.

Altre reazioni avverse rare sono le reazioni allergiche e la Sindrome di Stevens – Johnson.
L'improvvisa sospensione dell'assunzione di Gabapentin può dare sintomi come ansia, insonnia, nausea, dolori, sudorazione e dolore toracico.

COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
Alcuni dei sintomi del sovradosaggio di Gabapentin si manifestano in seguito all'assunzione di dosi molto alte di Gabapentin e sono capogiri, visione doppia, disturbi nel parlare, sonnolenza, perdita di coscienza e diarrea lieve.
Il sovradosaggio di Gabapentin è più pericoloso se il bambino sta assumendo contemporaneamente altri farmaci che deprimono il sistema nervoso centrale (es. Banzodiazepine, altri farmaci anticonvulsivanti e morfina).
Se si sospetta che il bambino abbia assunto una dose eccessiva di Gabapentin è bene rivolgersi al proprio medico curante o recarsi presso il pronto soccorso più vicino.

PUÒ PRENDERE ALTRI MEDICINALI
È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco.
Il Gabapentin interagisce con diversi farmaci ovvero:

- Oppioidi come la morfina: la co-somministrazione può causare potenziamento dell'azione del Gabapentin sul sistema nervoso centrale con depressione respiratoria, sonnolenza e sedazione;
- Antiacidi contenenti magnesio e alluminio riducono i livelli di Gabapentin nel sangue: è consigliato assumere questi farmaci almeno due ore dopo l'assunzione di Gabapentin.

COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Se ci si rende conto che il bambino ha saltato una dose bisogna aspettare la prossima somministrazione senza mai somministrare una dose doppia per ovviare alla dimenticanza. 

COSA SUCCEDE SE MIO FIGLIO VOMITA
Se il bambino vomita entro 30 minuti dall'assunzione di Gabapentin, è necessario che assuma nuovamente la dose. Se, invece, sono trascorsi più di 30 minuti dalla somministrazione, può tranquillamente prendere la dose seguente all'orario prestabilito.

ALLATTAMENTO
Il Gabapentin passa nel latte materno. Non sono noti gli effetti del Gabapentin sui lattanti ma la somministrazione alla madre deve avvenire solo se i benefici superano i rischi per il lattante.

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
È importante non interrompere bruscamente il trattamento con Gabapentin: la sospensione deve essere sempre effettuata gradualmente.
Alcuni pazienti hanno avuto reazioni anafilattiche durante il trattamento con Gabapentin. Tali reazioni si manifestano con difficoltà di respirazione, tumefazione di labbra, gola e lingua e ipotensione e richiedono un trattamento di emergenza.
Le capsule di Gabapentin contengono lattosio quindi non vanno somministrate a pazienti intolleranti a tale sostanza. 

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
Gabapentin capsule deve essere conservato a temperatura non superiore a 30° C e al riparo da luce ed umidità. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata sulla confezione. Tenere in un luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglietto illustrativo.


a cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli, Michela Lombardo
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: