Focus: obesità, quando si ricorre all'intervento chirurgico

Se lo stile di vita non basta è possibile ricorrere alla Sleeve gastrectomy o al palloncino endogastrico
Stampa Pagina

31 marzo 2017

In Italia circa il 20% dei bambini è in sovrappeso, mentre il 10% è obeso (dati OKkio alla SALUTE). Molto spesso strategie dietetiche-comportamentali riescono a tenere sotto controllo il problema.
Quindi si può pensare a un intervento chirurgico solo per i casi più gravi.

Chi può essere sottoposto a interventi chirurgici?

Le linee guida internazionali individuano esclusivamente due gruppi di pazienti pediatrici per i quali si può procedere con interventi chirurgici:
- i bambini o adolescenti con indice di massa corporea (BMI) pari o superiore a 50 (obesità patologica severa o superobesità);
- i bambini con un indice di massa corporea superiore a 40 (obesità grave di III grado), associata a steatoepatite o ad altre gravi patologie mediche correlate come il diabete, l'ipertensione o le apnee notturne.
Oltre a questi, vanno tenuti in considerazione anche altri fattori come la maturità fisica e psicologica del paziente, il desiderio di sottoporsi alla procedura, i precedenti tentativi di perdita di peso, la capacità di rispettare le cure mediche di follow-up.

LEGGI ANCHE: Obesità grave

Cos'è la Sleeve gastrectomy?

Uno degli interventi chirurgici è chiamato Sleeve gastrectomy. Consiste nell'asportazione di un tratto verticale di stomaco in modo da rimpicciolire il contenitore gastrico e ridurre l'interesse per il cibo. L'intervento riduce l'apporto alimentare del 50-70%. Le principali complicanze legate a tale intervento, molto rare, sono la formazione di una fistola lungo la sutura o una stenosi del tubulo gastrico, cioè dello stomaco rimpiccolito dall'intervento di Sleeve gastrectomy. Nei pazienti che già soffrivano di reflusso gastrico, inoltre, è possibile un'accentuazione di tale sintomatologia e, in casi molto particolari in cui l'intervento non si associ a modificazioni dello stile di vita, potrebbero non aversi i risultati attesi con la necessità di ricorrere a ulteriori interventi.

Cos'è il palloncino endogastrico?

Un metodo meno invasivo per ridurre le dimensioni interne dello stomaco e indurre un senso di sazietà precoce prevede l'inserimento di un palloncino che viene gonfiato all'interno dello stomaco.All'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù il palloncino viene utilizzato dal 2002. Come tutti i trattamenti per l'obesità richiede la collaborazione del paziente che deve rispettare le indicazioni dietetiche ed iniziare o incrementare l'attività motoria giornaliera. I casi da proporre per la chirurgia dell'obesità vengono selezionati in maniera collegiale e multidisciplinare da dietisti, epatologi, endocrinologi, esperti del metabolismo e psicologi.

Importante: i casi da proporre per la chirurgia dell'obesità vengono selezionati in maniera collegiale e multidisciplinare da dietisti, epatologi, endocrinologi, esperti del metabolismo e psicologi.

 


Leggi online lo speciale di 'A scuola di salute' dedicato alla settima puntata del documentario "I ragazzi del Bambino Gesù":

Scarica il pdf