La Nazionale italiana di calcio in visita al Bambino Gesù

Gli Azzurri hanno incontrato più di 500 bambini e ragazzi ricoverati in oltre 30 reparti. Al Castello dei giochi partite a biliardino, tiri in porta, autografi e selfie per tutti i tifosi
Stampa Pagina

11 ottobre 2019

La Nazionale Italiana di calcio ha visitato la sede del Gianicolo dell'Ospedale. Gli Azzurri, accompagnati dal CT Roberto Mancini e dal presidente FIGC Gabriele Gravina, sono stati accolti dalla Presidente, Mariella Enoc, insieme a una folla di bambini e ragazzi che hanno esposto lo striscione "Il futuro è una storia di bambini", lo slogan scelto per le celebrazioni dei 150 anni di vita dell'Ospedale (1869-2019).

Tutta la squadra si è poi suddivisa in gruppi per incontrare i bambini e ragazzi ricoverati entrando nei diversi reparti dell'Ospedale: dal Pronto Soccorso alle Terapie intensive, dalla Neonatologia alla Pediatria, dalla Cardiologia all'Oncologia. In totale sono stati 30 i reparti visitati e oltre 500 i pazienti coinvolti, ai quali gli Azzurri hanno donato alcuni gadget della Nazionale.


Nel corso della visita al Ct Mancini e al presidente federale Gravina sono stati consegnati un pallone con le firme dei bambini ricoverati e due pettorine decorate con i disegni della ludoteca, che verranno indossate dagli Azzurri nel riscaldamento pre-partita di Italia-Grecia del 12 ottobre.

Al termine del loro tour nei reparti, i giocatori e lo staff dirigenziale degli azzurri si sono poi intrattenuti all'esterno della ludoteca "Il castello dei giochi" dove hanno giocato insieme ai tanti bambini e ragazzi accorsi per l'occasione. Fra tiri in porta e partite a biliardino non sono mancate le occasioni per immortalare, con selfie e foto, un momento che i piccoli tifosi sicuramente non dimenticheranno.

La visita rientra in una serie di iniziative promosse dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio per sostenere la realizzazione dell'Istituto dei Tumori e dei Trapianti del Bambino Gesù.