Cisti Spleniche

Controllo nel tempo delle lesioni cistiche
Stampa Pagina

16 settembre 2016

CHE COSA É LA MILZA

La milza è un organo che si trova nella cavità addominale. Ha molteplici funzioni: filtra il sangue e lo depura (eliminando le cellule vecchie e  le scorie), ha un ruolo nelle difese immunitarie alla nascita nella produzione delle cellule del sangue e contribuisce alla produzione dei fattori della coagulazione.
 

COSA SONO LE CISTI SPLENICHE

Le cisti spleniche sono lesioni della milza molto rare  (rappresentano lo 0.5-2% di tutte le patologie dell'età pediatrica e adulta) che possiamo dividere in tre gruppi: le cisti congenite, le pseudocisti e le cisti da parassita (cisti da echinococco).

Le prime non hanno una causa ben definita e sono comunque lesioni benigne.

Le pseudocisti sono spesso secondarie ad un trauma: si formano dopo la risoluzione di un ematoma sottocapsulare o intraparenchimale.

Le ultime sono piuttosto rare, diffuse prevalentemente nelle regioni del mediterraneo.
 

QUALI SONO I SINTOMI

La presenza di una cisti splenica può causare distensione addominale e sintomatologia dolorosa. Se di grosse dimensioni, a causa della compressione sullo stomaco, potrebbe dare inappetenza. Spesso si presenta come reperto occasionale.


COME SI FA DIAGNOSI

L'ecografia, la TC e la RM sono le tecniche diagnostiche più adeguate per la diagnosi e il controllo nel tempo delle lesioni cistiche.


PERCHE' DEVONO ESERE CURATE

Le cisti spleniche possono aumentare di dimensioni nel tempo, andare incontro ad un'emorragia, ad infezione oppure possono rompersi e richiedere un intervento chirurgico d'urgenza.


QUAL'É IL TRATTAMENTO

Spesso è necessaria la splenectomia (asportazione)  o la resezione parziale della milza. Presso la nostra struttura il trattamento, in prima istanza, è prevalentemente conservativo. Con l'ausilio della radiologia interventistica viene iniettata nella cisti una sostanza sclerosante (alcool al 96%) sotto guida ecografica, previa aspirazione del liquido contenuto nella cisti che viene sottoposto ad accertamenti di laboratorio. Il trattamento viene effettuato in anestesia generale e può essere ripetuto se non si è avuta risoluzione.
 

COME AVVIENE IL TRATTAEMNTO

È necessario che il bambino sia ricoverato. Durante il ricovero verranno effettuati accertamenti ematochimici e strumentali per l'anestesia generale e nel post operatorio verrà somministrata terapia antibiotica e antidolorifica. La degenza sarà di pochi giorni e prima della dimissione verrà effettuato il primo controllo ecografico. 
 

COSA SUCCEDE DOPO

Dopo la dimissione, il bambino verrà sottoposto a controlli ecografici per valutare le dimensioni della cisti. Se le dimensioni non diminuiscono e la cisti tende ad aumentare di volume il bambino dovrà essere sottoposto a nuovo trattamento o ad asportazione chirurgica.


a cura di: Alessandro Inserra, Antonella Accinni
Unità Operativa di Chirurgia generale e toracica
In collaborazione con: