Vaccinazioni anti-meningococco

Stampa Pagina

I vaccini contro il meningococco prevengono la meningite causata dal meningococco.
 

QUALI TIPI SONO DISPONIBILI

I vaccini "coniugati" vengono preparati legando alcune proteine alle sostanze (polisaccaridi) della superficie del meningococco per rendere il vaccino più efficace anche nei primi mesi di vita. Tra questi, sono disponibili vaccini contro il sierotipo C che può essere somministrato a partire dai due mesi di vita, vaccini tetravalenti contro i sierotipi A, C, W135 e Y somministrabili a partire dai 12 mesi di vita, e da qualche anno, un vaccino contro il meningococco di tipo B, anch'esso utilizzabile a partire da due mesi di età.  

I vaccini "polisaccaridici", contro i sierotipi A, C, W135, Y, si possono somministrare dai 2 anni di età perchè non sono in grado di stimolare le difese immunitarie nei bambini di età inferiore.

I vaccini disponibili sono inattivati.
 

COME SI SOMMINISTRANO

Con un'iniezione intramuscolare.
 

A CHI SI SOMMINISTRANO

Alcuni pazienti dovrebbero essere protetti a qualsiasi età contro le malattie da meningococco se presentano malattie di base come: talassemia (anemia mediterranea) e anemia falciforme, asplenia funzionale o anatomica (assenza della milza), immunodepressione e immunodeficienze, diabete tipo 1, insufficienza renale, malattie del fegato, perdita di liquido cerebrospinale. La vaccinazione è anche raccomandata, indipendentemente dall'età, ai bambini che vivono in comunità, in corso di epidemie o viaggi in zone nella quali circola la malattia.

Vaccino coniugato contro meningococco C - Il Ministero della Salute raccomanda la somministrazione del vaccino contro meningococco C a tutti i nuovi nati tra il 13° e il 15° mese di vita. Questo vaccino è indicato, inoltre, per tutti gli adolescenti non precedentemente vaccinati. La vaccinazione è anche raccomandata, indipendentemente dall'età, ai bambini che frequentano l'asilo nido. Per indurre la protezione possono essere necessarie una o più dosi secondo l'età alla quale viene somministrato il vaccino.

Vaccino coniugato tetravalente (A, C, W135, Y) - Questo vaccino è indicato per soggetti che potrebbero essere esposti ai sierotipi A, C, W135 e Y, per esempio per un viaggio in una zona nella quale circola l'infezione, o per gli adolescenti di 12-16 anni già vaccinati contro il meningococco C.

Vaccino coniugato contro meningococco B - Anche in questo caso il numero di dosi è diverso secondo l'età del bambino. Attualmente non esiste una raccomandazione per la vaccinazione di tutti i bambini sul territorio nazionale con questo vaccino.

Vaccino polisaccaridico tetravalente (A, C, W135, Y) – È indicato oltre i due anni di età per le persone che si recano in paesi dove i sierotipi A, C, W135 e Y sono causa di epidemie. La vaccinazione consiste in una singola dose ed è efficace per tre anni
 

A CHI NON POSSONO ESSERE SOMMINISTRATI

L'unica controindicazione alla vaccinazione è la reazione allergica grave ad una precedente dose o agli eccipienti contenuti nel vaccino.
 

QUANTO SONO SICURI

Tra il 5 e il 10% dei vaccinati può avere indolenzimento e rossore nella sede di iniezione. Dal 2 al 5% dei bambini può presentare reazioni generali quali febbre, disturbi intestinali (vomito, diarrea, inappetenza), irritabilità, disturbi del sonno. In genere gli effetti collaterali non durano più di 1 o 2 giorni. Sono estremamente rare le reazioni di tipo allergico e alcuni disturbi come convulsioni ed ipotonia.
 

QUANTO SONO EFFICACI

Tutti i vaccini attualmente in commercio sono altamente efficaci nel prevenire l'infezione da meningococco.


a cura di: Alberto Tozzi
Bambino Gesù Istituto per la Salute