Sport estivi, consigli per l'abbigliamento corretto

Sole e caldo mettono a dura prova il fisico dei più piccoli. Difendersi con cappellini, calze e magliette traspiranti. Scegliere le scarpe secondo l'attività preferita.
Stampa Pagina

D'estate bambini e ragazzi possono praticare molto più sport, o moto, rispetto alle altre stagioni dell'anno. Spesso, però, si tralascia un particolare: quale abbigliamento indossare durante l'attività fisica. Ecco alcuni consigli forniti dagli esperti del Bambino Gesù su come vestirsi per ottenere, ad esempio, una corretta traspirazione o su come evitare vesciche e slogature durante una corsa.

COPRICAPO

Un cappellino in tessuto leggero, possibilmente traforato per ottenere una traspirazione ottimale. Meglio se dispone di una visiera frontale, così da garantire un'adeguata protezione in caso di esposizione prolungata al sole. 

T-SHIRT

La maglietta dovrebbe essere di cotone, in colori chiari per riflettere al meglio i raggi solari. È opportuno averne più di una sempre a portata di mano, in modo da cambiarla a metà giornata. Esistono tessuti sofisticati, anche se costosi, quali microfibra e gore tex, che tuttavia sono destinati ad attività di elevato livello agonistico. In ogni caso, preferire i prodotti che garantiscono maggiore sicurezza su materiali e colori.

CALZONCINI

In questo caso la scelta può essere molto libera. Preferire sempre tessuti ad alta traspirazione: cotone su tutti. Il lino è molto delicato.

BIANCHERIA INTIMA

Attenzione agli elastici troppo stretti, che possono provocare fastidiosi arrossamenti in caso di frizione. 

CALZE 

Due consigli: tessuti traspiranti e attenzione alle cuciture. Controllare che all'interno non siano grossolane, in quanto favoriscono la comparsa di dolorose vesciche. Utilizzare calzini o  ‘fantasmini' (piccoli copri-piede in tessuto a scomparsa) all'interno delle scarpe.  

CALZATURE

Le calzature sono il primo sistema di difesa del piede contro i traumi a cui è soggetto. Ad esempio, si possono evitare distorsioni calzando scarpe di tela o tela/pelle, con fondo sagomato per la corsa.
Ogni attività sportiva richiede scarpe adatte: alte a coprire e contenere la caviglia se si pratica il basket, con il fondo piatto in caso di il tennis (su terra rossa) oltre agli scarpini specifici se si gioca a calcio o rugby. 

COSTI

L'abbigliamento sportivo ha raggiunto livelli tecnologici elevatissimi ai quali si contrappongono spese considerevoli, in particolare per chi ha più figli. Allora come fare? La soluzione sta nel pensare a quali capi siano davvero necessari, anche in relazione alle attività che il bambino pratica. È ovvio che ci sono attività sportive che prevedono un gran numero di accessori (basti pensare allo sci) con costi che lievitano notevolmente.
In linea di massima, però, senza ossessione da capo firmato un "completo" costituito da maglietta, calzoncini, scarpe adatte e tuta si può trovare, di buona qualità, a prezzi che non superano i 150 euro.

BUON SENSO

Più in generale, rispettare alcune norme elementari di buon senso. È importante leggere bene le etichette sui capi: meglio se recano la dicitura ‘fibre naturali'. Scegliere prodotti nazionali certificati, preferire capi con colori chiari, un cambio di abiti e avere sempre un asciugamano a disposizione.


a cura di: Attilio Turchetta
Bambino Gesù Istituto per la Salute