Spazio chiama Ospedale Bambino Gesù

Il 10 luglio speciale collegamento tra l'astronauta Parmitano e i bambini in Ludoteca, un'opportunità resa possibile grazie ai volontari dell'ARISS
Stampa Pagina

Roma, 8 luglio 2013

ROMA – 8 luglio 2013. 14:36 del 10 luglio, ORA X: dallo spazio la voce dell'astronauta Luca Parmitano raggiungerà i piccoli pazienti dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù riuniti in Ludoteca (piazza Sant'Onofrio, 4 - Roma).

Una straordinaria esperienza alla quale i bambini si stanno preparando da tempo con messaggi di saluto inviati "tra gli astri" tramite i social network dell'Ospedale, disegni, pensierini e tante domande da fare. Oltre al collegamento radio, le immagini dei ragazzi saranno trasmesse in streaming sul sito dell'AMSAT (gruppo di volontari che si occupa delle comunicazioni via satellite - http://www.livestream.com/amsat_italia).

È la prima volta, nella storia dei collegamenti radio con lo spazio, che l'iniziativa viene realizzata all'interno di una struttura sanitaria italiana. I bambini potranno quindi interagire con "chi vede le stelle" - definizione utilizzata proprio da uno dei piccoli pazienti - per dare sfogo a tante curiosità e per conoscere un po' più da vicino l'affascinante mondo dello spazio.

L'opportunità di dialogare via radio con l'astronauta a bordo della Stazione Spaziale internazionale, in orbita - all'ora del collegamento - sull'Europa, è stata resa possibile dai radioamatori volontari dell'ARISS (Amateur Radio on International Space Station), incaricati da varie agenzie spaziali di sviluppare i contatti radioamatoriali con gli astronauti durante il loro soggiorno nello spazio.

Luca resterà sulla Stazione Spaziale internazionale per circa sei mesi per effettuare moltissimi esperimenti. La sua missione, battezzata "Volare", è una missione dell'Agenzia Spaziale Italiana. L'astronauta fa parte del corpo degli astronauti dell'Agenzia Spaziale Europea ed è anche pilota dell'Aeronautica Militare. La stazione spaziale sulla quale si trova Luca Parmitano è il più grande laboratorio in orbita, ampio quanto un campo di calcio e per compiere un giro intorno alla Terra impiega esattamente il tempo di una partita: 90 minuti. Nell'arco di 24 ore gli astronauti a bordo possono ammirare ben 16 albe e 16 tramonti.

La chiacchierata con i piccoli avverrà esattamente 24 ore dopo la prima "passeggiata" fuori della Stazione Spaziale. Un evento storico, mai nessun astronauta italiano aveva fatto questa attività.

Guarda le foto

$titoloGallery

$descrGallery

$titoloGallery

$descrGallery