Scarlattina: l'unica malattia esantematica causata da un batterio

La scarlattina necessita di terapia antibiotica prolungata per prevenire il rischio di complicanze
Stampa Pagina

La Scarlattina è l'unica malattia esantematica causata da un batterio, lo Streptococco β-emolitico di gruppo A (SBEGA).
È frequente in età scolare, con picco di incidenza tra tardo autunno, inverno e primavera. Il contagio avviene per contatto diretto con il muco o la saliva del paziente infetto o per via aerea.

LEGGI ANCHE: La Scarlattina
 

MANIFESTAZIONI CLINICHE

Il periodo di incubazione dura 2-3 giorni ed è seguito da una fase pre-esantematica di circa 24-36 ore caratterizzata da febbre elevata (39-40°C) ad esordio brusco, mal di gola intenso (angina), cefalea, vomito e dolori addominali. Dopo 1-2 giorni compare un esantema caratterizzato da elementi piccoli di colore rosso vivo, che tendono a confluire senza lasciare zone di cute indenne (aspetto "vellutato"). Il rash inizia generalmente alla radice degli arti, per diffondersi al resto del corpo in circa 24 ore in modo uniforme, lasciando integre solo le zone intorno alla bocca (maschera di Filatov), il palmo delle mani e la pianta dei piedi. Altri segni caratteristici sono il segno della mano gialla (spingendo la mano sull'addome, l'esantema scompare e rimane l'impronta gialla delle dita) e il dermatografismo bianco (strisciando l'unghia sulla pelle rimane un segno bianco). Contemporaneamente al rash sono presenti la lingua "a lampone" e i linfonodi del collo di dimensioni aumentate. L'esantema si attenua in 3-4 giorni lasciando il posto a una desquamazione a lamelle fini. La scarlattina può dare complicanze a distanza, come la glomerulonefrite e la malattia reumatica, quest'ultima possibile causa di problemi articolari e cardiaci. La diagnosi si basa sulla clinica, a cui si può associare l'esecuzione di tampone faringeo per la ricerca dello SBEGA. Il trattamento, da iniziare dopo tampone faringeo, consiste in antibioticoterapia con amoxicillina per 10 giorni e antipiretici per la febbre. La scarlattina non è prevenibile tramite vaccino.

Leggi online il numero di aprile del magazine digitale "A scuola di salute":

Scarica il pdf