Una giornata speciale al Bambino Gesù

Papa Francesco ha incontrato oggi pomeriggio i piccoli pazienti
Stampa Pagina


"Cari bambini, vi ringrazio per i vostri sogni". Queste le parole che Papa Francesco ha pronunciato davanti ai piccoli pazienti e alle loro famiglie nel cuore della sua visita all'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, avvenuta tre giorni prima della notte di Natale. "Gesù vi è sempre vicino – ha affermato il Pontefice, rivolto ai più piccoli – ha un legame speciale con voi".

E mentre sorride ai bambini e con gli occhi rassicura i genitori, accetta in dono un cesto colmo di album di disegni, poesie e preghiere, realizzati negli ultimi giorni dai bambini. Le mani del Santo Padre carezzano il volto dei piccoli e Papa Francesco sembra volersi prendere cura di ogni singolo piccolo paziente, con lo stesso impegno e partecipazione. Attraverso le sue preghiere, come quelle che ha recitato al termine del Salmo 27, letto da un bambino nella cappella dell'Ospedale. Il presidente Giuseppe Profiti ha accolto Papa Francesco con un "Benvenuto nel nostro ospedale, il Suo ospedale, Santità".

Il Papa ha riversato la stessa cura nella visita di ogni singolo reparto, nelle cui stanze ha sempre preferito restare da solo coi bambini malati, senza nessuno al seguito. "Sono qui per voi, piccoli pazienti", aveva anticipato. E così è andata.
Al Pronto soccorso, nella Cappella, in Nefrologia, in Terapia Intensiva, in Oncoematologia e

 anche quando ha visitato tutte le 21 stanze della Pediatria. Una ad una. Con la stessa cura. 

 

"Non c'era solo la mia emozione per la presenza del Santo Padre – ha raccontato il dottor Francesco Emma direttore del Dipartimento di Nefrologia e Urologia – ma anche lo stupore nel vedere una emozione istantanea sui volti dei genitori non appena era possibile intravedere l'ombra del Papa che si avvicinava". 

Papa Francesco si è presentato all'appuntamento coi piccoli pazienti, le famiglie e il personale dell'ospedale con 5 minuti d'anticipo. Il Pontefice è infatti arrivato alle 15.55, accolto dal Presidente Profiti,  dalla Duchessa Maria Grazia Salviati e da un gruppo di bambini di nazionalità diverse. Da quel momento è rimasto al Bambino Gesù per oltre 2 ore e 40, donando le sue attenzioni a tutti i presenti. E chissà che questo non sia solo il primo tempo.

 

 

$titoloGallery

$descrGallery

$titoloGallery

$descrGallery