BENZIDAMINA CLORIDRATO

Stampa Pagina

04 gennaio 2019

NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO
Benzidamina Cloridrato
 
NOMI COMMERCIALI 
Benzidamina Mylan, Benzidamina Teva, Saniflor, Septafar, Tantum Verde Collutorio, Tantum Verde P.
 
A COSA SERVE 
E' un farmaco antinfiammatorio e analgesico comunemente utilizzato nel trattamento di gengiviti, stomatiti e mal di gola. Viene spesso consigliato dai dentisti anche in caso di interventi estrattivi o conservativi (es. rimozione di carie).
 
PERCHE' E' IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA 
E' importante fare uso di Benzidamina cloridrato nei casi in cui il medico lo prescriva, perché è in grado di migliorare gli stati infiammatori e attenuare il dolore. Inoltre si dimostra essere un ottimo coadiuvante per il trattamento delle infezioni di bocca, gola e gengive per la sua azione antinfiammatoria. 
 
IN CHE FORMA E' DISPONIBILE
Il farmaco Benzidamina cloridrato è disponibile come:
            - Collutorio 0.15%;
            - Pastiglie da sciogliere in bocca da 3 mg.
 
QUANTO DEVE PRENDERNE E QUANTE VOLTE AL GIORNO
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico. È consigliabile utilizzare il medicinale tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose.
 
COME DEVE PRENDERLO
Collutorio
Benzidamina cloridrato collutorio si può utilizzare puro per i gargarismi, versando 15 ml nel bicchierino dosatore, oppure come sciacquo, diluendo 15 ml con acqua fino a raggiungere 30 ml (fig.1). Il farmaco è controindicato nei bambini con ipersensibilità nota a Benzidamina cloridrato o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Per la presenza di etanolo nella formulazione è bene fare attenzione che il bambino non ingerisca il collutorio per evitare tossicità.
 
Fig. 1 
 
Pastiglie 
La Benzidamina cloridrato è disponibile anche sotto forma di pastiglie da sciogliere lentamente in bocca. E' necessaria la supervisione di un adulto perché è importante che le pastiglie non vengano ingerite o masticate.
Nelle pastiglie di Benzidamina cloridrato sono presenti, come dolcificanti, saccarina e sorbitolo, il cui uso è indicato anche nei bambini diabetici. In quest'ultimo caso, è sempre consigliabile informare il medico per definire la dose massima giornaliera tollerabile per il bambino. Le pastiglie di Benzidamina cloridrato possono contenere aspartame, dolcificante controindicato per i bambini affetti da fenilchetonuria. 
 
QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIU' IMPORTANTI
La Benzidamina cloridrato è controindicata nei bambini allergici al principio attivo o a uno dei componenti delle formulazioni.
Prima di utilizzare questo farmaco bisogna riferire al proprio medico se il bambino ha sofferto di disturbi respiratori (es. asma), e se è allergico all'Acido Acetilsalicilico o ad altri antinfiammatori per evitare reazioni avverse.
Quando si usa il collutorio può manifestarsi un formicolio temporaneo sulla lingua dovuto all'effetto anestetico della Benzidamina cloridrato.
Si devono sempre segnalare eventuali altri disturbi al proprio medico.
 
COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
Dopo somministrazione di Benzidamina cloridrato ad un dosaggio di circa 300 mg (100 pastiglie o 200 ml di collutorio allo 0.15%) sono stati osservati nei bambini effetti collaterali quali eccitazione, convulsioni, sudorazione, atassia (difficoltà ad eseguire i movimenti), tremore e vomito. In caso di sovradosaggio acuto è quindi necessario recarsi immediatamente in Pronto Soccorso.
 
PUO' PRENDERE ALTRI MEDICINALI
Non ci sono interazioni note con altri medicinali. 
 
COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Bisogna utilizzare il farmaco cercando di rispettare gli intervalli di tempo prestabilito.
 
COSA SUCCEDE SE MIO FIGLIO VOMITA
Se il bambino vomita non c'è alcuna perdita di efficacia del farmaco.
 
COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
Leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati gli eccipienti nel caso in cui si è a conoscenza di patologie o allergie specifiche.
 
COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
Tutte le formulazioni di Benzidamina devono essere conservate a temperatura ambiente, in un luogo fresco (sotto i 25°C) e asciutto, al riparo della luce. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Nel caso in cui sulla confezione venga indicata la scadenza nel formato mese/anno, tener presente che la data di scadenza si riferisce all'ultimo giorno del mese. Tenere in luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglietto illustrativo.
 
Per ulteriori informazioni:
 

a cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: