Sindrome di Mowat-Wilson (MWS)

È una malattia genetica molto rara. I bambini con questa patologia presentano disabilità intellettiva e hanno quasi sempre specifiche caratteristiche del volto
Stampa Pagina

16 maggio 2018

CHE COS'È
La sindrome di Mowat-Wilson (MWS) è una rara malattia genetica caratterizzata da: disabilità intellettiva (di tipo moderato/grave), epilessia, peculiari caratteristiche del volto, e in alcuni casi da malformazioni congenite come la malattia di Hirschsprung (HSCR), anomalie dei genitali e/o delle vie urinarie, cardiopatie congenite, agenesia del corpo calloso e anomalie degli occhi.
È una patologia molto rara ma è probabile che in molti casi non venga riconosciuta, pertanto la frequenza nella popolazione non è ben conosciuta. 

QUALI SONO LE CAUSE
La sindrome di Mowat-Wilson è causata da una mutazione o delezione (perdita di un tratto di cromosoma) nel gene Zinc finger homeobox 1 B (ZEB2) localizzato sul cromosoma 2q22. I geni sono una sorta di libretto di istruzioni per le cellule, per la costruzione delle proteine. Ogni gene è rappresentato nell'organismo in doppia copia, una ereditata dalla madre e l'altra dal padre. Le mutazioni o delezioni del gene, causano rispettivamente una modificazione o una perdita di parte del codice di istruzioni.
In conseguenza della mutazione o della delezione, la proteina, che nel caso della MWS si chiama ZEB2, risulta poco funzionante o non viene prodotta affatto. L'alterazione genetica è quasi sempre sporadica, il bambino è cioè il primo paziente affetto della famiglia. Si dice in gergo tecnico che la mutazione è de novo il che significa che in quasi tutti i casi, la mutazione è avvenuta durante la formazione della cellula uovo o dello spermatozoo o nelle primissime fasi di sviluppo embrionale, per quel bambino soltanto, e pertanto nessun altro membro della famiglia sarà affetto.
In realtà, nella letteratura scientifica sono stati descritti alcuni casi di fratelli affetti e questo verosimilmente si verifica poiché il padre o la madre hanno, rispettivamente, vari spermatozoi o ovocellule mutati. In questo caso anche se i genitori sono sani, c'è un rischio di avere un secondo figlio affetto: questa condizione tuttavia può verificarsi in meno dell'1% dei casi. Ben noto in un ampio ventaglio di condizioni genetiche, il fenomeno è denominato mosaicismo germinale. La diagnosi prenatale può essere proponibile alle famiglie a rischio e deve essere ben discussa con lo specialista genetista.

COME SI MANIFESTA
I bambini affetti da sindrome di MWS presentano disabilità intellettiva e hanno quasi sempre alcune caratteristiche del volto comuni. In particolare durante l'infanzia, il viso ha una forma squadrata mentre tende ad essere allungato durante l'adolescenza; quasi tutti i bambini con MWS presentano fronte alta con sopracciglia ampie e rade al centro, occhi grandi, infossati e distanziati (ipertelorismo). I lobi delle orecchie sono molto caratteristici: sono sollevati e hanno una depressione centrale; la bocca rimane tendenzialmente aperta ed anche le labbra hanno un aspetto tipico con il labbro superiore a forma di "M" ed il labbro inferiore pieno o estroflesso.
Per un occhio esperto, le caratteristiche del volto sono piuttosto facili da riconoscere ma poiché si tratta di una condizione piuttosto rara, non è frequente che la malattia venga sospettata sulla base delle sole caratteristiche del volto.
Un altro elemento molto specifico, ma non sempre presente è la malattia di Hirschsprung che può manifestarsi già poco dopo la nascita con quadri che vanno dalla stipsi ostinatata fino all'ostruzione intestinale. Tuttavia le forme più lievi di malattia di Hirschsprung possono essere diagnosticate anche dopo la prima infanzia. Quasi tutti i bambini affetti presentano un ritardo delle tappe di sviluppo psicomotorio e successivamente del linguaggio, che in alcuni casi non si sviluppa affatto.
L'epilessia è molto frequente, come anche le anomalie dell'apparato genito-urinario, e in particolare nei maschi, l'ipospadia.Talvolta si associano anche malformazioni cardiache e anomalie degli occhi.
Ad eccezione delle frequenti malformazioni del corpo calloso (sistema di fibre nervose che mantiene in contatto la parte destra e sinistra del cervello e coordina i movimenti), non si associano in genere altre malformazioni cerebrali. 

COME SI FA LA DIAGNOSI E OCCORRONO CONTROLLI
La diagnosi, sospettata sulla base degli elementi clinici (le caratteristiche del viso, la disabilità cognitiva e le altre malformazioni) deve essere confermata dall'analisi molecolare del gene ZEB2.
La malattia di Hirschsprung è molto caratteristica ma è presente anche in altri quadri clinici e più spesso in forma isolata, per cui pur essendo un forte elemento di sospetto se associata a disabilità cognitiva, non è un elemento sufficiente per porre la diagnosi.

COME SI CURA
Non esiste un trattamento specifico, tuttavia vista la complessità del quadro clinico è importante un approccio multidisciplinare ed una precoce presa in carico riabilitativa psicomotoria.
In caso di malattia di Hirschsprung può essere necessario un intervento chirurgico per risolvere l'ostruzione intestinale.
L'epilessia può essere difficile da controllare durante i primi anni di via ma in genere l'evoluzione è favorevole nell'età adulta.

CONSIGLI PER I GENITORI
L' Associazione Italiana Mowat Wilson è un'associazione di familiari operanti in Italia, da cui le famiglie dei bambini affetti possono ricevere informazioni e supporto anche grazie al contatto con i centri di riferimento presenti a livello nazionale.


a cura di: Marina Macchiaiolo
Unità Operativa di Malattie rare e Genetica Medica
In collaborazione con: