PARACETAMOLO ORALE

Stampa Pagina

31 gennaio 2019

NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO 

Paracetamolo

NOMI COMMERCIALI 
Acetamol, Adolef, Efferalgan, Efferalganmed, nirolex febbre e dolore, Paracetamolo Accord Healthcare, Paracetamolo Alter, Paracetamolo Coop Italia, Paracetamolo Doc Generici, Paracetamolo Doc, Paracetamolo Dynacren, Paracetamolo EG, Paracetamolo Farmakopea, Paracetamolo Marco Viti, Paracetamolo Mylan Generics Italia, Paracetamolo Nova Argentia, Paracetamolo Pensa, Paracetamolo rathiopharm, Paracetamolo Sandoz, Paracetamolo Sella, Paracetamolo Zentiva, Paracetamolo Zeta, Piros, Pueriflu, Sanipirina, Sinebriv, Sonum, Tachipirina

A COSA SERVE
Il Paracetamolo è un farmaco utilizzato nei bambini per ridurre la febbre e per alleviare il dolore in caso di mal di testa, mal di denti, dolori ossei.

PERCHÉ È IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA 
E' utile assumere il Paracetamolo perché aiuta il bambino a superare la febbre e a sentire meno dolore.

IN CHE FORMA È DISPONIBILE 
Il farmaco Paracetamolo è disponibile come:

- Compresse rivestite con film 500 mg, 1000 mg;
- Compresse 500 mg, 1000 mg;
- Compresse effervescenti 500 mg, 1000 mg;
- Compresse orodispersibili 500 mg;
- Granulato per soluzione orale 125 mg, 250 mg, 300 mg, 500 mg, 1000 mg;
- Gocce orali soluzione 100 mg/ml;
- Sciroppo 120 mg/5ml da 120 ml, 2.4 % 100 ml.

QUANTO DEVE PRENDERNE E QUANTE VOLTE AL GIORNO
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico.

COME DEVE PRENDERLO
Le compresse rivestite devono essere deglutite intere con un bicchiere d'acqua, latte o succo d frutta. Il bambino non deve masticare le compresse. Si raccomanda di somministare le compresse rivestite di paracetamolo al bambino ai pasti o subito dopo i pasti.
Le compresse di paracetamolo possono contenere lattosio e bisogna quindi riferire al medico eventuali intolleranze a quest'eccipiente. Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati tutti gli eccipienti.
Le compresse effervescenti devono essere sciolte in un bicchiere di acqua; per somministrare al bambino la miscela così ottenuta conviene usare un cucchiaio o una siringa per via orale.
Tale formulazione farmaceutica contiene: sodio e sorbitolo e bisogna quindi riferire al medico eventuali intolleranze a questi eccipienti. Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati tutti gli eccipienti.
Per i bambini di età inferiore ai 6 anni, le compresse orodispersibili devono essere sciolte in un cucchiaio di acqua o di latte (il succo di frutta può dare un sapore amaro) prima di venir somministrate. In alternativa, le compresse orodispersibili di Paracetamolo possono essere sciolte intere o schiacciate in un bicchiere di acqua; per somministrare al bambino la miscela così ottenuta conviene usare un cucchiaio o una siringa per via orale.
Per i bambini di età superiore ai 6 anni, le compresse orodispersibili possono essere succhiate evitando di masticarle: si sciolgono molto rapidamente in bocca a contatto con la saliva.
Questa formulazione farmaceutica contiene aspartame. Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati tutti gli eccipienti. Non far assumere il farmaco al bambino se è allergico al Paracetamolo o ad uno degli eccipienti della formulazione.
Sciogliere il contenuto della bustina del granulato per soluzione orale in un bicchiere d'acqua.
Tale formulazione farmaceutica contiene: sodio, sorbitolo o maltilolo e bisogna quindi riferire al medico eventuali intolleranze a questi eccipienti. Inoltre, potrebbe essere presente l'aspartame, non indicato nei pazienti affetti da fenilchetonuria (malattia rara). Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati tutti gli eccipienti.
Per la somministrazione delle gocce orali capovolgere il flacone e versare il numero di gocce corrispondenti al dosaggio da impiegare in 25-50 ml di acqua, e far bere al bambino. Questa formulazione farmaceutica contiene sorbitolo e pertanto non deve essere somministrata ai bambini affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio e al glicole propilenico. Bisogna quindi riferire al medico eventuali intolleranze a questi eccipienti. Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati tutti gli eccipienti.
Nella confezione dello sciroppo sono inclusi una siringa dosatrice con indicate tacche di livello corrispondenti al volume da somministrare e un bicchierino dosatore.
Per effettuare una somministrazione adeguata basta prelevare la quantità di sciroppo necessaria utilizzando la siringa dosatrice o il bicchierino. Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione "modo di somministrazione".
Paracetamolo sciroppo contiene saccarosio e, pertanto, tale formulazione non è adatta per i bambini intolleranti. Se il bambino ha il diabete, dovete informare il medico in modo che possa tener conto del contenuto in saccarosio della formulazione. Inoltre, il Paracetamolo sciroppo contiene sodio, da tenere in considerazione nei bambini che seguono una dieta a basso contenuto di sodio. Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati tutti gli eccipienti.

