Papa Francesco ringrazia la Nazionale di calcio per la visita ai bambini dell'Ospedale

All'indomani della partita Italia-Grecia, Bergoglio ha incontrato gli Azzurri insieme alla presidente Enoc
Stampa Pagina

14 October 2019



La Nazionale italiana di calcio è stata ricevuta domenica mattina da Papa Francesco che ha ringraziato la squadra per la visita compiuta il 10 ottobre al Bambino Gesù. I calciatori erano accompagnati dal presidente della Figc, Gabriele Gravina, e dalla presidente dell'ospedale pediatrico, Mariella Enoc. Il pontefice ha ringraziato gli Azzurri per il dono che hanno fatto ai bambini ricoverati intrattenendosi a lungo con loro in tutti i reparti dell'Ospedale e sottolineando il valore della "tenerezza, che tutti abbiamo, ma tante volte nascondiamo" e della felicità che viene dal gioco, da un pallone, perché "anche con una palla di stracci si fanno dei miracoli".

«E grazie, grazie tante per questo gesto - ha detto Papa Francesco -, questo gesto di uomini grandi che sono capaci di tenerezza, di avvicinarsi a un bambino. Forse più di uno di voi dopo, da solo, ha pianto. Forse è così. La tenerezza ci tradisce sempre! Uno fa il gesto di tenerezza e poi di nascosto piange, perché è così! La vita è così. Grazie davvero. Sono dei gesti che fanno bene, sono dei gesti che portano salute, portano salute. Grazie»

Nel corso della visita il presidente Gravina ha ripercorso alcune iniziative della Nazionale in occasione del 150° anniversario dalla fondazione del Bambino Gesù e ha menzionato l'impegno a fare della squadra "un'eccellenza dal punto di vista tecnico, ma anche perpetua testimonianza di valori".

Al termine, il capitano degli Azzurri, Leonardo Bonucci, ha consegnato al pontefice una pergamena che attesta il dono all'Ospedale di un'apparecchiatura per la quantificazione delle cellule tumorali e l'allenatore, Roberto Mancini, gli ha donato la maglia numero 10, personalizzata "Bergoglio" e firmata da tutti i giocatori.