Istituto Bambino Gesù (IBG) per la Salute del Bambino e dell'Adolescente

La salute non è la semplice assenza di malattia, ma lo stato di benessere complessivo che permette ad ognuno di esprimere appieno le proprie potenzialità - Fonte: OMS 1946
Stampa Pagina

La pediatria ha il compito di promuovere e di difendere la salute dei bambini e degli adolescenti. Promuoverla quando il bambino è sano. Difenderla quando è malato. Oggi, promuovere la salute significa non soltanto prevenire le malattie con interventi di profilassi come le vaccinazioni. Significa anche e soprattutto coinvolgere la famiglia nell'adozione di stili di vita salutari e nella cura dell'ambiente in cui il bambino vive la quotidianità. 
Uno stile di vita sano in un ambiente favorevole è certamente la premessa indispensabile per uno sviluppo psico-fisico ottimale del bambino e dell'adolescente. Non soltanto. Sappiamo ormai da tempo che lo strumento più efficace per prevenire le malattie "non trasmissibili" – malattie cardiovascolari, malattie croniche polmonari, tumori, diabete, malattie neurodegenerative – è proprio l'adozione di stili di vita salutari. La prevenzione di queste malattie è oggi la principale preoccupazione delle autorità sanitarie internazionali: rappresentano la causa principale di malattia e di mortalità in tutto il mondo, assorbono una quota di risorse talmente elevata da mettere in pericolo la stessa sopravvivenza dei sistemi sanitari e minano la qualità di vita degli adulti e, soprattutto, degli anziani. Quel che sta emergendo con sempre maggior chiarezza è che gli stili di vita salutari sono tanto più efficaci per la prevenzione quanto più precocemente vengono adottati. Si ritiene anzi che l'ambiente e gli stili di vita abbiano il massimo di efficacia nei "primi mille giorni", tra il concepimento e il secondo anno di vita. Promuovere la salute in gravidanza e in età pediatrica significa anche prevenire malattie che si manifesteranno a decine di anni di distanza e garantire quindi la migliore qualità di vita per gli anziani.

L'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, per sua vocazione, si è sempre preoccupato del contesto familiare e ambientale in cui i piccoli pazienti crescono, promuovendo il raggiungimento del massimo livello di salute dei bambini con malattie croniche e con handicap. Inoltre ha sempre dedicato un'attenzione particolare all'attività degli ambulatori pediatrici che visitano ogni anno centinaia di migliaia di bambini. Su queste basi è nato l'Istituto Bambino Gesù per la Salute del Bambino e dell'Adolescente, istituto multidisciplinare a vocazione socio-sanitaria per la promozione della salute. Con l'Istituto, l'Ospedale Bambino Gesù intende gettare un ponte reale e virtuale verso il territorio in cui vivono e operano le famiglie mettendo a disposizione professionalità, competenze ed esperienze in campo sanitario per costruire insieme percorsi di promozione della salute. Principali obiettivi dell'Istituto sono:

la «alfabetizzazione sanitaria» («Health literacy»), vale a dire la diffusione delle "abilità cognitive e sociali che motivano gli individui e li rendono capaci di accedere, comprendere e utilizzare le informazioni necessarie per promuovere e preservare la propria salute." (OMS, 2009). Obiettivo oggi irrinunciabile anche perché l'adozione di stili di vita salutari non richiede una semplice adesione passiva ma una conoscenza non superficiale delle basi scientifiche della salute e degli strumenti per mantenerla e per promuoverla;

la diffusione delle conoscenze più attuali e scientificamente fondate sulle modalità più idonee per allevare bambini e adolescenti, favorendone l'accrescimento e lo sviluppo fisico e psichico;

alimentazione e nutrizione: focus specifico su un componente essenziale dello stile di vita, soprattutto nel bambino e nell'adolescente;

il bambino e lo sport: focus su un altro componente dello stile di vita di particolare importanza in età evolutiva; 

Il corretto impiego dei farmaci nei bambini con il messaggio centrale che "i bambini non sono piccoli adulti" e necessitano quindi di farmaci approvati per l'età pediatrica con avvertenze e precauzioni per l'uso assai diverse da quelle che riserviamo agli adulti

bambini e sicurezza per la promozione e la diffusione della cultura sulla sicurezza come componente essenziale della «alfabetizzazione sanitaria» con l'obiettivo di prevenire gli infortuni sia in casa che fuori casa;

promozione della lettura

formazione professionale avanzata per tutti gli operatori sanitari – pediatri, medici di medicina generale, infermieri – coinvolti nella promozione e nella tutela della salute.



Fornire un vademecum da conservare, utile per la consultazione in caso di necessità. Ecco, in breve, l'obiettivo di ‘A scuola di Salute', il multimedia magazine di IBG (Istituto Bambino Gesù per la salute del bambino e dell'adolescente), nato come uno strumento a disposizione di insegnanti e famiglie.

‘A scuola di Salute', con contributi di tutti gli specialisti dell'Ospedale, uscirà una volta al mese e avrà prevalentemente un formato monografico: A SCUOLA DI SALUTE