Ginecologia pediatrica

La visita del ginecologo pediatra è necessaria per tutte le bambine e le adolescenti che presentano problemi di salute ginecologica
Stampa Pagina

31 October 2019

CHE COS'È
Come tutte le ultraspecializzazioni che negli ultimi anni hanno fatto la loro comparsa nel mondo della medicina, la ginecologia pediatrica nasce come ramificazione della ginecologia, con lo scopo di formare specialisti dedicati a una fascia d'età con caratteristiche e malattie proprie. 

A CHI È RIVOLTA
A bambine e adolescenti, dalla nascita fino ai 18 anni di età, che presentano problemi di salute ginecologica e che per tale motivo richiedono un medico specialista dedicato, su indicazione del pediatra o del medico di famiglia. 

DI COSA SI OCCUPA
Di qualsiasi problema malformativo, funzionale, infettivo o traumatico che riguardi gli organi riproduttivi (o genitali) femminili: mammelle, ovaie, utero, vagina. Delle problematiche legate alla delicata fase della pubertà e dell'adolescenza, dalla comparsa dei primi cicli mestruali alla preservazione della fertilità futura. Inoltre, e con sempre maggiore frequenza, della gestione di pazienti di sesso femminile con problematiche dell'apparato riproduttivo in corso di malattie acute o croniche a carico di altri organi o apparati (cardiopatie, malattie gastrointestinali, allergie, malattie metaboliche, neurologiche, ematologiche ecc.).
I principali problemi che vengono sottoposti a visita ginecologica pediatrica sono:

- Dismenorrea;
- Disturbi mestruali come mestruazioni irregolari, abbondanti o infrequenti;
- Ritardo puberale e ritardi dello sviluppo sessuale;
Pubertà precoce;
- Sindrome dell'ovaio policistico;
- Anomalie della vulva;
Malattie sessualmente trasmesse;
- Perdite vaginali causate soprattutto da infezioni;
- Irsutismo, vale a dire un aumento anomalo dei peli che assumono una disposizione di tipo maschile;
- Dolore pelvico cronico. 

CON QUALI SPECIALITÀ SI COLLEGA
Tutte le specialità che si occupano della salute della bambina possono aver bisogno della consulenza del ginecologo pediatra, ma principalmente il pediatra, il chirurgo pediatra, l'urologo pediatra. Inoltre, tutti gli specialisti che seguono pazienti con malattie croniche, pazienti trapiantate e oncologiche (in fase acuta di malattia, ma anche in follow-up): insomma, tutti quelli che nel loro lavoro quotidiano si trovano a seguire nel tempo bambine che si affacciano all'età fertile, con tutti i problemi che questo può comportare per un organismo in piena fase di sviluppo.
La fertilità futura è fondamentale, ma è anche importante ricordare che un buon funzionamento dei meccanismi deputati alla riproduzione è di fondamentale importanza per il benessere globale dell'individuo: crescita, metabolismo, livello di calcificazione ossea, stato nutrizionale, solo per citare i problemi più importanti. Altrettanto importante è la consapevolezza che le bambine seguite a lungo per malattie croniche più o meno gravi, necessariamente diventeranno grandi e inizieranno ad affrontare anche i problemi legati al proprio apparato genitale. Chiederanno quindi informazioni in merito alla fertilità, alle mestruazioni e agli effetti che potranno avere  i farmaci che stanno prendendo sulla sessualità e su una futura gravidanza. 


a cura di: Maria Chiara Lucchetti
Unità Operativa di Chirurgia Andrologica
in collaborazione con: