Sali minerali, soluzioni reidratanti orali. Somministrazione in corso di vomito o diarrea

A causa di vomito o diarrea l'organismo perde una quantità più o meno importante di liquidi e di sali minerali. I bambini piccoli ne sono particolarmente a rischio e per prevenire la disidratazione è quindi consigliata la somministrazione di soluzioni reidratanti orali
Stampa Pagina

18 marzo 2019

CHE COS'E'
I sali minerali (anche definiti soluzioni reidratanti orali) sono un preparato dietetico che viene utilizzato per reidratare i bambini in caso di diarrea e/o vomito per reintegrare i minerali e i liquidi persi. I sali minerali sono dei composti disponibili in farmacia (senza necessità di prescrizione medica) o in supermercato sotto forma di polvere da sciogliere in acqua secondo le indicazioni, o soluzioni liquide contenenti già le adeguate quantità di acqua, zuccheri e sali.

In corso di vomito o diarrea l'organismo perde una quantità più o meno importante di liquidi e di sali minerali. I bambini piccoli ne sono particolarmente a rischio, poiché il loro peso corporeo è costituito per il 75% proprio da liquidi. I segni principali di disidratazione (pelle secca, bocca asciutta, sonnolenza o irritabilità, occhi infossati, pianto senza lacrime, diminuzione del volume di urine e nel bambino molto piccolo fontanella della testa infossata) diventano evidenti quando la perdita di liquidi è eccessiva. In questi casi è quindi di fondamentale importanza assicurare ai bambini una buona idratazione attraverso la somministrazione di sali minerali.

Al contrario, non devono essere assolutamente somministrati al bambino succhi di frutta o altre bevande zuccherate perché potrebbero peggiorare la sintomatologia. L'unico alimento che non deve mai essere interrotto è il latte materno, fonte di sostanze nutritive importanti e di anticorpi che proteggono il bambino.

La terapia reidratante orale è raccomandata anche dall'Accademia Americana di Pediatria e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e deve essere usata per i bambini con una disidratazione da lieve a moderata. La terapia reidratante orale, quando possibile è una valida alternativa alla reidratazione per via endovenosa, poiché meno traumatica per il bambino e somministrabile anche a casa, senza la necessità di recarsi in ospedale.

COME SI FA
I sali minerali devono essere somministrati al bambino in piccole quantità, secondo la "filosofia del poco e spesso" utilizzando modalità diverse a seconda dell'età del bambino o delle sue capacità di alimentazione.

- Neonato e bambino (prima infanzia): utilizzare una siringa senza ago, oppure un cucchiaino o, se il neonato non è allattato, con un biberon dotato di un foro di piccole dimensioni (solo se si è in grado di assicurarne un'efficace pulizia);
- Nei bambini più grandi e negli adolescenti, si possono utilizzare anche piccoli bicchieri, cannucce o quant'altro dia modo al bambino di bere la soluzione reidratante a piccoli sorsi.

L'obiettivo è trattenere la soluzione reidratante ed evitare che lo stomaco si riempia troppo velocemente.
E' importante ricordare di lavarsi le mani con acqua e sapone prima e dopo aver somministrato la soluzione reidratante, al fine di evitare il contagio. Inoltre tutto ciò che viene utilizzato per somministrare la soluzione reidratante, va lavato subito dopo l'uso, con acqua e sapone e asciugato.

CONSIGLI UTILI
I sali minerali possono avere un sapore poco piacevole (se l'acqua è fresca il sapore può essere lievemente migliore). In caso di disidratazione, nelle quattro ore successive all'inizio dei sintomi è opportuno che il bambino ne assuma almeno una quantità minima variabile a seconda dell'età e del peso corporeo (vedi schema sottostante).

Età*   

 

Fino a 4 mesi

4 - 11 mesi

12 - 23 mesi

2 - 4 anni

5 – 14 anni

Peso

0 –meno di 5  kg

5 - 7.9 kg

8 - 10.9 kg

11 - 15.9 kg

16 - 29.9 kg

ml Soluzione Reidratante Orale

200 - 400

400 - 600

600 - 800

800 – 1.200

1.200– 2.200
 

In caso di vomito
Attendere mezz'ora dall'ultimo episodio di vomito prima di somministrare la soluzione reidratante:

- Offrire piccole quantità, 5 ml ogni due minuti;
- Riprendere l'alimentazione normale al cessare degli episodi di vomito.

In caso di diarrea

- Iniziare fin da subito la somministrazione di sali minerali;
- Riprendere l'alimentazione normale il prima possibile.

Non appena il bambino mostra segni di miglioramento è possibile reintrodurre l'alimentazione abituale, evitando però cibi con molto zucchero o dolci, cibi fritti, grassi o piccanti fino al completo recupero.

E' comunque consigliato rivolgersi al proprio medico se:

- E' presente un elevato rialzo febbrile;
- Il bambino ha un'età inferiore ai 6 mesi;
- Non si riesce a effettuare un'adeguata reidratazione orale;
- Il bambino urina poco o non bagna il pannolino per più di 8 ore consecutive o altri sintomi di disidratazione.


a cura di: Sharon Lanini, Ilaria Campagna, Beatrice Ferretti, Luisa Russo, Immacolata Dall'Oglio, Emanuela Tiozzo
Unità Operativa di Pediatria dell'Emergenza, Unità di funzione di Innovazione e Percorsi Clinici, Sviluppo Professioni Sanitarie
In collaborazione con: