Camouflage

È una tecnica dermocosmetica di semplice esecuzione. Può essere eseguito sia su cute malata che sana
Stampa Pagina

18 novembre 2016

CHE COS'È
Si tratta di una tecnica dermocosmetica, di semplice esecuzione, utile per mascherare inestetismi cutanei di varia natura e soprattutto quelli che coinvolgono il viso. Non si tratta di un trucco permanente, ma viene eseguito in caso di bisogno.

QUANDO È NECESSARIO
Il camouflage può essere eseguito su cute malata ma anche su cute sana.

Cute malata:

- La patologia cutanea che più frequentemente induce al camouflage è rappresentata dall'acne, anche in fase attiva; tale dermatosi costituisce il motivo di maggior richiesta da parte dell'adolescente. Altre manifestazioni come la vitiligine, le lesioni pigmentarie e gli angiomi, quando localizzati sul volto, possono creare disagio al giovane paziente e possono venire mascherati con il camouflage.

Cute sana:

- Si tratta, in questo caso, di cute attualmente sana ma con esiti cicatriziali delle seguenti patologie che si sono verificate in precedenza: acne, ustioni, traumi e interventi chirurgici.

DOVE VIENE ESEGUITO
Il camouflage può correggere provvisoriamente le seguenti cicatrici:

- Atrofiche (l'atrofia è un assottigliamento della cute che diventa liscia, lucida e lascia a volte trasparire la rete vascolare);
- Ipertrofiche (si presentano come delle tumefazioni dure a superficie liscia, tesa, arrossata, sensibili e pruriginose, compaiono a distanza di un mese dal trauma e possono evolvere verso la regressione o verso il cheloide);
- Cheloidee, di aspetto sovrapponibile a quello delle cicatrici ipertrofiche (se ne distinguono per l'estensione oltre la lesione di origine e per il colorito meno arrossato);
- Discromiche, dovute ad alterazione della pigmentazione che può essere in eccesso (ipercromiche) o in difetto (ipo o acromiche).

COME AIUTARE L'ADOLESCENTE
Un errore in cui possono incorrere sia i genitori che gli stessi medici è quello di sottovalutare il problema estetico, soffermandosi esclusivamente su quello patologico. Le espressioni del tipo: "non è niente, è l'età, poi passa...", talvolta, peggiorano il disagio del ragazzo/a che continua a vivere in solitudine il proprio problema alimentando, indirettamente, un atteggiamento di insoddisfazione profonda di sé, di depressione o di aggressività. In pratica, il modo migliore per prevenire tali situazioni è quello di creare una "complicità" tra l'adolescente, i genitori e lo specialista per guidarlo e sostenerlo al meglio.

CHI ESEGUE IL CAMOUFLAGE
Il dermatologo, durante la visita specialistica, valuta l'eventuale necessità medica ed estetica di ricorrere al camouflage. Questa procedura verrà successivamente, previo appuntamento ad hoc presso l'ambulatorio infermieristico dermatologico, eseguita dal personale infermieristico formato a tale scopo.

CHI PUÒ USUFRUIRNE
Durante la visita dermatologica il medico illustra al giovane e al familiare che lo accompagna la possibilità di poter "camuffare" sia le lesioni acneiche in fase attiva, in attesa degli effetti terapeutici, che gli esiti cicatriziali. È da sottolineare che non vi sono controindicazioni né limiti all'esecuzione del camouflage, se effettuato adeguatamente. Successivamente, qualora il paziente esprima il desiderio di imparare a mascherare le sue lesioni, lo specialista concorda insieme a lui e ai suoi familiari un programma terapeutico personalizzato:

- Eventuale terapia medica;
- Insegnamento della tecnica del camouflage. 

Oggi sono disponibili in commercio numerosi prodotti cosmetici, formulati in modo specifico per ogni tipo di cute. Tuttavia, la loro numerosità può disorientare nella scelta. L'uso inadeguato rischia di danneggiare la cute e complicare le problematiche del paziente: la valutazione e le indicazioni del dermatologo sono quindi indispensabili.

ISTRUZIONE PRATICA
Dopo un'accurata valutazione effettuata dal dermatologo si procede alla realizzazione del programma terapeutico concordato, di cui fa parte anche il camouflage.
L'infermiera specializzata illustra all'adolescente, durante una prestazione ambulatoriale, la modalità di esecuzione della tecnica spiegando a quali cosmetici e a quali tonalità di colore deve ricorrere per camuffare al meglio i suoi inestetismi, mantenendo un aspetto naturale. Generalmente è sufficiente un'unica seduta ma in alcuni casi, dopo tentativi personali a domicilio, il paziente ha piacere di avere ulteriori chiarimenti e quindi si rende necessaria una nuova consultazione.

LA PRASSI AMMINISTRATIVA
Inizialmente si effettua una visita dermatologica durante la quale emerge e si valuta l'eventuale necessità di ricorrere a tale metodica.
Successivamente l'interessato può prenotare il camouflage telefonando al numero 0668592509 oppure 0668594628 dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 14,00 dal lunedì al venerdì.


a cura di: Maya El Hachem, Annalisa Ciasulli
Unità Operativa di Dermatologia

in collaborazione con: