Da 8 a 12 mesi: il sonno

Stampa Pagina

L'ansia da separazione che compare in questi mesi può creare qualche problema con il sonno. Il bambino può opporre resistenza quando si tenta di portarlo a dormire e può cominciare a svegliarsi anche più volte durante la notte cercando la mamma. La sera, è importante che l'atmosfera intorno a lui sia serena. I bambini capiscono benissimo se il clima di casa è sereno oppure no.

Quando c'è tensione tra mamma e papà, anche se vengono evitate urla o scenate, il bambino non sarà certo sereno e sarà molto difficile farlo addormentare. In ogni caso, una possibile strategia è quella di adottare comportamenti rituali cui abituare gradualmente e con pazienza il bambino, per prepararlo con serenità e naturalezza al momento in cui verrà messo nel suo lettino. Ecco quindi che rendere rutinario il bagnetto dopo il pasto serale, massaggiandolo poi con la crema idratante, tenendo le luci soffuse e raccontando una storiella o ripetendo un gioco a lui familiare preparerà il bambino a non vivere con ansia il momento in cui si spegneranno le luci ed il papà o la mamma inizieranno a cullarlo e lo metteranno nel lettino.


a cura di: Alberto G. Ugazio – Andrea Campana
Bambino Gesù Istituto per la Salute