Funzione del cuore e circolazione extracorporea

Stampa Pagina

29 settembre 2016

ll cuore è un muscolo, grande circa quanto un pugno, e funziona come una pompa aspirante e premente. Il cuore, infatti, aspira il sangue proveniente dalle vene sistemiche e dalle vene polmonari e rimanda il sangue nell'aorta e nelle arterie polmonari. È costituito da quattro camere e quattro valvole. L'atrio sinistro riceve il sangue ossigenato proveniente dalla circolazione polmonare tramite le vene polmonari e manda il sangue al ventricolo sinistro tramite la valvola mitrale. Il ventricolo sinistro è la camera del cuore che riceve il sangue ossigenato dall'atrio sinistro e che ha il compito di eiettare il sangue in aorta, passando tramite la valvola aortica. L'aorta è deputata a trasportare il sangue in tutto il corpo per rifornire la circolazione sistemica facendo arrivare l'ossigeno a tutti i tessuti del nostro corpo. Per irrorare tutta la circolazione sistemica, il ventricolo sinistro deve pompare con grande forza, arrivando a sviluppare pressioni molto elevate. Dalla circolazione sistemica, il sangue torna all'atrio destro mediante la circolazione venosa sistemica (vena cava superiore ed inferiore). L'atrio destro riceve il sangue non ossigenato proveniente dalla circolazione sistemica e lo rimanda al ventricolo destro mediante la valvola tricuspide. Il ventricolo destro ha il compito di inviare il sangue non ossigenato proveniente dall'atrio destro alla circolazione polmonare tramite la valvola polmonare. Nel circolo polmonare il sangue si ossigena per poi tornare in atrio sinistro tramite le vene polmonari! La circolazione polmonare è meno estesa di quella sistemica, pertanto, il ventricolo destro dovrà sviluppare una forza molto inferiore di quella che deve sviluppare il ventricolo sinistro (circa 1/3!). Atrio sinistro ed atrio destro sono divisi tra loro dal setto interatriale, mentre il ventricolo sinistro ed il ventricolo destro sono divisi tra loro dal setto interventricolare.

Il cuore è formato da tre strati: l' endocardio, il miocardio e l'epicardio. L'endocardio è lo strato che riveste internamente le camere cardiache e che costituisce le valvole. Il miocardio è la porzione muscolare. Tutto il cuore è contenuto in un sacchetto chiamato pericardio la cui parte più interna è l'epicardio. Per pompare il sangue, il cuore batte ritmicamente circa 70 volte al minuto in un adulto e più rapidamente in un bambino. In caso di attività fisica o di stress emotivo, il battito cardiaco può innalzarsi per fornire sufficiente ossigeno agli organi e ai tessuti. Il cuore batte perché gli atri e i ventricoli si contraggono ritmicamente grazie a degli impulsi elettrici che partono da una porzione dell'atrio destro detta nodo del seno. Questi impulsi si propagano a tutto il cuore mediante un tessuto conduttore. Vista l'elevata mole di lavoro svolta dal cuore, anche il cuore ha bisogno di ossigeno! L'ossigeno è fornito al cuore dalle arterie coronarie che partono dall'aorta.

La circolazione extracorporea (CEC) o macchina cuore-polmone è l'ausilio tecnologico fondamentale che sostituendo temporaneamente le funzioni cardio-polmonari, permette l'esecuzione di interventi a cuore aperto, con le camere cardiache esangui e garantendo la perfusione a tutti gli organi e tessuti del corpo. Si tratta in generale di un dispositivo biomedicale in cui il sangue venoso viene prelevato dalle vene cave o direttamente dall'atrio destro, passa in un dispositivo chiamato ossigenatore, in cui il sangue venoso viene ossigenato mediante l'esposizione ad un flusso di ossigeno, e viene quindi pompato nel sistema arterioso del paziente. Durante un intervento al cuore il chirurgo posiziona le cannule nel cuore come descritto e le connette al circuito di circolazione extracorporea (Vedi figura) mentre la gestione della circolazione extracoporea è affidata al tecnico perfusionista , figura altamente professionale necessaria per la conduzione della macchina cuore-polmone durante tutta la durata dell'intervento cardochirurgico.

a cura di: Dott. Fabrizio Drago
in collaborazione con: 
Bambino Gesù Istituto per la Salute