Rischi veri e falsi delle vaccinazioni dell'infanzia

Quando le vaccinazioni devono essere eseguite con precauzione in un ambiente protetto ospedaliero
Stampa Pagina

25 January 2017

Presso l'Ospedale Bambino Gesù di Roma vengono eseguite tutte le vaccinazioni disponibili e utili per l'infanzia. Queste costituiscono infatti una delle maggiori possibilità di difesa contro le malattie infettive che, lungi dallo scomparire o ridursi, tendono a diffondersi sempre più grazie alla facilità dei viaggi e alle migrazioni.

Il ritorno di malattie debellate in alcune regioni è sempre possibile, come è stato per il morbillo nelle Americhe, la poliomielite in Europa, la difterite nei Paesi dell'Est. Quindi il mantenimento di coperture vaccinali ottimali (oltre il 95%) per le malattie prevenibili da vaccino è un obiettivo importante per la salute pubblica e per quella personale dei nostri bambini.
 

Ci si chiede allora: ma tutti i bambini possono essere vaccinati? 

La risposta è semplicemente: SI! In pratica tutti i bambini possono essere vaccinati in quanto le eccezioni sono molto rare, molto inferiori all'1%. Presso il Centro Vaccinazioni Protette dell'Ospedale Bambino Gesù – attivo ormai da molti anni – vengono vaccinati regolarmente i bambini cosiddetti ‘a rischio', ovvero quelli che presentano patologie particolari o hanno avuto una reazione a una vaccinazione precedente.
Alcuni bambini infatti, dopo una vaccinazione, possono avere delle manifestazioni cliniche che spesso nulla c'entrano con la vaccinazione, e che si manifestano dopo un vaccino solo per caso. In atri casi – piuttosto rari – si manifesta una reazione al vaccino stesso sotto forma di febbre, convulsioni, o allergia. Queste sono comprensibilmente causa di preoccupazione nei genitori che temono possano manifestarsi in occasione di una nuova vaccinazione.
Di solito invece questo non avviene, ma è bene evitare inutili preoccupazioni.

In realtà tutti i bambini che hanno manifestato eventi avversi dopo la prima vaccinazione possono essere regolarmente rivaccinati, con accortezze specifiche, anche con le dosi successive dello stesso vaccino. Tranne i bambini che hanno mostrato una anafilassi (ovvero un'allergia grave) a quello specifico vaccino (ma questo è un evento rarissimo riportato in circa 1 caso su 1.000.000), tutti i vaccini possono essere effettuati regolarmente.
Presso il Centro Vaccinazioni Protette dell'Ospedale Bambino Gesù sono stati rivaccinati oltre 1000 bambini che presentavano condizioni cliniche complesse, e 76 bambini, con età media di 4 anni, che avevano presentato una reazione avversa ad un precedente vaccino. La vaccinazione dei "bambini a rischio" viene eseguita in ambiente ospedaliero per facilitare l'eventuale, immediata somministrazione dei farmaci "salvavita". Accanto al bambino vengono preparate siringhe predosate di adrenalina e di cortisone. Inoltre, la sala dove vengono praticate queste vaccinazioni è facilmente raggiungibile dai rianimatori che possono venir chiamati in qualunque momento. Ma a dispetto di tutte queste precauzioni, nessuno dei "bambini a rischio" ha presentato problemi o una manifestazione avversa di media o alta gravità. Solo qualcuno ha avuto reazioni lievi (febbre, debolezza e pallore, orticaria, sintomi locali nel punto di inoculo). Tutti sono stati vaccinati per la prima volta o rivaccinati, eccetto un bambino, a cui è stato prescritto il vaccino perché aveva presentato una anafilassi grave e perché reazioni anafilattiche erano state presentate anche dalla madre e dalla nonna materna.

Si può concludere quindi, come riportato dalla letteratura internazionale, che l'esclusione di un bambino dalla vaccinazione è un evento eccezionale, e può riguardare solo bambini con difetti immunitari congeniti o acquisiti e le ancor più rare anafilassi ai vaccini.
L'esperienza del nostro Centro Vaccinazioni Protette dimostra come tutti i bambini possono e debbono essere vaccinati, anche nei casi in cui il Centro vaccinale o il Pediatra ritengano di non poter eseguire la vaccinazione in ambulatorio, in condizioni di sicurezza. Basta avviare il bambino a un Centro Vaccinazioni Protette.
 

Sfoglia online l'uscita speciale sui vaccini del Magazine "A scuola di salute":


 


Approfondimento a cura del dott. Guido Castelli Gattinara, responsabile del Centro vaccinale del Bambino Gesùtratto dal numero speciale sui vaccini del magazine "A scuola di salute", il multimedia magazine a cura dell'Istituto Bambino Gesù per la Salute del bambino e dell'adolescente.