I robot del MarLab

I dispositivi robotici ad alta tecnologia che aiutano i piccoli pazienti a camminare
Stampa Pagina

06 ottobre 2014

Re-Walk, Anklebot, WAKE-UP, Lokomat sono alcuni dei robot del MARLab, che aiutano i piccoli pazienti a camminare.
I dispositivi robotici ad alta tecnologia sviluppati negli ultimi anni consentono di cambiare radicalmente le abilità dei bambini con problemi motori, rendendoli nuovamente autonomi, sia nella deambulazione che nell'uso delle scale.
I robot rappresentano un'opportunità riabilitativa: con un approccio simile a un video-game, aumentano la motivazione nei piccoli pazienti e attivano la plasticità cerebrale alla base del recupero funzionale degli arti. Tutto questo grazie all'interattività e all'intensità del trattamento.

Le protagoniste della nostra campagna La riabilitazione presso il MARlab sono impegnate con il Lokomat e con il Re-Walk.
Il Lokomat è un robot costituito da quattro componenti principali:

- l'esoscheletro, che viene indossato dal bambino e ne controlla il cammino;
- il tapis-roulant, che si muove in sincronia con i passi del paziente;
- un'imbracatura per alleggerire il peso e ridurre la fatica;
un'interfaccia con la realtà virtuale.

L'utilizzo di sistemi di realtà virtuale, avatar del corpo del bambino che simula il suo cammino in ambienti diversi- consente un approccio ludico alla terapia e motiva il piccolo paziente a proseguire nel programma riabilitativo- spesso molto lungo.

Il Re-Walk è un apparecchio di supporto completo, caratterizzato da motori, giunture e batterie ricaricabili, da un insieme di sensori e da un sistema di controllo computerizzato col quale bambini e ragazzi con disabilità possono tornare a camminare.
Questo robot è stato adattato per l'uso pediatrico dai ricercatori del Bambino Gesù in collaborazione con ARGO Medical Technologies di Haifa (Israele).

Il MARLab è l'unico centro al mondo in cui il Re-Walk viene utilizzato con pazienti di età inferiore a 18 anni.
Ciò che i ricercatori del MARlab fanno, infatti, è adattare le tecnologie esistenti alle esigenze dei bambini. Quando quando questo non è possibile, sviluppano delle soluzioni completamente nuove nell'ottica di dare risposte sempre nuove alle sempre maggiori richieste riabilitative del territorio.Lo studio del movimento e la sua applicazione in ambito clinico, richiedono competenze e interazioni multidisciplinari. Il MarLab è composto da ricercatori provenienti da differenti abiti di formazione: Fisoterapisti, Medici, Ingegneri e Psicologi di età compresa tra i 28 e 40 anni. Quello che i ricercatori e i dottori della Neuroriabilitazione del Bambino Gesù fanno è, da una parte, adattare le tecnologie esistenti alle esigenze del paziente pediatrico, e dall'altra, quando questo non è possibile, sviluppare delle soluzioni completamente nuove.

Con un contributo alla campagna "Il prossimo passo lascerà un'impronta" per la creazione di un nuovo esoscheletro per la riabilitazione, potrai aiutare anche tu tanti bambini a camminare di nuovo.