Nuovo Coronavirus: come si trasmette il virus

Il nuovo Coronavirus SARS-CoV-2 si trasmette in modo molto simile all'influenza e ad altri virus respiratori
Stampa Pagina

23 aprile 2020


I Coronavirus sono virus che circolano normalmente negli animali e nell'uomo. Nell'uomo sono i primi responsabili del comune raffreddore. In alcuni casi i Coronavirus possono passare dagli animali all'uomo.
Questo nuovo Coronavirus (SARS-CoV-2) è il terzo Coronavirus a fare il salto di specie dall'animale all'uomo negli ultimi 20 anni, dopo il Coronavirus che provoca la Sindrome Respiratoria Acuta (SARS), verificatasi in Cina nel 2003, e il Coronavirus che causa la Sindrome Respiratoria Mediorientale (MERS), emersa in Medio Oriente (Giordania e Arabia Saudita) nel 2012. Il SARS-CoV-2 causa invece la malattia COVID-19 (sigla decisa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità in cui "CO" sta per "corona", "VI" per virus e "D" per "disease", che vuol dire "malattia" in inglese). 

Il nuovo Coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente da persona a persona attraverso il contatto stretto con una persona malata.
La via principale è quella diretta dove il virus si trasmette attraverso le goccioline respiratorie che vengono prodotte quando una persona infetta tossisce, parla o starnutisce.
Tuttavia è possibile che il virus rimanga sulle superfici alcune ore, anche se è ancora in fase di studio e quindi, toccando con le mani superfici potenzialmente infette potremmo acquisire l'infezione. È pertanto fondamentale lavarsi sempre le mani prima di toccare bocca, naso o occhi.
La principale via di trasmissione del virus, secondo l'OMS, in base ai dati attuali disponibili, avviene attraverso il contatto stretto con persone sintomatiche. Tuttavia, è possibile che persone nelle fasi iniziali dell'infezione, e quindi asintomatiche o paucisintomatiche, possano trasmettere il virus.

Il nuovo Coronavirus è un virus che non aveva mai circolato prima.
Questo significa che tutti siamo suscettibili alla malattia ed è molto facile prendere il virus se lo incontriamo. Ogni persona malata può trasmettere il virus a 2-3 persone se la distanza fra di loro è meno di un metro. L'infezione può, quindi, propagarsi molto velocemente in tutta la popolazione causando molti casi tutti insieme in poche settimane.
È per questo che l'unica arma disponibile per rallentare la diffusione è fare in modo che le persone non si incontrino (misure di distanziamento sociale) riducendo al minimo i propri contatti.

Il nuovo Coronavirus SARS-CoV-2 non si trasmette attraverso gli alimenti, pertanto non è necessario evitare degli alimenti o modificare le proprie abitudini alimentari. La situazione è in rapida evoluzione e le informazioni vengono aggiornate giorno per giorno dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Ministero della Salute.
In ogni caso bambini, anziani e persone con condizioni di rischio come malattie croniche devono fare particolare attenzione a rispettare le regole di base per la prevenzione delle malattie infettive respiratorie (soprattutto lavarsi spesso le mani) per evitare di ammalarsi.

Sfoglia online lo speciale di 'A scuola di salute' dedicato al Nuovo Coronavirus:

ATTENZIONE
In caso dovessi accusare sintomi sospetti, prima di recarti in Ospedale, chiama il numero 1500. Avrai tutte le informazioni e le risposte alle tue domande, a cura degli specialisti del Ministero della Salute. Per altre informazioni, è possibile consultare il portale Salute Lazio.

Sfoglia online il Percorso di Cura e Salute sul Nuovo Coronavirus:


a cura di: Caterina Rizzo
Certificazioni, Percorsi Clinici ed Epidemiologia
in collaborazione con: