Allergia alle proteine dell'uovo

Una delle più frequenti allergie in molti Paesi del mondo occidentale: ecco di cosa si tratta e come si manifesta 

  • L'allergia all’uovo è una reazione anomala alle proteine contenute nell’albume
  • Si manifesta fin dalla prima volta che il bambino mangia un uovo in vita sua
  • Può causare problemi alla digestione o infiammazioni della pelle, come l’orticaria
  • L'allergia alle proteine dell'uovo è sempre più frequente nei Paesi industrializzati
  • Di solito tende a risolversi da sola entro i 3 anni di età

L'allergia all'uovo si verifica in quanto il sistema immunitario reagisce in modo anomalo alle proteine dell'uovo, producendo molti anticorpi IgE che circolano nel sangue. I bambini con anticorpi IgE diretti contro le proteine dell'uovo reagiscono rapidamente, nel giro di minuti o di poche ore, quando vengono esposti a queste proteine. La caratteristica principale dell'allergia alle proteine dell'uovo è che, di regola, i bambini allergici all'uovo hanno reazioni fin dalla prima somministrazione dell'alimento. Mentre per il latte è necessario un primo contatto con l'alimento (la cosiddetta sensibilizzazione) perché l'organismo produca anticorpi che diventano nocivi, per l'uovo questo non avviene. In qualche modo, si potrebbe dire che allergici all'uovo si nasce, allergici al latte si diventa.


L'allergia alle proteine dell'uovo coinvolge soprattutto le proteine dell'albume. Tuttavia, non esistono bambini che, allergici all'albume, possano tollerare il tuorlo. Infatti il tuorlo contiene piccole quantità di proteine identiche a quelle dell'albume. Esistono invece bambini che, allergici all'uovo, possono consumare prodotti che lo contengono quando sono panificati. Questi bambini non possono mangiare l'uovo, la pasta all'uovo, le creme che contengono uovo o la frittata, ma possono consumare il panettone, la colomba a Pasqua, i biscotti e le brioches. Questo succede perché durante il processo di lievitazione in forno, le proteine dell'uovo si combinano con quelle del grano e quelle del lievito, perdendo la loro caratteristica capacità di scatenare l'allergia.

Fino a pochi anni fa, nei bambini piccoli l'allergia all'uovo era seconda come frequenza a quella al latte. Negli ultimi anni la classifica sembra essere cambiata e l'allergia alle proteine dell'uovo sta diventando la più frequente in molti Paesi del mondo industrializzato. Lo è di gran lunga in Australia e nel Regno Unito e sta emergendo come problema importante in molte parti dell'Asia sud-orientale.

I sintomi causati dall'allergia alle proteine dell'uovo possono essere identici a quelli delle allergie alle proteine del latte. È però soprattutto nei bambini con dermatiti atopiche gravi che si ritrova questo tipo di allergia. Questi bambini devono evitare l'uovo in qualsiasi forma e possono reagire all'uovo anche in forma inalatoria, ancora più spesso di quanto capiti ai bambini allergici al latte.

Se il vostro bambino è allergico all'uovo, sarà bene non cucinare alimenti che contengono uovo in sua presenza.

L'allergia alle proteine dell'uovo tende a risolversi spontaneamente, mediamente nel giro di circa 3 anni. Quindi Il 50% dei bambini che oggi sono allergici all'uovo, tra 3 anni non sarà più allergico.

Percorsi di Cura e Salute: Allergia

Allergia alle proteine dell'uovo

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Lamia Dahdah
    Unità Operativa di Allergologia
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 12 gennaio 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net