« Indietro

Fondazione Bambino Gesù, dal cardinal Bertone 150mila euro per le Malattie Rare

Fondazione Bambino Gesù, dal cardinal Bertone 150mila euro per le Malattie Rare

Donazione volontaria dell'ex Segretario di Stato vaticano: «La presidente Enoc mi ha segnalato un progetto di ricerca che tocca una cinquantina di bambini»
Stampa Pagina

Guardare avanti e chiudere i conti con il passato, puntando a «riportare a casa soldi tolti direttamente o indirettamente». Mariella Enoc, presidente della Nuova Fondazione Bambino Gesù Onlus, lo va ripetendo da settimane. «Abbiamo chiuso la questione che riguardava il cardinale Tarcisio Bertone e il suo appartamento, vicenda che ha creato tanto scalpore», ha detto la presidente a margine della visita pre-natalizia compiuta dal segretario di Stato vaticano Pietro Parolin sabato 19 dicembre presso l'Ospedale della Santa Sede. 

«Il cardinale Bertone – ha chiarito Mariella Enoc - riconoscendo che quello che è successo ha costituito un danno per il Bambino Gesù, ha voluto venirci incontro devolvendo una somma di 150 mila euro». Lo stesso cardinale ha specificato che si tratta di «una donazione volontaria, non un risarcimento». 

La precisazione dell'ex Segretario di Stato vaticano.«Ho avuto un colloquio con la dottoressa Enoc. Pur riconoscendo la mia totale estraneità» alla vicenda «mi sono detto disponibile ad aiutare un progetto per i bambini per dimostrare il mio attaccamento all'ospedale che ho seguito per tanti anni come segretario di stato. Allora - prosegue – Mariella Enoc mi ha segnalato un progetto di ricerca per malattie rare che tocca una cinquantina di bambini. Io ho dato il mio impegno a versare una somma per questa ricerca specifica».

Quel progetto si chiama Vite Coraggiose, la campagna sociale lanciata dalla Nuova Fondazione Bambino Gesù Onlus in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia, indetto da Papa Francesco. L'iniziativa è a sostegno della Ricerca portata avanti dall'Ente pediatrico, da trasformare in cure migliori per i bambini affetti da Malattie Rare di cui l'Ospedale pediatrico è centro di riferimento e sede ospitante del sito Orphanet-Italia: il più importante database al mondo dedicato alle Malattie Rare.