Tomografia Assiale Computerizzata (TAC)

Questo esame serve a fornire informazioni fondamentali per la vita del bambino, con lo studio di grandi volumi corporei in tempi più ristretti
Stampa Pagina

14 ottobre 2016

CHE COS'È
La Tomografia Computerizzata (TC) è un esame di II livello che si basa sulla produzione di immagini volumetriche utilizzando basse dosi di radiazioni ionizzanti, anche grazie ai sistemi di controllo automatico della dose.

A COSA SERVE
Le moderne apparecchiature TC spirali multidetettori consentono di studiare ampi volumi corporei in tempi molto brevi (alcuni secondi) fornendo molte più informazioni dell'ecografia o della radiologia tradizionale. In caso di urgenza/emergenza ha il vantaggio di essere spesso l'esame più veloce e in grado di fornire le informazioni più importanti per la vita del bambino.

COME SI ESEGUE
La preparazione all'esame dipende dalla necessità o meno di somministrare mezzo di contrasto endovenosa e dalla necessità o meno di sedazione/anestesia.

ESAMI NON IN ANESTESIA
L'esame senza mezzo di contrasto non in anestesia non richiede alcuna preparazione.
L'esame con mezzo di contrasto richiede:

-Esami di laboratorio di funzionalità renale (creatinina);
-Digiuno da cibi solidi da almeno 6 ore (3 ore per i neonati) e da liquidi da almeno 3 ore (1 ora per i neonati);
-Un accesso venoso con piccolo ago da posizionarsi preferibilmente alla mano o al gomito. Nei neonati potrebbe essere necessario utilizzare le vene che si trovano sul cuoio capelluto, il collo o i piedi.

La quantità di mezzo di contrasto da iniettare viene decisa in base al tipo di esame ed al peso del bambino.

ESAMI IN SEDAZIONE/ANESTESIA
Necessitano di un digiuno da cibi solidi e da liquidi più prolungato, anche di 8 ore. Spesso sono richiesti una serie di esami che verranno prontamente comunicati da Personale Qualificato.

POSSONO ESSERCI COMPLICANZE
Le complicanze (molto rare) sono legate soprattutto alla somministrazione endovenosa di mezzo di contrasto che potrebbe causare reazioni allergiche. Ogni sala radiologica è dotata di un carrello di emergenza secondo le normative vigenti. Se il bambino è soggetto a reazioni allergiche (di qualsiasi natura) si deve avvisare il Medico Radiologo prima di eseguire l'esame.

QUALI SONO LE CONTROINDICAZIONI
Una gravidanza (accertata, sospetta o anche solo possibile) rappresenta una potenziale controindicazione all'esecuzione della TC. In questi casi è importante avvisare il Medico Radiologo che valuterà la differibilità dell'esame.


a cura di: Paolo Tomà 
Dipartimento Diagnostica per Immagini
In collaborazione con: