Lesione del legamento crociato anteriore

Frequente negli adolescenti, soprattutto in seguito a traumi distorsivi gravi del ginocchio durante le attività sportive
Stampa Pagina

11 giugno 2019

CHE COS'È
Il legamento crociato anteriore è una delle strutture più importanti all'interno dell'articolazione del ginocchio. La sua presenza contribuisce in maniera decisiva alla stabilità articolare. All'interno dell'articolazione del ginocchio, collega l'estremità inferiore del femore con l'estremità superiore della tibia. Impedisce al ginocchio di estendersi eccessivamente e alla tibia di ruotare esageratamente verso l'interno. La rottura o lacerazione del legamento crociato anteriore è un infortunio grave del ginocchio che lo rende instabile e ne impedisce il funzionamento.

QUALI SONO LE CAUSE
La rottura del legamento crociato anteriore è frequente negli adolescenti, soprattutto in seguito a traumi distorsivi gravi del ginocchio durante le attività sportive. Le ragazze che praticano sport ad alto rischio di trauma hanno un'incidenza ancora più alta rispetto ai maschi.

QUALI SONO I SINTOMI
Il paziente lamenta dolore e riferisce di aver provato una sensazione di "crack". Il ginocchio appare molto gonfio, a causa del versamento articolare. Il paziente riferisce una sensazione di cedimento articolare, in quanto il ginocchio non è più stabile. La rottura del legamento crociato anteriore può associarsi a lesioni del menisco, delle cartilagini e degli altri legamenti del ginocchio (legamenti collaterali).

COME SI FA LA DIAGNOSI
La diagnosi si basa sulla raccolta della storia clinica e delle modalità del trauma e su una visita accurata. La diagnosi va confermata con la risonanza magnetica che permette di valutare il danno a carico del legamento crociato anteriore e di mettere in evidenza eventuali lesioni a carico del menisco o di altri legamenti.

COME SI CURA 
Le lesioni del legamento crociato anteriore non guariscono spontaneamente e, se non trattate, portano, nel corso degli anni, ad altre lesioni articolari e al progressivo sviluppo di artrosi.
Infatti, la rottura del legamento crociato anteriore è responsabile d'instabilità articolare che, nel tempo, può portare a lesioni del menisco e del tessuto delle cartilagini. Il trattamento conservativo ha come finalità la riduzione del dolore, il recupero articolare, il rinforzo muscolare.
Il trattamento chirurgico consiste nella ricostruzione del legamento crociato anteriore utilizzando un tendine dello stesso paziente. Di regola, l'intervento chirurgico viene oggi eseguito in artroscopia. Al fine di prevenire la comparsa di lesioni del menisco e delle cartilagini e al fine di permettere all'adolescente il completo ritorno alle attività sportive, la ricostruzione del legamento crociato anteriore rappresenta una procedura chirurgica raccomandata.
Tuttavia, il paziente adolescente spesso non ha completato la propria crescita scheletrica e le sue ossa sono ancora composte, almeno in parte, da cartilagine di accrescimento che potrebbe essere danneggiata dalle procedure chirurgiche necessarie per la ricostruzione del legamento crociato anteriore.
Pertanto, nel paziente adolescente, la scelta di ricostruire un legamento crociato anteriore oppure di attendere la completa crescita scheletrica, va valutata singolarmente per ogni paziente. 

COME SI PREVIENE
Come per la prevenzione delle lesioni meniscali, per prevenire la rottura del legamento crociato anteriore è necessario affrontare le attività sportive più impegnative solo dopo aver raggiunto una buona preparazione atletica.

QUAL È LA PROGNOSI
La prognosi del trattamento conservativo è buona, ma solo se il paziente accetta di limitare la propria attività sportiva.
Le tecniche chirurgiche di ricostruzione del legamento crociato anteriore permettono al paziente di riprendere le attività sportive precedenti all'infortunio. Un adeguato programma di riabilitazione post-operatoria rappresenta una parte fondamentale del trattamento.


a cura di: Massimo Mariani e Dario Mascello
Unità Operativa di Ortopedia
In collaborazione con: