Le eccellenze nella ricerca: la Trapiantologia

Stampa Pagina

Nel 1986 è stato eseguito al Bambino Gesù il primo trapianto di cuore pediatrico.

Negli anni, questa attività è cresciuta ed è stata affiancata dal trapianto renale, polmonare, intestinale e del midollo osseo. Relativamente al midollo osseo, con oltre 150 trapianti/anno, è diventato per volume il più importante centro pediatrico d'Europa ed è anche l'unico ospedale pediatrico europeo a effettuare tutti i trapianti di tessuti e organi possibili nei bambini.

La divisione di Oncoematologia ha recentemente sviluppato un protocollo altamente innovativo per l'utilizzo dei genitori dei bambini come potenziali donatori di midollo, riuscendo a distruggere in vitro, prima del trapianto, i linfociti responsabili del rigetto. La tecnica ha reso possibile, per la prima volta la mondo, per i bambini colpiti da immunodeficienze severe, rare malattie genetiche dell'infanzia, leucemie e tumori del sangue - anche in assenza di un donatore completamente compatibile - il trapianto di midollo da uno dei 2 genitori con percentuali di guarigione sovrapponibili a quelle ottenute utilizzando un donatore perfettamente idoneo.