« Back

Dopo l’estate il ritorno della Dermatite atopica.

Dopo l'estate il ritorno della Dermatite atopica. L'educazione terapeutica, un'arma in più per controllare la malattia.

Stampa Pagina

La  dermatite atopica è una malattia per la quale non esiste una terapia eziologica che possa portare a guarigione il malato ma è una condizione cronico recidivante generalmente stagionale per la quale è possibile ottenere dei lunghi periodi di remissione in attesa di uno spontaneo miglioramento della reattività cutanea. L'eczema atopico presenta inoltre delle peculiari difficoltà legate alla presenza di un substrato genetico ma anche alla multifattorialità, all'aspetto polimorfo e alla sintomatologia pruriginosa che si ripercuote negativamente sulla qualità di vita del bambino e dei suoi familiari.

Come tutte le patologie croniche è quindi fondamentale accompagnare il malato in un percorso che porti il paziente e famiglia ad acquisire le capacità per un'adeguata  autogestione della malattia. Per ottenere questo obiettivo è necessario ascoltare il bambino e i genitori, capire il loro vissuto e dare disponibilità di tempo ed energie.

Per questi motivi, dunque,  l'educazione terapeutica rappresenta lo strumento ideale per la cura della dermatite atopica. Si tratta di un processo continuo di autonomizzazione della famiglia attraverso una progressiva conoscenza della malattia, delle possibili complicanze e del modo di eseguire le terapie locali al fine di migliorare lo stato di salute e quindi la qualità di vita.

Ovviamente questo tipo di approccio deve essere rivolto soprattutto ai pazienti che non aderiscono al trattamento  o che sono andati incontro ad un insuccesso terapeutico.

L'educazione è supportata da una équipe medico-infermieristica a volte affiancata da uno psicologo dal momento che gli aspetti psicologici sono spesso determinanti in questa patologia. In particolare è  fondamentale evitare facili illusioni dei genitori, parlare costantemente al bambino, rassicurandolo e responsabilizzandolo e creare una relazione continua con lui e famiglia.

Si tratta di una attività purtroppo non riconosciuta a livello istituzionale in Italia e che richiede molto tempo per ogni singolo paziente per il quale viene programmato un piano terapeutico personalizzato.

Dal 2011 è stata costituita una Conferenza Permanente per l'Educazione Terapeutica con un appuntamento annuale nazionale dislocato sul territorio a livello di più centri di eccellenza e che vede puntualmente coinvolta l'U.O. di Dermatologia.

Presso la sede di S. Paolo è attivo un ambulatorio infermieristico allo scopo di rinforzare la relazione con pazienti ed i genitori grazie ad uno spazio ad hoc ed al contributo di personale infermieristico qualificato.

L'obiettivo di questa attività è la centralità del paziente e della famiglia alla quale viene fornita una dimostrazione pratica delle tecniche di medicazione e di bendaggio delle lesioni comunicando consigli pratici ed ulteriori chiarimenti in uno spazio lontano dalla frenetica attività dell'ambulatorio.

Bimbo-dermatologiaIl personale infermieristico che opera in questa attività ha l'opportunità di esercitare la sua professionalità in modo autonomo e qualificato, pur mantenendo il contatto con il dermatologo che rimane disponibile e reperibile durante l'educazione. 

L'accesso all'ambulatorio infermieristico può avvenire dopo una visita dermatologica ma anche su specifica richiesta di un pediatra del Dipartimento di Medicina Pediatrica contattando le infermiere della dermatologia presso la sede di S. Paolo al numero 2236. La prestazione è a pagamento (25 euro) senza impegnativa.

Il personale infermieristico che opera in questa attività ha l'opportunità di esercitare la sua professionalità in modo autonomo e qualificato, pur mantenendo il contatto con il dermatologo che rimane disponibile e reperibile durante l'educazione. 

L'accesso all'ambulatorio infermieristico può avvenire dopo una visita dermatologica ma anche su specifica richiesta di un pediatra del Dipartimento di Medicina Pediatrica contattando le infermiere della dermatologia presso la sede di S. Paolo al numero 2236. La prestazione è a pagamento (25 euro) senza impegnativa