QUANTO CI VUOLE PER FARE EFFETTO
Dal momento dell'assunzione il bambino dovrebbe iniziare a sentire meno dolore dopo circa 30 minuti.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIÙ IMPORTANTI
Il Paracetamolo è generalmente ben tollerato. I disturbi più frequenti connessi con l'assunzione del farmaco sono: reazioni allergiche (arrossamenti della pelle, prurito, difficoltà respiratorie), disturbi di stomaco, vertigini, colorazione giallastra della pelle.

COSA SUCCEDE SE NE PRENDE TROPPO
Può essere pericoloso dare al bambino troppo Paracetamolo, infatti esiste il rischio di intossicazione specialmente nei bambini con malattie epatiche.
I sintomi tipici in caso di assunzione di dosi molto elevate di Paracetamolo sono: anoressia (perdita di appetito), nausea e vomito; tali sintomi compaiono entro le prime 24 h.
In caso di sovradosaggio bisogna contattare immediatamente il medico ed informarlo nei dettagli dell'accaduto.

PUÒ PRENDERE ALTRI MEDICINALI
È importante informare il medico che il bambino sta assumendo Paracetamolo per verificare le interazioni farmacologiche con altri medicinali.
Il Paracetamolo è un farmaco che può interagire con molti medicinali.
L'assorbimento per via orale del Paracetamolo dipende dalla velocità dello svuotamento gastrico. Pertanto, la somministrazione concomitante di farmaci che rallentano (ad es. anticolinergici, oppioidi) o aumentano (ad es. procinetici) la velocità dello svuotamento gastrico, può determinare rispettivamente una diminuzione o un aumento della concentrazione nel sangue di Paracetamolo. 
Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati tutti le interazioni con altri medicinali.

COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Se il bambino ha dolore, si deve somministrare la dose dimenticata; è necessario attendere almeno 4 ore prima di somministrare la dose successiva.
Non somministrare mai una doppia dose di paracetamolo.

COSA SUCCEDE SE IL BAMBINO VOMITA
Nel caso in cui il bambino vomita entro 30 minuti o massimo un'ora da quando ha assunto il farmaco per bocca, sarà necessario somministrare nuovamente la dose.

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
Il farmaco Paracetamolo è controindicato nei bambini con gravi disturbi del fegato.
Leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono elencati gli eccipienti nel caso in cui si è a conoscenza di patologie o allergie specifiche.

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
Le compresse, le compresse rivestite e il granulato per soluzione orale non necessitano di nessuna precauzione speciale per la conservazione.
Le compresse effervescenti in blister devono essere conservate a temperatura non superiore a 25°C.
Le compresse effervescenti in tubo devono essere conservate a temperatura non superiore a 30°C.
Lo sciroppo e le gocce orali non necessitano di nessuna precauzione speciale per la conservazione.
In qualsiasi caso, anche quando non specificato, è buona prassi conservare il farmaco a temperatura ambiente (inferiore a 25° C), in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in luogo non accessibile ai bambini.
Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglietto illustrativo.

Per ulteriori informazioni:

- https://www.codifa.it
- https://www.medicinesforchildren.org.uk/


a cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: