Oncoematologia

Responsabile: Prof. Franco Locatelli


Sede: Roma Gianicolo (Pad. Sant'Onofrio - 3° piano) - DH e Ambulatorio (Padiglione Giovanni Paolo II 3° piano)

mail: angela.mastronuzzi@opbg.net

Tel. 06.6859.2129

Fax. 06.6859.2292

Ogni anno vengono diagnosticati/trattati presso il nostro Centro circa 200 nuovi pazienti affetti da neoplasie del sistema emolinfopoietico e da tumori solidi.

 

Nello specifico le patologie trattate sono:

 

- Coagulopatie congenite e acquisite, emorragiche e trombotiche

 

- Istiocitosi

 

- Leucemie linfoblastiche acute

 

- Leucemie mieloidi acute

 

- Leucemie croniche

 

- Linfomi non-Hodgkin

 

- Linfomi di Hodgkin

 

- Neuroblastoma

 

- Retinoblastoma

 

- Sindromi Mielodisplastiche

 

- Tumori del Sistema Nervoso Centrale

 

- Sarcomi dei tessuti molli (rabdomiosarcomi e altri sarcomi delle parti molli)

 

- Tumori renali

 

- Tumori epatici

 

- Tumori a cellule germinali

 

- Tumori ossei

 

- Tumori rari (ad es. carcinomi, carcinoidi, melanomi, tumori gonadici non germinali, feocromocitoma, blastoma pleuropolmonare)

 
Come si accede

È permesso ad una sola persona di rimanere 24 ore su 24 accanto al bambino ricoverato.

 

Il cambio tra i familiari è consentito tra le 8:30 e le 9:00, tra le 12:30 e le 13:30 e tra le 19:30 e le 20:30. 

 

Nell'interesse dei piccoli pazienti, non è consentito l'ingresso ai visitatori. Il colloquio con i sanitari è possibile in ogni momento della giornata.

 

Trattamento delle Leucemie Acute ricadute

Un'assai larga proporzione di pazienti affetti da leucemie acute ottengono una guarigione completa con i moderni protocolli chemioterapici di prima linea. Quando, tuttavia, la malattia si ripresenta, il recupero dei pazienti è largamente proporzionale all'expertise sviluppata dal gruppo che si fa carico del programma terapeutico del bambino ricaduto. Il Dipartimento di Onco-ematologia è in grado di offrire il più qualificato trattamento chemioterapico e trapiantologico per i pazienti pediatrici con leucemia acuta ricaduta, potendo rendere disponibili, oltre ai trattamenti convenzionali, i farmaci più nuovi e le strategie trapianto logiche più sofisticate e innovative. In particolare, il nostro Centro, coordina il Protocollo nazionale per le Leucemie Linfoblastiche Acute ricadute. 

 

 

Trattamento delle neoplasie cerebrali

Nel corso degli ultimi anni l'attività di neuro-oncologia presso l'Ospedale Bambino Gesù di Roma, ha avuto una particolare espansione grazie alla presenza, nell'ambito dello stesso istituto ospedaliero di competenze pediatriche, neuro-oncologiche mediche, neuro-chirurgiche e neuro-radiologiche. A quest'attività diagnostico-terapeutica, fa riscontro, altresì, un collegamento diretto con il servizio di neuro-riabilitazione dove i pazienti, al termine del trattamento chirurgico, radiante o citostatico, trovano le migliori risposte per ripristinare un'adeguata funzione neuromotoria. Alla luce di quanto sopra riportato, è evidente come l'Ospedale Bambino Gesù di Roma rappresenti un punto di assoluta eccellenza per la diagnosi e la terapia dei tumori del sistema nervoso centrale che interessano l'attività pediatrica.

 

 

Diagnosi e terapia del retinoblastoma

Il Retinoblastoma rappresenta uno dei tumori più caratteristici dell'età pediatrica la cui prognosi è andata progressivamente migliorandosi in termini di sopravvivenza dei malati sia in termini di conservazione di un'adeguata funzione visiva. Grazie alla stretta interazione tra il Dipartimento di Onco-ematologia e l'Unità Operativa di Oculistica dell'Ospedale, i bambini affetti da questa neoplasia possono trovare la più adeguata risposta terapeutica alle differenti situazioni cliniche che possono configurarsi nell'ambito di questa patologia. L'elevato numero di casi trattati e la qualificazione specifica nel settore hanno portato il Dipartimento di onco-ematologia a rivestire un ruolo di guida e coordinamento in Italia nell'ambito di questa peculiare forma di tumore.
 

Diagnosi e terapia del retinoblastoma

Il Retinoblastoma rappresenta uno dei tumori più caratteristici dell'età pediatrica la cui prognosi è andata progressivamente migliorandosi in termini di sopravvivenza dei malati sia in termini di conservazione di un'adeguata funzione visiva. Grazie alla stretta interazione tra il Dipartimento di Onco-ematologia e l'Unità Operativa di Oculistica dell'Ospedale, i bambini affetti da questa neoplasia possono trovare la più adeguata risposta terapeutica alle differenti situazioni cliniche che possono configurarsi nell'ambito di questa patologia. L'elevato numero di casi trattati e la qualificazione specifica nel settore hanno portato il Dipartimento di onco-ematologia a rivestire un ruolo di guida e coordinamento in Italia nell'ambito di questa peculiare forma di tumore.

 

 

 

Sperimentazione di nuovi farmaci

Nel corso dei decenni, al fine di implementare le percentuali di sopravvivenza dei bambini affetti da neoplasie è emersa la necessità di associare alla chemioterapia convenzionale una "terapia personalizzata". L'utilizzo di farmaci con target molecolare permette di disegnare il trattamento in base al profilo di espressione di specifiche proteine tumorali coinvolte nella genesi e nella progressione neoplastica. Il Dipartimento di Onco-ematologia è membro dell'ITCC (Innovative Therapies of Childhood Cancer), consorzio pediatrico europeo per lo sviluppo e la validazione di terapie innovative per i tumori dell'età pediatrica. Presso il Dipartimento sono già attivi numerosi studi basati sull'impiego di nuovi farmaci sia nell'ambito delle neoplasie ematologiche sia nell'ambito dei tumori solidi del bambino. Per diversi di questi studi l'Ospedale Bambino Gesù svolge un ruolo di coordinamento nazionale.

 

Medico

Dott. Mattia Algeri

Dott.ssa Alice Bertaina

Dott.ssa Letizia Pomponia Brescia

Dott.ssa Antonella Cacchione

Dott.ssa Roberta Caruso

Dott.ssa Aurora Castellano

Dott.ssa Maria Giuseppina Cefalo

Dott.ssa Valentina Coletti

Dott. Raffaele Cozza

Dott.ssa Francesca Del Bufalo

Dott.ssa Maria Debora De Pasquale

Dott. Luigi De Sio

Dott.ssa Stefania Gaspari

Dott.ssa Katia Girardi

Dott.ssa Barbarella Lucarelli

Dott. Matteo Luciani

Dott.ssa Angela Mastronuzzi

Dott. Pietro Merli

Dott.ssa Evelina Miele

Dott. Giuseppe Maria Milano

Dott.ssa Daria Pagliara

Dott.ssa Maria Rita Pinto

Dott.ssa Mariateresa Romano

Dott.ssa Annalisa Serra

Dott.ssa Luisa Strocchio

Dott.ssa Luciana Vinti.

 

Infermieristico

Coordinatore: Ciaralli Italo

 

Collaborano inoltre:

Dott. Carlo Baronci

Dott.ssa Valentina Cirillo

Dott.ssa Angela Di Giannatale

Dott.ssa Federica Galaverna

Dott.ssa Eliana Ruberto

Dott.ssa Ida Russo

La ricerca scientifica clinico-traslazionale svolta nell'ambito della nostra Unità Operativa e del Dipartimento di Onco-ematologia è dedicata all'identificazione dei meccanismi molecolari alla base delle patologie oncologiche dell'età pediatrica.

 

La miglior conoscenza biologica della malattia si traduce nell'identificazione e nella sperimentazione di nuovi farmaci per la cura delle leucemie e dei tumori solidi del bambino.

 

Responsabile: Prof. Franco Locatelli

Medico referente per il portale: Dott.ssa Angela Mastronuzzi

 

Roma (Gianicolo) - Padiglione Sant'Onofrio

Tel. (+39) 06.6859.2125 

Tel. (+39) 06.6859.2369

Segreteria: (+39) 06.6859.2129

Fax. (+39) 06.6859.2292

email: angela.mastronuzzi@opbg.net

 

Attività

Il reparto di degenza, recentemente ristrutturato e situato nel Padiglione Sant'Onofrio, è dotato in totale di 40 posti letto. In particolare, al piano III troviamo un primo reparto dotato di 30 posti letto, mentre al I piano e' situata la Struttura Semplice di "Terapia e innovazione Oncoematologica" dotata di altri 10 posti letto. 

 

Ogni stanza di degenza è munita di bagno privato. 

 

L'assistenza clinica è garantita da personale medico e  infermieristico altamente qualificato e specializzato. È garantita la presenza di uno specialista onco-ematologo 24 ore su 24. 

  

La modernità degli ambienti e la vivacità dei decori rendono più confortevole la degenza dei piccoli malati e delle loro famiglie. 

 

A questo si aggiungono: 

 

 - un servizio scolastico per ogni fascia di età;

 - la disponibilità, per ogni posto letto, di un computer con connessione ad internet;

 - attività ludico-ricreative e clownterapia;

 - ambienti esclusivamente dedicati ai genitori dei ricoverati (cucina, sala relax, lavanderia);

 - servizio di volontariato per supportare le famiglie nelle esigenze quotidiane. 

 

Informazioni Utili

È permesso ad una sola persona di rimanere 24 ore su 24 accanto al bambino ricoverato.

 

Il cambio tra i familiari è consentito tra le 8:30 e le 9:00, tra le 12:30 e le 13:30 e tra le 19:30 e le 20:30. 

 

Nell'interesse dei piccoli pazienti, non è consentito l'ingresso ai visitatori. 

 

Il colloquio con i sanitari è possibile in ogni momento della giornata.

I ricoveri sono convenzionati con il SSN – Servizio Sanitario Nazionale. 

Per i pazienti stranieri è possibile il ricovero, qualora indicato, previo contatto con l'URP. 

 

Con l'Associazione Davide Ciavattini, viene svolta opera di informazione ed assistenza alle famiglie dei piccoli pazienti. 

 

 

Tel. (+39) 06.6859.2129

Fax. (+39) 06.6859.2292

 

Attività

NORA (Non Operative Room Anesthesia)
 

Il percorso diagnostico e terapeutico dei pazienti affetti da malattie oncoematologiche comprende la periodica esecuzione di procedure invasive associate a sintomatologia dolorosa quali agoaspirati midollari, biopsie osteomidollari e rachicentesi. Presso il Day-Hospital dell'Oncoematologia è quotidianamente attivo un Servizio di sedazione ed analgesia che permette ai piccoli pazienti di essere sottoposti a queste procedure in assenza di dolore e in un ambiente rassicurante e conosciuto quale quello del Day-Hospital.

   

 

Servizio epidemiologico-statistico e di data management

In virtù dell'elevato numero di pazienti diagnosticati e trattati presso la struttura e della rilevante attività scientifica del Dipartimento, si è strutturato un servizio deputato alla raccolta, validazione e analisi dei dati clinico-epidemiologici dei pazienti afferenti presso il Dipartimento. Sofisticate competenze biostatistiche permettono la realizzazione di tutte le più complesse analisi mirate all'identificazione di fattori prognostici e alla definizione di outcome terapeutici.

 

Servizio di psico-oncologia
Presso il Dipartimento svolge attività di supporto un Servizio di  Psico-oncologia mirato a tutelare il benessere psico-fisico dei piccoli pazienti e delle loro famiglie affrontando tutte le problematiche di tipo psicologico che possono inerire a una diagnosi di neoplasia. In particolare, vengono affrontate tutte le criticità relative alle situazioni di stress psicologico.

 

 

Laboratorio di Oncoematologia

- Citogenetica e biologia molecolare

- Citofluorimetria

- Studio dell'amplificazione dell'oncogene NMYC nel neuroblastoma e nelle neoplasie del sistema nervoso centrale

- Studio del profilo di espressione molecolare nelle neoplasie a prognosi sfavorevole

 

Tel. (+39) 06.6859.2129

Fax. (+39) 06.6859.2292

 

Attività

In virtù dell'elevato numero di pazienti trattati e del sempre crescente numero di soggetti guariti, presso il Dipartimento di Onco-ematologia si è strutturato un servizio di monitoraggio degli effetti collaterali che si possono potenzialmente sviluppare sul lungo termine. Questo servizio trae beneficio dalla presenza presso l'Ospedale Bambino Gesù di diverse competenze multidisciplinari pediatriche quali l'endocrinologia, la cardiologia, la bronco-pneumologia, la neuro-riabilitazione etc. Nel merito sono stati sviluppati e strutturati grazie alla collaborazione con le differenti unità operative interessate ai  percorsi  diagnostico-terapeutici per i diversi tipi di effetti collaterali a distanza.

 

Un'equipe multispecialistica si occupa del follow-up a lungo termine dei pazienti guariti da patologia neoplastica: i moderni approcci diagnostici e le sempre più mirate strategie terapeutiche hanno reso, infatti, i tumori pediatrici delle malattie largamente guaribili. Da questa constatazione ne deriva che vi è la necessità di seguire una sempre più ampia popolazione di lungo-sopravviventi con peculiari esigenze di assistenza multidisciplinare finalizzata a prevenire, individuare precocemente e trattare le sequele a distanza non solo della malattia di base, ma anche delle terapie praticate. 

 

Responsabile: Prof. Franco Locatelli

 

Roma Gianicolo

Tel. (+39) 06.6859.2129

 

Attività

Il Dipartimento di Onco-Ematologia ha strutturato un servizio di assistenza domiciliare per tutti i pazienti che risiedono, anche temporaneamente, nell'area urbana del Comune di Roma. 

Questo progetto è stato avviato nel febbraio 2009, con l'intento di "portare" l'Ospedale nelle case dei malati, garantendo ai piccoli pazienti un'adeguata continuità di cure. 

L'assistenza domiciliare è stata sviluppata nell'ambito di un programma integrato volto a migliorare la qualità di vita dei pazienti.

 

Il servizio coinvolge un medico e 3 infermieri dedicati, oltre a infermieri e psicologi del Dipartimento ed è rivolto a: 

 

- pazienti che, indipendentemente dallo stato di malattia, possano giovarsi di prestazioni sanitarie erogabili a domicilio, dalle ore 7 alle ore 22 (Ospedalizzazione domiciliare); 

 

- pazienti in fase avanzata e irreversibile di malattia in cui non si hanno più prospettive di guarigione, 24 ore su 24 (assistenza domiciliare palliativa). 

 

La qualità dell'assistenza garantita a domicilio del malato è pari a quella raggiungibile tra le mura ospedaliere. Le prestazioni erogate comprendono: controlli clinici, prelievi, manutenzione del catetere venoso centrale, antibioticoterapia e altre terapie antiinfettive endovenose, nutrizione parenterale, trasfusioni di emoderivati, terapia del dolore, assistenza psicologica e spirituale.

 

Responsabile: Dott.ssa Aurora Castellano

Responsabile: Dott.ssa Annalisa Serra

Medico Referente per il Portale: Dott.ssa Antonella Cacchione

 

Roma Gianicolo - Padiglione Giovanni Paolo II - 3° piano

Tel. (+39) 06.6859.2364

Fax. (+39) 06.6859.2242

email: annalisa.serra@opbg.net

email: antonella.cacchione@opbg.net

 

Attività

Il Day Hospital di Onco-Ematologia è un servizio annesso al reparto di Onco-Ematologia pediatrica, al quale è strettamente collegato, e si rivolge a pazienti affetti da patologia pediatrica oncologica ed ematologica. La struttura accoglie una media di 90-120 bambini al giorno.

La formula del Day Hospital consente di effettuare i trattamenti necessari nell'arco di una giornata, evitando così di far trascorrere ai pazienti e ai genitori la notte in Ospedale.

Il Day Hospital è aperto dal lunedì al sabato, dalle 7.30 alle 19.30. Per i pazienti che devono trascorrere una giornata in Day Hospital sono previsti colazione e pranzo come durante il ricovero e sono disponibili servizi quali la scuola e svariate attività ludiche. Il Day Hospital occupa una struttura completamente dedicata al servizio dove, oltre agli ambulatori e alle stanze di degenza, sono presenti una sala d'aspetto, una sala giochi e una cucina.

Inoltre, al piano -1 del Padiglione Giovanni Paolo II è situata un'area dedicata a pazienti che hanno da poco subìto un trapianto di cellule staminali. Tale area accoglie circa 15 pazienti al giorno.

 

Come si accede

 

Per ulteriori informazioni relative alle attività di Day Hospital è possibile contattare il numero 06.6859.2364 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 17.30.

 

Gli appuntamenti in Day Hospital possono essere prenotati solo previo accordo con il medico di riferimento dello staff.

 

Per gli appuntamenti ambulatoriali contattare il 06.6859.2178 dalle ore 11.00 alle ore 13.00

 

Per inviare fax 06.6859.2242

 

 

Prestazioni ed Esami

Presso il Day-Hospital si effettuano:

 

- Esami diagnostici a completamento di stadiazione di malattia

 

- Rivalutazioni di malattia in corso di trattamento

 

- Controlli clinici, ematochimici durante e dopo il trattamento e nei pazienti fuori terapia

 

- Supporto antiinfettivo e monitoraggio per i pazienti in trattamento chemioterapico dopo la dimissione dal reparto

 

- Consulenze multispecialistiche

 

- Trasfusioni di emoderivati e altre terapie di supporto in corso di tossicità da chemioterapici

 

- Supporto trasfusionale e clinico assistenziale/strumentale per i pazienti talassemici

 

- Chemioterapie che non richiedono ospedalizzazione prolungata

 

- Radioterapia

 

- Procedure diagnostico-terapeutiche e rimozione cateteri venosi centrali in sedazione (NORA)

 

- Valutazione iniziale a selezione dei pazienti avviati a trapianto di cellule staminali emopoietiche

 

- Valutazione iniziale a selezione dei donatori consanguinei di cellule staminali emopoietiche

 

- Counseling psicologico

 

 

Responsabile: Dott.ssa Giuseppina Li Pira

 

Roma Gianicolo - Roma-Gianicolo (Padiglione Gerini, piano -1)

Tel. (+39) 06.6859.2892/4484

Fax. (+39) 06.6859.4074

email: unitamanipolazionecellulare@opbg.net

 

Attività

Il laboratorio di Manipolazione Cellulare afferisce al Dipartimento di Onco-Ematologia e Terapia Cellulare e Genica e, nell'ambito del Programma Trapianti, svolge attività di manipolazione cellulare relativa alla processazione, caratterizzazione, crioconservazione e scongelamento di cellule staminali emopoietiche e linfociti T nonché allo stoccaggio.

 

Le principali attività sono rappresentate da:

- Deplezione di linfociti T TCRab e linfociti B CD19 da cellule staminali emopoietiche ottenute da donatore aploidentico

- Selezione positiva di cellule staminali emopoietiche CD34 ottenute da donatore aploidentico

- Purificazione di cellule mononucleate mediante gradiente di densità in sistemi chiusi automatizzati

- Rimozione manuale e automatica di plasma da sangue midollare o da aferesi

- Rimozione di eritrociti da sangue midollare mediante sistemi chiusi automatizzati per gestione ABO incompatibilità e per criopreservazione

- Scongelamento manuale e automatico per rimozione di DMSO e a letto del paziente

- Valutazione citofluorimetrica delle cellule staminali CD34 sia nel sangue periferico che nei prodotti mobilizzati

- Valutazione citofluorimetrica dell'immunofenotipo del sangue periferico e delle varie fasi delle varie procedure di manipolazione

- Controlli di qualità (vitalità e test clonogenico) su prodotti criopreservati per valutazione idoneità all'infusione

 

Il laboratorio comprende aree non classificate e aree classificate costituite da una camera bianca a contaminazione controllata nella quale viene svolta l'attività di manipolazione e aree di crioconservazione nelle quali sono localizzati i contenitori d'azoto liquido per lo stoccaggio delle cellule.

Il laboratorio di Manipolazione Cellulare interagisce operativamente con diverse unità OPBG e con strutture esterne all'OPBG con le quali è in essere un Service Level Agreement.

 

Sistema Qualità

Il Laboratorio di Manipolazione Cellulare ha sviluppato un sistema qualità conforme agli standard internazionali JACIE (Joint Accreditation Committee of ISCT and EBMT) e ai requisiti normativi nazionali per gli istituti dei tessuti ispezionati dal Centro Nazionale Trapianti (CNT) e del Centro Nazionale Sangue (CNS).

 

Aree di eccellenza

Il laboratorio si distingue per eccellenza e particolare competenza nelle manipolazioni di prodotti cellulari a scopo terapeutico tra le quali deplezione di linfociti T TCRab e linfociti B CD19, selezione positiva di cellule staminali CD34, purificazione di cellule mononucleate destinate a procedure di terapia genica, deplezione di linfociti T CD45RA, selezione positiva di linfociti T patogeno-specifici.

Dal 2012 ad oggi, il personale del laboratorio di Manipolazione Cellulare ha eseguito oltre 350 procedure di deplezione di linfociti TCRab/CD19 per il trapianto da donatore aploidentico.

 

Il Laboratorio partecipa attivamente alla manipolazione di prodotti cellulari (cellule staminali emopoietiche e linfociti T) destinati ai trials clinici del Programma Trapianti diretto dal Prof F. Locatelli, tra i cui:

- Protocollo Caspacide (linfociti T trasdotti con il gene suicida inducible caspase-9 infusi dopo il trapianto per ridurre il rischio di infezioni severe nei primi mesi dopo il trapianto e il rischio di ricaduta nei pazienti con leucemia acuta)

- Protocollo BBB (cellule staminali CD34 modificate geneticamente e infuse in pazienti affetti da emoglobinopatie)

- CAR T GD2 (linfociti T esprimenti recettori chimerici anti GD2 per il trattamento del neuroblastoma)

- CAR T CD19 (linfociti T esprimenti recettori chimerici anti CD19 per il trattamento dei disordini linfoproliferativi del compartimento B)

- TRACE (linfociti T virus-specifici per il trattamento delle infezioni da CMV, EBV e AdV dopo trapianto di cellule staminali aploidentiche)

 

Personale

Biologico

Simone Biagini

Elisabetta Cicchetti

Elia Girolami

Giuseppina Li Pira

 

Medico

Giuseppe Palumbo

 

Tecnico

Manuel Broglia

Gianpiero Conflitti

David Malaspina

 

Laboratorio

Simone Biagini

 

Tirocini e Formazione

 

Per richiedere la frequenza per Tirocinio e Formazione contattare il Responsabile, Dr.ssa Giuseppina Li Pira.

 

 

Collaborazioni

Joint Accreditation Committee-ISCT & EBMT (JACIE) - www.jacie.org

European Society for Blood and Marrow Transplantation (EBMT) - www.ebmt.org

Centro Nazionale Trapianti - www.trapianti.salute.gov.it/cnt/cnt.htm

ICMED - www.icmed.net

Responsabile: Dott. Marco Andreani