L'ospedale centro di riferimento per la diagnosi e il trattamento degli errori congeniti del metabolismo

Stampa Pagina

Il Bambino Gesù è un centro di riferimento per la diagnosi e il trattamento degli errori congeniti del metabolismo, un ampio ed eterogeneo gruppo di malattie, che originano da anomalie genetiche che rendono il bambino incapace di eliminare una serie di sostanze tossiche. 
Un settore nel quale l'ospedale è da anni impegnato è quello della "ciboterapia" basata sul controllo di alcune di queste malattie attraverso diete "ristrette" dalle quali viene eliminata la sostanza "tossica" che il paziente non è in grado di metabolizzare.

Da una collaborazione con un gruppo di chef di Eataly, nell'ambito del progetto Metabeat ideato dall'ospedale, sono nate ricette idonee a rendere più appetibili questi cibi e ad aiutare i piccoli pazienti a riscoprire il piacere della cucina e del cibo, insegnando loro (e ai loro genitori) a superare le difficoltà di una dieta obbligata dalle le barriere della 'diversità'.
Il progetto si è allargato oltre i confini delle malattie metaboliche, inglobando anche la dieta chetogenica proposta ad alcuni pazienti con forme di epilessia. Il rapporto tra cibo e salute, ma anche cibo e malattia sarà al centro dei temi che caratterizzeranno, nell'ambito delle iniziative promosse dalla Santa Sede, la presenza e la partecipazione dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù a Expo Milano 2015.

Il progetto si chiama "Nutrire la vita" ed è pensato per raccontare "Il pasto che educa e che cura, dalla parte dei bambini".