POTASSIO CLORURO

Stampa Pagina

11 marzo 2019

NOME FARMACO/PRINCIPIO ATTIVO

Potassio Cloruro

NOMI COMMERCIALI 
KCl Retard, Lento Kalium.

A COSA SERVE
Il Potassio cloruro viene utilizzato per prevenire o correggere le carenze di potassio dell'organismo. 

PERCHE' E' IMPORTANTE CHE MIO FIGLIO LO PRENDA
È importante che il bambino assuma Potassio Cloruro per mantenere o ripristinare i valori normali di potassio nel sangue. Una carenza lieve di Potassio, non è preoccupante, e si manifesta con dolori e crampi muscolari, debolezza, stitichezza e scarso appetito. Le carenze gravi di Potassio invece, possono essere molto pericolose poiché causano problemi cardiaci e respiratori.

IN CHE FORMA E' DISPONIBILE
Il farmaco Potassio Cloruro è disponibile come compresse a rilascio modificato da 600 mg.

QUANTO DEVE PRENDERNE
Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il suo bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico

QUANTE VOLTE AL GIORNO LO DEVE PRENDERE
È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose. 

COME DEVE PRENDERLO
Le compresse a rilascio modificato di Potassio Cloruro devo essere assunte dopo i pasti, o comunque a stomaco pieno, facendo attenzione che non vengano masticate dal bambino prima della deglutizione.

QUANTO CI VUOLE PER FARE EFFETTO
Dopo somministrazione di Potassio Cloruro si ha una graduale e completa liberazione del principio attivo in circa 8 ore.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI PIU' IMPORTANTI
Gli effetti collaterali più comuni dati dall'utilizzo di Potassio Cloruro sono: nausea, vomito, disturbi addominali, diarrea.
Talvolta, il Potassio Cloruro può dare anche effetti collaterali più gravi quali iperpotassiemia (concentrazioni elevate di potassio nel sangue), emorragie, ostruzione e perforazione gastrointestinale. Tuttavia, grazie alla formulazione a rilascio graduale, le reazioni avverse gravi sono eccezionali. 

COSA SUCCEDE SE NE PRENDO TROPPO
Raramente si manifestano fenomeni di sovradosaggio da Potassio Cloruro se somministrato per via orale.Tuttavia si possono avere episodi di sovradosaggio (iperpotassiemia) in pazienti con alterata funzionalità renale. L'iperpotassiemia è asintomatica e può essere evidenziata mediante analisi del sangue o mediante elettrocardiogramma. Le manifestazioni tardive dell'iperpotassiemia sono paralisi muscolare e collasso cardiovascolare da arresto cardiaco.
In caso di iperpotassiemia lieve potrebbe essere sufficiente eliminare dalla dieta del bambino cibi ricchi di potassio come fagioli, piselli, asparagi, patate, albicocche, banane e spinaci.

PUO' PRENDERE ALTRI MEDICINALI
È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco.
Non sono note interazioni di potassio cloruro compresse con altri medicinali ma è bene non somministrare questo farmaco in associazione a diuretici risparmiatori di potassio come spironolattone, triamterene ed amiloride. 

COSA SUCCEDE SE SALTA UNA DOSE
Se ci si rende conto di aver saltato una dose entro 4 ore dall'orario prestabilito, si deve somministrare al bambino la dose dimenticata. Se, invece, sono passate più di 4 ore dal solito orario di assunzione, bisogna aspettare la somministrazione successiva saltando la dose dimenticata.

COSA SUCCEDE SE MIO FIGLIO VOMITA
Se il bambino vomita entro 30 minuti dall'assunzione di Potassio Cloruro compresse a rilascio modificato, è necessario che assuma nuovamente la dose. Se, invece, sono trascorsi più di 30 minuti dalla somministrazione, può tranquillamente prendere la dose successiva all'orario prestabilito.

COS'ALTRO POSSO SAPERE SU QUESTA MEDICINA
Durante il trattamento con il Potassio Cloruro, non utilizzare prodotti sostitutivi del sale da cucina, salvo diversa indicazione del medico (contengono anch'essi sali di potassio e possono dare accumulo di questa sostanza).

COME DEVO CONSERVARE QUESTA MEDICINA
Potassio Cloruro compresse a rilascio modificato deve essere conservato a temperatura non superiore a 30° C e al riparo da luce ed umidità. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in un luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglio illustrativo.

Per ulteriori informazioni:


- https://www.codifa.it
https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/bancadatifarmaci/cerca-farmaco


a cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli 
Unità Operativa di Farmacia
In collaborazione con: