Patologia Congenita dell’Esofago

Responsabile: ANDREA CONFORTI


L'Unità Operativa Semplice di Patologia Congenita dell'Esofago è Centro di riferimento per la diagnosi e la cura delle patologie esofagee presenti fin dalla nascita. Si avvale delle più sofisticate tecnologie neonatologiche, intensivistiche, anestesiologiche e chirurgiche e lavora con le più moderne e riconosciute tecniche per migliorare la qualità di vita del bambino.

 

La presa in carico del neonato con questo tipo di patologie è globale e coinvolge tutta la famiglia; per questo all'interno del percorso di cura è previsto l'affiancamento dei professionisti dell'Unità Operativa di Psicologia Clinica e la condivisione costante con i genitori delle strategie di trattamento e delle condizioni cliniche dei bambini.

 

Il team della Patologia Congenita dell'Esofago collabora con le Unità Operative di Terapia Intensiva Neonatale, con l'Area intensiva Post-Chirurgica e STEN e la Semi-Intensiva Medica Neonatale e Follow-up, per l'assistenza respiratoria intensiva ai bambini.

 

L'Unità dispone di posti letto dedicati all'interno del Reparto di Degenza di Chirurgia Neonatale e assiste ogni anno circa 25 neonati e lattanti. 

 

SEDI E CONTATTI

Roma Gianicolo

Piazza Sant'Onofrio, 4

Padiglione Pio XII – Piano 3

 

Roma San Paolo

Viale di San Paolo, 15

Stanza B13 e B14

 

----------

Emaildipartimentoneonatologia@opbg.net

 

Telefono:

Segreteria

(+39) 06 6859 2523

Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00

 

COME SI ACCEDE

L'Unità svolge la sua attività in regime ambulatoriale, di ricovero ordinario programmato, ricovero in urgenza e di Day Hospital.

 

Le prestazioni ambulatoriali si prenotano con impegnativa del Servizio Sanitario Nazionale tramite il Centro Unico Prenotazioni (CUP).

 

Le prestazioni in Day Hospital per i bambini in follow-up si prenotano al numero di segreteria di Reparto (+39) 06 6859 2523 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

 

Reparto di Degenza

Ambulatorio

Day Hospital

L'Unità Operativa di Patologia Congenita dell'Esofago è specializzata nel trattamento di:

 

  • Atresia esofagea, in particolare con ampia distanza tra i monconi esofagei (cosiddetta atresia esofagea "long gap");
  • Casi complessi, già precedentemente trattati con successo "parziale", con anastomosi non effettuata;
  • Esofagostomia cervicale;
  • Anomalie congenite associate complesse, in particolare cardiache e laringo-tracheali (ad esempio cleft tracheo-esofageo), associazione VACTERL e Sindrome CHARGE.

 

Gli specialisti dell'Unità Operativa utilizzano un sistema standardizzato per la misurazione preoperatoria del gap esofageo nei diversi tipi di atresia esofagea e si occupano prima di un intervento chirurgico della valutazione della motilità delle corde vocali.

 

L'Unità di Patologia Congenita dell'Esofago organizza e svolge corsi di Educazione Continua in Medicina (ECM) per la formazione del personale sanitario, anche esterno all'Ospedale.