CALCITRIOLO

Stampa Pagina

11 febbraio 2019

NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO
Calcitriolo
 
NOMI COMMERCIALI
Calcitriolo DOC Generici, Calcitriolo EG, Calcitriolo Mylan Generics, Calcitriolo Teva, Rocaltrol.
 

A COSA SERVE
Il calcitriolo è indicato per correggere alterazioni del metabolismo del fosfato e del calcio. La sua funzione è quella di favorirne l'assorbimento dall'intestino ed il riassorbimento dai reni. 

PERCHE' E' IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA
Il calcitriolo fa in modo che l'organismo assorba maggiormente il calcio derivante dalla dieta e ne favorisce la deposizione nel tessuto osseo.

IN CHE FORMA E' DISPONIBILE 
Il farmaco Calcitriolo è disponibile come:

- Capsule molli da 0.25 mcg; 0.50 mcg.

QUANTO DEVE PRENDERNE E QUANTE VOLTE AL GIORNO
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico. È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose.

COME DEVE PRENDERLO
Le capsule molli di calcitriolo devono essere deglutite intere, senza masticare, con un bicchiere d'acqua. Nelle capsule è presente il sorbitolo il cui uso è indicato anche nei bambini diabetici. In questo caso, è sempre consigliabile informare il medico per definire la dose massima giornaliera tollerabile dal bambino. Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati tutti gli eccipienti.

QUANTO CI VUOLE PER FARE EFFETTO
La somministrazione di calcitriolo determina un incremento dell'assorbimento intestinale di calcio del bambino ripristinandone il bilancio positivo nel sangue. E' difficile stabilire l'effetto del farmaco a breve termine.
Per tale ragione, si prevede un controllo periodico dei valori di calcio e di fosforo nel sangue (calcemia e fosforemia). 

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIU' IMPORTANTI
Il calcitriolo seppur ben tollerato, in caso di somministrazioni protratte per lunghi periodi o dosaggi eccessivi può causare i seguenti sintomi: nausea, diarrea, anoressia (diminuzione dell'appetito), calo ponderale, poliuria (escrezione di un'eccessiva quantità di urina), sudorazione, cefalea, sete, vertigini, valori elevati di calcio e di fosforo nel sangue ed eccessiva escrezione di fosforo nelle urine con le relative complicanze.

COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
I sintomi tipici da sovradosaggio da Calcitriolo sono: diminuzione dell'appetito (anoressia), cefalea, vomito, stipsi. In caso di sovradosaggio da Calcitriolo, bisogna contattare immediatamente il medico che prenderà in considerazione e attuerà le misure di trattamento da applicare.

PUO' PRENDERE ALTRI MEDICINALI 
È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco. Il calcitriolo può interagire con altri farmaci. Pertanto, in caso di terapia concomitante con altri farmaci, si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo dove sono elencate tutte le interazioni.
Durante il trattamento con calcitriolo il bambino non deve assumere altre preparazioni a base di vitamina D per evitare casi di ipervitaminosi D e ipercalcemia. Il calcitriolo non dovrebbe essere assunto in concomitanza con antiepilettici e anticonvulsivanti (barbiturici). Inoltre, è necessario informare il medico se il bambino sta assumendo farmaci quali: diuretici, digossina e digitossina (per il cuore), antiacidi con magnesio, farmaci steroidei, colestiramina, fosfati. 

COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Se erroneamente ci siamo dimenticati di prendere una dose di Calcitriolo, bisogna somministrare il prima possibile la dose saltata, tranne nel caso in cui manchino poche ore dall'assunzione della dose successiva.

COSA SUCCEDE SE IL BAMBINO VOMITA 
L'assorbimento del calcitriolo è rapido dopo somministrazione orale. Nel caso in cui il bambino vomiti entro 3 o massimo 6 ore dall'assunzione del farmaco, il calcitriolo potrebbe non essere stato assorbito. Pertanto, si consiglia di somministrare nuovamente la stessa dose.

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
Il calcitriolo è controindicato:

- In tutte le patologie associate all'ipercalcemia (livelli elevati di calcio nel sangue);
- Nei pazienti con ipersensibilità nota al calcitriolo (o a medicinali della stessa classe) o ad uno qualsiasi degli eccipienti;
- Se c'è evidenza di tossicità da vitamina D.

Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo prima della somministrazione.

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA 
Conservare le capsule di calcitriolo a temperatura ambiente non superiore a 30 °C in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglietto illustrativo.

Per ulteriori informazioni:

- https://www.codifa.it;
- https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/bancadatifarmaci/cerca-farmaco.


a cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: