POTASSIO CANRENOATO

Stampa Pagina

13 May 2019

NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO
Potassio Canrenoato

NOMI COMMERCIALI
Diurek, Kanrenol, Potassio Canrenoato Pensa, Potassio Canrenoato Sandoz.

A COSA SERVE
Il Potassio Canrenoato viene utilizzato per il trattamento dell'iperaldosteronismo primario (produzione in eccesso dell'ormone aldosterone), degli edemi causati da iperaldosteronismo secondario e dell'ipertensione arteriosa essenziale.

PERCHÉ È IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA
È importante che il bambino assuma Potassio Canrenoato per ridurre i sintomi dovuti all'aumento eccessivo del livelli di aldosterone nel sangue. 

IN CHE FORMA È DISPONIBILE
Il farmaco Potassio Canrenoato è disponibile in compresse rivestite con film da 25 mg, da 100 mg e da 200 mg.

QUANTO DEVE PRENDERNE
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico

QUANTE VOLTE AL GIORNO LO DEVE PRENDERE
È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose. 

COME DEVE PRENDERLO
Le compresse rivestite con film di Potassio Canrenoato possono essere assunte a stomaco pieno o vuoto con un bicchere d'acqua.

IN QUANTO TEMPO FA EFFETTO
Non è possibile stabilire quanto tempo sia necessario perché si manifestino i benefici dati dall'azione di Potassio Canrenoato. È importante la completa aderenza alla terapia prescritta dal medico per ottimizzare l'effetto del farmaco.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIÙ IMPORTANTI
Raramente durante il trattamento con Potassio Canrenoato si sono manifestate reazioni avverse come nausea, dolori addominali e sonnolenza.

COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
Solitamente il sovradosaggio da Potassio Canrenoato non dà sintomi particolari. È sempre bene rivolgersi al medico se il bambino ha assunto un quantitativo maggiore di Potassio Canrenoato rispetto a quello prescritto.

PUÒ PRENDERE ALTRI MEDICINALI
È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco.
Il Potassio Canrenoato interagisce con gli antipertensivi, potenziando l'effetto di riduzione della pressione arteriosa; interagisce anche con l'acido acetilsalicilico e i sui derivati, che, invece, ne riducono l'azione diuretica.

COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Se ci si rende conto di aver saltato una dose, si deve somministrare al bambino la dose dimenticata, senza mai somministrare una dose doppia per ovviare alla dimenticanza.

COSA SUCCEDE SE MIO FIGLIO VOMITA
Se il bambino vomita entro 30 minuti dall'assunzione di Patassio Canrenoato, è necessario che assuma nuovamente la dose. Se, invece, sono trascorsi più di 30 minuti dalla somministrazione, può tranquillamente prendere la dose seguente all'orario prestabilito.

ALLATTAMENTO
Il Potassio Canreonato è contrindicato durante l'allattamento.

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
Il trattamento con Potassio Canrenoato può causare un'alterazione dei livelli di sodio, potassio, cloro e della riserva alcalina nel sangue. Pertanto, all'inizio del trattamento il medico imposterà il piano di monitoraggio di questi valori ematici.
Durante il trattamento è bene ridurre l'assunzione di cibi ricchi di potassio come fagioli, piselli, asparagi, patate, albicocche, banane, cavolfiori e spinaci.
Le compresse rivestite di Potassio Canrenoato contengono lattosio che è controindicato nei bambini intolleranti, oppure quando sono presenti rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio o di malassorbimento di glucosio-galattosio.

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
Conservare Potassio Canrenoato compresse rivestite con film da 25 mg, 100 mg e 200 mg a temperatura ambiente non superiore a 30 °C in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglietto illustrativo.


a cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli, Michela Lombardo
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: