Biopsia renale

Un esame fondamentale per la diagnosi di molte malattie del rene, consiste nel prelevare e nell'esaminare un piccolo frammento di tessuto renale 

La biopsia renale è un esame che consente di prelevare un piccolo frammento di tessuto renale per esaminarlo al microscopio.

È un esame fondamentale in molte malattie del rene perché può fornire informazioni molto importanti per la diagnosi e la prognosi. In alcuni casi, è l'unico esame per ottenere una diagnosi di certezza

La biopsia renale può essere indicata:

  • Quando sono presenti alterazioni dell'esame delle urine (in particolare quando è presente una proteinuria) che non possono essere attribuite a una sindrome nefrosica classica del bambino o a forme di proteinuria benigna (proteinurie transitorie, intermittenti o ortostatiche);
  • Nei bambini con sindrome nefrosica di età inferiore a 1 anno o superiore a 10-12 anni;
  • Nei bambini con sindrome nefrosica che non rispondono alla terapia con corticosteroidi;
  • Se la funzione renale è alterata, senza poterne stabilire la causa tramite esami del sangue e radiologici;
  • Per verificare l'evoluzione di alcune malattie o di un trapianto renale;
  • Più in generale, se il quadro clinico è atipico e ci sono dubbi sulla diagnosi.

La biopsia renale viene in genere effettuata attraverso la cute (via percutanea). Molto più raramente viene effettuata tramite intervento chirurgico (a cielo aperto).

Biopsia percutanea
Viene effettuata in anestesia generale nei bambini piccoli e con un'anestesia locale nei bambini più grandi (a partire da 12-14 anni). Si utilizza un ago speciale da biopsia che viene inserito sotto guida ecografica fino alla superfice del rene per prelevare uno o due piccoli frammenti di tessuto renale spessi 1 mm e lunghi circa 10 mm.

Biopsia chirurgica
In casi molto rari, la biopsia viene effettuata a cielo aperto da un chirurgo che pratica una piccola incisione sulla pelle e preleva un piccolo frammento di tessuto renale con il bisturi o utilizzando un ago da biopsia sotto controllo visivo.

Dopo la biopsia è necessario rimane sdraiati per 18-24h ed evitare per 1 settimana attività che causano sobbalzi o contraccolpi a livello dei reni (andare in motorino, a cavallo, correre, etc.).

Il frammento prelevato viene studiato con diverse tecniche: microscopia tradizionale, immunofluorescenza, immunoistochimica, microscopia elettronica. In genere, i risultati sono disponibili entro una settimana, salvo per la microscopia elettronica che richiede tempi più lunghi. 

In mani esperte, la biopsia renale è una procedura relativamente sicura. La principale complicanza è rappresentata dal rischio di sanguinamento, che nella maggior parte dei casi si limita a un piccolo ematoma sotto-capsulare.
I pazienti possono presentare una macroematuria, ovvero l'emissione di urine rosse, durante le prime minzioni che seguono la biopsia. Altra complicanza, è la formazione di una fistula artero-venosa. In questo caso, il passaggio dell'ago crea una comunicazione fra un'arteria e una vena renale che generalmente non ha conseguenze.

Per ridurre il rischio di sanguinamento, è molto importante interrompere una settimana prima della biopsia le terapie con farmaci che inibiscono la funzione delle piastrine (in particolare aspirina e farmaci antinfiammatori non cortisonici) e uno o due giorni prima della biopsia tutti i farmaci anti-coagulanti.
Salvo in alcuni casi, è bene evitare di eseguire la biopsia nei bambini ipertesi e la decisione di eseguire una biopsia deve essere particolarmente prudente nei pazienti che hanno un solo rene funzionante.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Francesco Emma
    Unità Operativa di Nefrologia e Dialisi
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 23 dicembre 2020


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net