Stomatiti del bambino

Compaiono in concomitanza con infezioni virali, come lo streptococco. Il rischio di contagio è elevato ed è sconsigliata la terapia antibiotica
Stampa Pagina

04 luglio 2018


CHE COSA SONO
Sono caratterizzate dalla comparsa di ulcerazioni dolorose e recidivanti a carico della bocca. Due sono le più frequenti in età pediatrica:

-La stomatite aftosa ricorrente è la malattia più comune della mucosa orale in età pediatrica ed è caratterizzata dalla comparsa di piccole ulcere nella bocca;
-La stomatite erpetica o gengivostomatite si manifesta con la comparsa di vescicole su tutto il cavo orale che si rompono trasformandosi in ulcere dolorose e sanguinanti.

QUALI SONO LE CAUSE 
La causa della stomatite aftosa ricorrente è a tutt'oggi ignota anche se la sua comparsa pare favorita da numerosi fattori:

- Stress;
- Indebolimento del sistema immunitario;
- Traumatismi locali come lo spazzolamento, la masticazione e le cure odontoiatriche;
- Alcune infezioni virali come quelle da varicella-zoster e citomegalovirus e batteriche come le infezioni da streptococco e da Helicobacter pylori;
- L'assunzione di alcuni farmaci come gli antinfiammatori non steroidei (FANS);
- Carenze nutrizionali (ferro, zinco, vitamina B12, acido folico);
- Allergie alimentari.

Questa stomatite non è contagiosa e non può venir trasmessa da un soggetto all'altro.
La stomatite erpetica è causata dal virus Herpes simplex di tipo I – lo stesso che causa l'herpes labiale -  e può trasmettersi da un soggetto malato all'altro per contatto diretto, ad esempio con il bacio, oppure indiretto, utilizzando lo stesso spazzolino da denti o lo stesso asciugamani.  Rappresenta una delle manifestazioni tipiche della prima infezione con l'Herpes simplex di tipo I che è destinato a rimanere quiescente nei gangli nervosi dell'organismo per tutta la vita. L'Herpes simplex può riattivarsi, causando ad esempio recidive di herpes labiale, In particolari situazioni:

- Stress;
- Eccessiva esposizione ai raggi solari;
- Malattie febbrili;
- Depressione del sistema immunitario;
- Altri fattori scatenanti di natura sconosciuta.

COME SI MANIFESTANO
La stomatite aftosa ricorrente compare di solito nei bambini che hanno compiuto i 10 anni e negli adolescenti. In un terzo circa dei bambini e dei ragazzi, la stomatite ricade più volte, per anni dopo l'episodio iniziale, ad intervalli di 1-4 mesi. È caratterizzata dalla comparsa di ulcere, di solito all'interno delle labbra, delle guance e sulla lingua. Le ulcere hanno le dimensioni di 2-4 mm, sono dolorose e scompaiono senza lasciare cicatrici nel giro di 5-15 giorni.
La stomatite erpetica o gengivostomatite compare con febbre elevata, compromissione delle condizioni generali, dolore alla bocca e difficoltà ad alimentarsi. Compaiono simultaneamente numerosissime vescicole su tutta la bocca che possono comparire anche intorno alla bocca; le vescicole, rompendosi, si trasformano in ulcere molto dolorose e sanguinanti. La malattia si risolve nel giro di 10-21 giorni. 

COME SI FA LA DIAGNOSI
Solitamente la storia del bambino e la visita permettono al medico di arrivare con semplicità alla diagnosi. Talvolta possono rendersi necessari, per escludere altre malattie, esami del sangue, test per ricercare l'eventuale presenza di batteri o virus all'interno delle lesioni oppure il ricorso alla biopsia della lesione per esaminare il suo aspetto al microscopio.
Anche in corso di stomatite erpetica non sono quasi mai necessari test di laboratorio per confermare la diagnosi. 

COME SI CURA
La stomatite aftosa ricorrente, non essendo causata direttamente da un'infezione batterica o virale, non si giova del trattamento con antibiotici o antivirali. Obiettivo del trattamento è diminuire la gravità dei sintomi:

- Aumentata assunzione di liquidi;
- Evitare nella dieta gli alimenti speziati, molto salati o acidi che possono irritare ulteriormente la mucosa della bocca;
- Impiego di anestetici locali o di cortisonici locali da applicare alla mucosa della bocca;
- Antinfiammatori non steroidei;
- Nelle forme più gravi può rendersi necessario il ricorso ai cortisonici per via orale;
- È importante mantenere una buona igiene del cavo orale.

La stomatite erpetica, essendo causata dall'Herpes simplex di tipo I, si giova della somministrazione di antivirali come l'aciclovir, in forma di sospensione orale o di compresse, per 5-7 giorni.


a cura di: Alberto Giovanni Ugazio
In collaborazione con: