« Indietro

"La raccolta delle briciole" in favore del CCPM dai parrocchiani di Santa Teresa Riva

"La raccolta delle briciole" in favore del CCPM dai parrocchiani di Santa Teresa Riva

Stampa Pagina

Due paia di forbici e due pinze per il Centro Cardiologico Pediatrico Mediterraneo-Bambino Gesù di Taormina saranno acquistate con i fondi della "raccolta delle briciole", l'iniziativa benefica promossa dal Santuario Santa Maria del Carmelo di Santa Teresa Riva guidata da don Fabrizio Subba.

La parrocchia è riuscita infatti a raccogliere oltre mille euro che saranno impiegate per dotare la sala operatoria del CCPM di nuovi e importanti strumenti per gli interventi ai cuoricini dei piccoli pazienti. La bella notizia è stata comunicata direttamente da una delegazione di fedeli del Santuario santateresino ai vertici del CCPM nel corso di una visita al Centro taorminese coordinata dall'Associazione Bambino Gesù Onlus, alla presenza di don Subba e di don Francesco Venuti, cappellano dell'ospedale San Vincenzo di Taormina.

I soldi per l'acquisto dei nuovi attrezzi per i medici del CCPM, sono stati raccolti dentro alcuni salvadanai consegnati ai fedeli dalla parrocchia della cittadina jonica.

Recependo l'invito dell'Arcivescovo di Messina, mons. Calogero La Piana, che aveva esortato i responsabili delle parrocchie della diocesi messinese a raccomandare ai propri fedeli di evitare gli sprechi, don Fabrizio ha voluto promuovere l'iniziativa solidale per fare in modo che le monetine da uno, due e cinque centesimi, spesso poco utilizzati e disseminati qua e là in portafogli e borse, soprannominate "le briciole" appunto, potessero essere utilizzati per attività benefiche. E così, all'inizio della Quaresima, don Fabrizio ha donato ai propri parrocchiani alcuni contenitori nei quali inserire le monete anche di piccolo taglio da devolvere in beneficenza. I fedeli hanno subito accolto con entusiasmo la proposta, invitando anche loro parenti ed amici a fare lo stesso in nome della solidarietà.

I salvadanai, una volta pieni di monetine, sono stati rotti come nella migliore delle tradizioni e la sorpresa positiva è stata quella di essere riusciti ad accumulare, in appena poche settimane, una cifra ragguardevole, oltre un migliaio di euro, tale da consentire l'acquisto di forbici e pinze per agevolare il lavoro dei cardiochirurghi impegnati, nella sala operatoria, a curare i bambini.

Soddisfazione per la bellissima e meritoria iniziativa è stata naturalmente espressa dai vertici del CCPM che hanno accolto con piacere, ringraziandoli, i fedeli santateresini che hanno così consegnato personalmente al Centro i frutti della loro raccolta.