Visita del Ministro della salute albanese Benquaj al Bambino Gesù

Stampa Pagina

29 October 2014

Politica sanitaria, formazione di medici e infermieri specializzati in ambito pediatrico, organizzazione dell'assistenza ai piccoli pazienti: sono alcuni dei temi al centro dell'incontro che si è svolto ieri mattina, martedì 28 ottobre, al Bambino Gesù tra il presidente dell'Ospedale Pediatrico della Santa Sede, Giuseppe Profiti, e il ministro della Salute della Repubblica di Albania, Ilir Bequaj.

Accompagnato dal direttore sanitario dell'Ospedale, Massimiliano Raponi, e dal direttore dei Servizi di Sanità e Igiene dello Stato della Città del Vaticano, Patrizio Polisca, membro del Consiglio d'Amministrazione del Bambino Gesù, il ministro ha visitato il nuovo reparto di Terapia Intensiva Cardiochirurgica dell'Ospedale Bambino Gesù, recentemente rinnovato nella struttura e nelle dotazioni tecnologiche, nel quale vengono effettuate ogni anno circa 15 trapianti di cuore e 20 assistenze meccaniche per il supporto cardiovascolare.

Nel corso del colloquio tra il presidente Profiti e il ministro Bequaj è stato  rinnovato l'impegno dell'Ospedale della Santa Sede a organizzare nuovi percorsi di aggiornamento e formazione per i pediatri albanesi. L'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù è presente nei Paesi dell'area balcanica da oltre 24 anni con numerosi progetti di cooperazione: dal trattamento chirurgico dei casi urgenti, alla cura delle patologie complesse e alla formazione del personale sanitario locale. La visita del ministro al Bambino Gesù si è svolta a poche settimane dal viaggio apostolico di Papa Francesco in Albania, lo scorso settembre.