Il cardinale Pietro Parolin a Palidoro per la mostra "Caro Papa, ti regalo un disegno"

All'inaugurazione sono intervenuti il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il sindaco di Fiumicino Esterino Montino
Stampa Pagina

20 dicembre 2017

Il cardinale Pietro Parolin a Palidoro per la mostra "Caro Papa, ti regalo un disegno"

«Un tesoro prezioso che comunica il mondo visto dai fanciulli: ci fa sentire e vedere il mondo dalla parte dei bambini». Il segretario di Stato della Santa Sede, cardinale Pietro Parolin, ha inaugurato ieri la mostra "Caro Papa Francesco, ti regalo un disegno" nella sede dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Palidoro sul litorale romano. Dalla collaborazione tra la rivista "La Civiltà Cattolica" e il Bambino Gesù, attraverso la mostra e una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi, i disegni donati dai bambini a papa Francesco diventano un dono per altri bambini bisognosi. «Sostenere l'azione del Bambino Gesù – ha affermato Parolin - significa allargare i confini della solidarietà» e «La Santa Sede che ha a cuore il bene dei bambini sostiene con gioia questo progetto».

L'inaugurazione della mostra è stata l'occasione per il segretario di Stato di incontrare pazienti, familiari e personale della struttura di Palidoro ai quali ha rivolto gli auguri di buon Natale. Nel ringraziare quanti da 40 anni hanno lavorato nella sede nella campagna romana rendendola «un riferimento per il sistema sanitario nazionale italiano», il cardinale ha ribadito, secondo le parole di papa Francesco all'udienza dello scorso dicembre con il personale del Bambino Gesù, come «la qualità della cura non dipenda dalla logistica ma dagli spazi del cuore». «Nel servizio di cura – ha proseguito - abbiamo bisogno continuamente di seguire la strada dell'innovazione scientifica e tecnica, mantenendo sempre al centro il paziente e la sua famiglia, rispettandone pienamente i diritti e intercettandone i bisogni». E' questa da sempre «la missione di tutto l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù; per compierla è cruciale che le attività di diagnosi e di cura siano basate su valori evangelici condivisi da tutto il personale e i dirigenti e siano ispirati all'alta professionalità e alla trasparenza».

«Questo ospedale – ha affermato la presidente Mariella Enoc – può donare tantissimo e continua a farlo non solo sotto il profilo dell'accoglienza e della cura, ma anche condividendo il sapere scientifico con i medici di tanti Paesi del mondo».

Un ringraziamento per l'iniziativa della mostra - «un urlo dei bambini che siamo chiamati a recepire» -  e per il lavoro di grande livello svolto dalla struttura di Palidoro per la salute del territorio è venuto dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha visitato il laboratorio di analisi del movimento apprezzando il lavoro dei giovani ricercatori.

I disegni dei bambini esposti nella mostra curata dalla società di produzione "Studio azzurro", con il racconto ingenuo ma senza sconti dei dolori che affliggono i piccoli – la guerra, la fuga sui barconi dei profughi, il mare che inghiotte mani che chiedono aiuto, un mondo senza pace – ha suscitato grande emozione tra i primi visitatori. «È un appello a ciascuno di noi – ha concluso padre Antonio Spadaro, direttore de "La Civiltà Cattolica" – per costruire un mondo migliore. I migliori auguri per il Natale che arriva sono l'invito a rendere questa terra ferita un mondo in cui valga la pena di vivere».