Morbillo: cosa c'è da sapere

Tutte le informazioni utili sulla malattia esantematica diffusa in tutto il mondo: il picco di incidenza è in inverno e in primavera
Stampa Pagina

Il morbillo è una malattia infettiva esantematica causata da un virus che si chiama Paramyxovirus, diffusa in tutto il mondo. È molto contagioso e colpisce soprattutto bambini tra i 3 e i 10 anni con picco di incidenza in inverno e primavera.

Il contagio può avvenire tramite inalazione di goccioline di muco e saliva infette dal 7° giorno di incubazione al 5° giorno dopo la comparsa dell'esantema.
Il morbillo, una volta contratto, dà un'immunità permanente.
 

MANIFESTAZIONI CLINICHE

Il periodo di incubazione dura 7-14 giorni ed è seguito da un periodo pre-esantematico durante il quale compaiono febbre elevata, malessere, congiuntivite, tosse secca insistente, e le caratteristiche macchie di Koplik, piccole macchie biancastre sulla mucosa della guancia.

Dopo 2-4 giorni, la febbre tende a scendere ma ricompare poco dopo insieme al caratteristico esantema, inizialmente dietro la nuca e dietro le orecchie, per poi diffondersi al volto, al tronco e agli arti.
L'esantema è caratterizzato da piccole macchie cutanee rosso scuro, lievemente rilevate e confluenti, talvolta pruriginose.
Dopo un paio di giorni, l'esantema tende a impallidire nelle sedi che erano state colpite per prime, compare una desquamazione molto leggera e infine si ha una completa risoluzione del quadro cutaneo. Nel periodo della convalescenza le condizioni generali del bambino migliorano progressivamente. In questo periodo possono tuttavia comparire le complicanze dovute all'abbassamento delle difese immunitarie causato dal morbillo, come polmonite, otite e meningoencefalite.
La più temibile complicanza, seppur rara, è la Panencefalite Subacuta Sclerosante, che compare circa 7-10 anni dopo l'infezione.

La diagnosi di morbillo è prettamente clinica. In caso di sospetto, si può effettuare la ricerca di anticorpi specifici e del virus su sangue. Il trattamento consiste solo nel controllo dei sintomi, non esiste terapia specifica. Il morbillo è una malattia prevenibile tramite vaccinazione.


Leggi online il numero di aprile del magazine digitale "A scuola di salute":

Scarica il pdf


Approfondimento a cura della dott.ssa Maia De Luca tratto dall'uscita di aprile del magazine multimediale "A scuola di salute"