Giornata Mondiale della Sindrome di Down

Sabato 21 marzo nella sede di San Paolo Fuori le Mura il convegno "Bambini e ragazzi Down: crescere insieme", in collaborazione con l'Associazione Italiana Persone Down e le famiglie
Stampa Pagina

17 March 2015

La sindrome di Down è dovuta ad un'anomalia del numero dei cromosomi: chi ne è affetto, ha tre "cromosomi 21" invece di due (trisomia 21).  Si tratta della patologia cromosomica più frequente e, in Italia, ci sono circa 38.000 individui affetti.

In occasione della Giornata Mondiale della sindrome di Down, il prossimo 21 marzo dalle ore 9, l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in collaborazione con l'Associazione Italiana Persone Down (AIPD-sezione di Roma) e le famiglie, ha organizzato il congresso "Bambini e ragazzi Down: crescere insieme", presso l'Auditorium di San Paolo Fuori le Mura.

Le relazioni tratteranno delle novità in tema di assistenza, sia da parte del pediatra ospedaliero che del territorio, della personalizzazione delle cure, della prevenzione e trattamento delle comorbilità, dello sviluppo del bambino e dell'adolescente. Verranno inoltre illustrati i progetti di ricerca e la loro applicazione clinica.

L'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, nella sede di San Paolo Fuori le Mura, ha attivato da oltre un anno un percorso clinico-diagnostico, dedicato esclusivamente ai bambini e ragazzi con la sindrome di Down. Nella stessa giornata, in day hospital, vengono riuniti intorno al bambino e alla sua famiglia, secondo i principi della "medicina personalizzata", tutti gli specialisti coinvolti nell'assistenza, scelti specificatamente in funzione delle loro competenze nella diagnosi e cura della Sindrome di Down e delle sue complicanze.