Tomografia Assiale Computerizzata (TAC)

Stampa Pagina

14 ottobre 2016

CHE COS'È

La Tomografia Computerizzata (TC) è un esame di II livello che si basa sulla produzione di immagini volumetriche utilizzando basse dosi di radiazioni ionizzanti, anche grazie ai sistemi di controllo automatico della dose.

A COSA SERVE

Le moderne apparecchiature TC spirali multidetettori consentono di studiare ampi volumi corporei in tempi molto brevi (alcuni secondi) fornendo molte più informazioni dell'ecografia o della radiologia tradizionale. In caso di urgenza/emergenza ha il vantaggio di essere spesso l'esame più veloce e in grado di fornire le informazioni più importanti per la vita del bambino.

COME SI SVOLGE L'ESAME

La preparazione all'esame dipende dalla necessità o meno di somministrare mezzo di contrasto endovenosa e dalla necessità o meno di sedazione/anestesia.

ESAMI NON IN ANESTESIA

L'esame senza mezzo di contrasto non in anestesia non richiede alcuna preparazione.

L'esame con mezzo di contrasto richiede:

-esami di laboratorio di funzionalità renale (creatinina);

-digiuno da cibi solidi da almeno 6 ore (3 ore per i neonati) e da liquidi da almeno 3 ore (1 ora per i neonati);

-un accesso venoso con piccolo ago da posizionarsi preferibilmente alla mano o al gomito; nei neonati potrebbe essere necessario utilizzare le vene che si trovano sul cuoio capelluto, il collo o i piedi.

La quantità di mezzo di contrasto da iniettare viene decisa in base al tipo di esame ed al peso del bambino.

ESAMI IN SEDAZIONE/ANESTESIA

Necessitano di un digiuno da cibi solidi e da liquidi più prolungato, anche di 8 ore. Spesso sono richiesti una serie di esami che verranno prontamente comunicati da Personale Qualificato.

LIMITI e COMPLICAZIONI

Le complicanze (molto rare) sono legate soprattutto alla somministrazione endovenosa di mezzo di contrasto che potrebbe causare reazioni allergiche. Ogni sala radiologica è dotata di un carrello di emergenza secondo le normative vigenti. Se il bambino è soggetto a reazioni allergiche (di qualsiasi natura) si deve avvisare il Medico Radiologo prima di eseguire l'esame.

Una gravidanza (accertata, sospetta o anche solo possibile) rappresenta una potenziale controindicazione all'esecuzione della TC. In questi casi è importante avvisare il Medico Radiologo che valuterà la differibilità dell'esame.


a cura di: Dipartimento Immagini
in collaborazione con: 
Bambino Gesù Istituto per la Salute