Medicina Nucleare

Responsabile: MARIA CARMEN GARGANESE


L'Unità Operativa si occupa della branca della Diagnostica per immagini che utilizza sostanze radioattive (radiofarmaci) sia a scopo diagnostico sia terapeutico. 

 

È l'unico reparto di Medicina Nucleare in Italia che esegue studi scintigrafici soltanto ai bambini e che si trova in un Ospedale Pediatrico.

 

Il ruolo della Medicina Nucleare nella moderna diagnostica per immagini è importante, essendo la più efficace disciplina nella produzione di un sistema di imaging funzionale. Le tecniche di diagnostica consistono nello studio della fissazione di un radionuclide legato a una molecola carrier, che "mima" l'attività metabolica di un tessuto o si fissa a quest'ultimo mediante l'interazione con opportuni recettori. Gli studi scintigrafici sono complementari agli studi radiologici, come per esempio la TC, e completano l'informazione morfologica aggiungendo un'informazione funzionale.

 

Le principali indicazioni della Medicina Nucleare tradizionale in pediatria sono in campo nefro-urologico, oncologico, gastroenterologico, reumatologico ed endocrinologico.

 

Si eseguono tutti i tipi di scintigrafie in circa 2000 pazienti/anno, mediamente circa 8000 prestazioni. I pazienti afferiscono da tutte le unità cliniche (sia come interni sia come esterni).

 

È attivo un ambulatorio congiunto con gli Endocrinologi per il percorso post-chirurgico del bambino affetto da Carcinoma differenziato della tiroide sottoposto a tiroidectomia totale.

 

SEDI E CONTATTI

Roma Gianicolo

Piazza Sant'Onofrio, 4

Padiglione Salviati – Piano -1

 

----------

Email: medicina.nucleare@opbg.net

 

Telefono: (+39) 06 6859 2821

 

Fax: (+39) 06 6859 4525

 

COME SI ACCEDE

Le prestazioni possono essere richieste, con l'indicazione dello specialista, telefonando al numero 06-68592821 dalle 8:00 alle 13:00 dal lunedì al venerdì.

 

Ambulatorio

Reparto di degenza

 

Percorso post-chirurgico del bambino con tiroidectomia totale per carcinoma differenziato

 

Tutta l'attività è superspecialistica perché dedicata alla pediatria, unico centro in Italia. 

 

In sintesi: esperienza nell'approccio ai bambini e alle famiglie, massima attenzione alla radioprotezione, supporto anestesiologico per i non collaboranti.

 

Lo staff è costituito da personale formato a gestire il bambino e caratterizzato da esperienza peculiare. Anche gli studi più lunghi e complessi vengono in genere eseguiti senza ricorrere all'anestesia.

 

Tutte le terapie radiometaboliche vengono impostate ed eseguite in collaborazione con la Fisica Sanitaria che consente di personalizzare i trattamenti mediante studi di Dosimetria, come richiesto dalla normativa vigente, e gestire e aggiornare i periodi di prescrizione dopo la dimissione dalla degenza protetta, permettendo al bambino un più rapido rientro alle sue normali attività quotidiane.

 

Scuola di specialità in Medicina Nucleare UCSC. Formazione "extrarete" di medici nucleari di varia provenienza.